Prima di distribuire VMware Cloud Director Object Storage Extension, è necessario preparare l'ambiente. VMware Cloud Director Object Storage Extension richiede componenti esterni specifici di versioni specifiche.

Nella tabella seguente sono elencati i componenti software e le versioni supportate dei componenti che è necessario distribuire e configurare.
Componente obbligatorio Versioni supportate
VMware Cloud Director
  • 10.2
  • 10.1
  • 10
Nota: Per utilizzare VMware Cloud Director Object Storage Extension, l'istanza di VMware Cloud Director che si usa deve supportare VMware Cloud Director service provider admin portal e VMware Cloud Director tenant portal.
Cloudian HyperStore Se si distribuisce VMware Cloud Director Object Storage Extension in Cloudian HyperStore, è necessario un cluster che includa almeno 3 nodi Cloudian HyperStore.

È possibile configurare VMware Cloud Director Object Storage Extension con Cloudian HyperStore versioni 7.1.6 e 7.2. Per utilizzare la funzionalità di blocco degli oggetti, è necessaria la versione 7.2.2 di Cloudian HyperStore.

Per ulteriori informazioni sui requisiti specifici di Cloudian HyperStore, vedere Requisiti di distribuzione di Cloudian.
Dell EMC ECS Se si distribuisce VMware Cloud Director Object Storage Extension in ECS, è necessario un cluster che includa almeno 3 nodi ECS.

VMware Cloud Director Object Storage Extension supporta ECS versione 3.4.

Database PostgreSQL 9.5 o versione successiva

VMware Cloud Director Object Storage Extension richiede un'istanza di database dedicata e un utente del database che disponga di privilegi sufficienti per creare tabelle e modificare gli schemi del database.

VMware Cloud Director Object Storage Extension non richiede il bus di messaggi RabbitMQ per la comunicazione con VMware Cloud Director.

Assicurarsi che gli orologi di tutte le istanze di VMware Cloud Director Object Storage Extension e dei nodi della piattaforma di storage siano sincronizzati. È consigliabile utilizzare lo stesso server NTP (Network Time Protocol).

Requisiti per la richiesta dell'API S3 di tipo host virtuale

Quando si crea una richiesta dell'API S3, è possibile utilizzare URI di tipo percorso, ad esempio https://<ose-host>/api/v1/s3/<bucket>/<object>, oppure URI di tipo host virtuale, ad esempio https://<bucket>.<s3-ose-host>/<object>.

Per supportare le richieste dell'API S3 di tipo host virtuale, assicurarsi che il nome host dell'istanza di VMware Cloud Director Object Storage Extension inizi con s3. e che il server DNS possa instradare le richieste di tipo host virtuale.

Ad esempio, il nome host dell'istanza di VMware Cloud Director Object Storage Extension è example.com. Per instradare le richieste di tipo host virtuale, aggiungere la seguente mappatura del nome host alle voci DNS:
Da A
*.s3.example.com example.com
s3.example.com example.com