Quando si accede a vCloud Director Object Storage Extension per la prima volta, l'inventario di vCloud Director Object Storage Extension è vuoto e le pagine della Guida introduttiva indicano come eseguire i primi passaggi per l'utilizzo di bucket, vApp e cataloghi.

Informazioni sui bucket

Prima di iniziare a caricare file in vCloud Director Object Storage Extension, è necessario creare un bucket. È quindi possibile caricare un numero qualsiasi di file nel bucket. Un bucket è un'unità di storage logica. I bucket sono i contenitori fondamentali di vCloud Director Object Storage Extension.

È possibile accedere ai bucket e gestirli dall'interfaccia utente di vCloud Director Object Storage Extension. Vedere Utilizzo dei bucket. In alternativa, è possibile utilizzare l'API S3 supportata da vCloud Director Object Storage Extension. Vedere Utilizzo dell'API S3 di vCloud Director Object Storage Extension.

Per facilitare l'organizzazione e categorizzare i bucket, è possibile aggiungere più coppie chiave-valore di tag ai bucket. Ad esempio, è possibile creare un bucket per archiviare i report finanziari del reparto finanziario dell'organizzazione. È possibile contrassegnare questo bucket con le seguenti coppie chiave-valore:
Chiave Valore
Department Finance
Report Monthly

I nomi di bucket sono univoci a livello globale e lo spazio dei nomi è condiviso tra tutte le organizzazioni di vCloud Director. Dopo la creazione di un bucket, il nome di tale bucket non può essere utilizzato per un altro bucket in nessuna delle organizzazioni di vCloud Director finché il bucket non viene eliminato. I nomi dei bucket devono soddisfare i requisiti di denominazione dei bucket di S3. Vedere Requisiti di denominazione dei bucket Amazon S3.

Informazioni sugli oggetti

Gli oggetti di vCloud Director Object Storage Extension sono i file caricati nei bucket.

È possibile categorizzare gli oggetti all'interno di un bucket aggiungendo coppie chiave-valore di tag. Se si è il proprietario del bucket in cui è archiviato un oggetto, è possibile aggiungere proprietà all'oggetto definendo i metadati sotto forma di coppia chiave-valore.

Gli amministratori dell'organizzazione possono accedere agli oggetti di proprietà di tutti gli utenti della stessa organizzazione e gestirli. Gli utenti dell'organizzazione possono accedere agli oggetti di cui sono proprietari e agli oggetti che vengono condivisi con loro, nonché gestirli.

È possibile visualizzare l'anteprima di file di immagine, testo, PDF, audio e video direttamente nell'interfaccia utente di vCloud Director Object Storage Extension.

Informazioni su come utilizzare vApp in vCloud Director Object Storage Extension

Una vApp di vCloud Director è composta da una o più macchine virtuali che comunicano in una rete e utilizzano risorse e servizi dell'ambiente in uso. Con vCloud Director Object Storage Extension, è possibile archiviare le vApp che non vengono utilizzate nell'ambiente di vCloud Director. Quando si acquisisce una vApp da vCloud Director a vCloud Director Object Storage Extension, i dati della vApp vengono copiati dal datastore di vCloud Director all'appliance di storage back-end utilizzata da vCloud Director Object Storage Extension. Quando si acquisisce una vApp da vCloud Director, non si copia la prenotazione dello storage in vCloud Director Object Storage Extension.

In seguito, se è necessaria una qualsiasi delle vApp archiviate in vCloud Director Object Storage Extension, è possibile ripristinarla nella posizione originale. È inoltre possibile scaricare vApp come file OVA per scopi di backup e archiviazione.

Informazioni sui cataloghi di vCloud Director Object Storage Extension

I cataloghi di vCloud Director Object Storage Extension sono simili ai cataloghi di vCloud Director e fungono da contenitori per i modelli di macchine virtuali e vApp.

Nei cataloghi di vCloud Director Object Storage Extension è possibile caricare file ISO, OVA, OVF e VMDK.

I cataloghi di vCloud Director Object Storage Extension possono essere utilizzati come cataloghi esterni per vCloud Director. Un amministratore dell'organizzazione può configurare una sottoscrizione per un'organizzazione di vCloud Director in un catalogo di vCloud Director Object Storage Extension. La sottoscrizione rende tutti i file archiviati in vCloud Director Object Storage Extension disponibili per gli utenti dell'organizzazione di vCloud Director senza utilizzare alcuna risorsa di elaborazione nell'ambiente di vCloud Director. Per ulteriori informazioni sulla sottoscrizione di un catalogo esterno da parte dell'organizzazione di vCloud Director, vedere l'argomento Sottoscrizione di un catalogo esterno nella Guida del portale tenant di vCloud Director.

Quando si crea un catalogo in vCloud Director Object Storage Extension, viene creato anche un bucket che viene prenotato come bucket di sistema. Non è possibile gestire tale bucket nel modo in cui si gestiscono i bucket creati dagli utenti. Per gestire i bucket del catalogo dall'interfaccia utente di vCloud Director Object Storage Extension, utilizzare il riquadro Cataloghi.

Informazioni sulle credenziali di sicurezza

vCloud Director Object Storage Extension supporta l'API compatibile con S3 e l'autenticazione AWS Signature V4. Le credenziali di sicurezza vengono utilizzate per l'autenticazione delle richieste dell'API S3 e sono costituite da una chiave di accesso e una chiave segreta. vCloud Director Object Storage Extension supporta i tipi di credenziali di sicurezza di utenti e applicazioni.

Se l'utente esegue l'autenticazione delle richieste dell'API S3 con le credenziali utente, può accedere ai bucket e agli oggetti di cui è proprietario o che sono stati condivisi con lui, nonché gestirli.

Se l'utente esegue l'autenticazione delle richieste dell'API S3 con le credenziali dell'applicazione, può accedere agli oggetti e gestirli a livello del bucket.