vCloud Director 10.0.0.2 for Service Providers | 30 APR 2020 | Build 16094943 (build installata 16081830)

Controllare se sono presenti aggiunte o aggiornamenti a queste note di rilascio.

Contenuto di questo documento

Novità

La versione vCloud Director 10.0.0.2 for Service Providers Patch include correzioni di bug e aggiorna il sistema operativo di base dell'appliance di vCloud Director, nonché i componenti open source di vCloud Director.

Requisiti di sistema e installazione

Per ulteriori informazioni sui requisiti di sistema e istruzioni di installazione, consultare la Guida all'installazione, alla configurazione e all'aggiornamento di vCloud Director.

Documentazione

Per accedere alla documentazione completa del prodotto, consultare Documentazione di VMware vCloud Director for Service Providers.

Versioni precedenti di vCloud Director 10.0.x for Service Providers

Note di rilascio di vCloud Director 10.0.0.1 for Service Providers

Note di rilascio di vCloud Director 10.0 for Service Providers

Problemi risolti

  • L'aggiunta di una regola del firewall del gateway edge non riesce

    In un gateway edge in cui è abilitato il routing logico distribuito, se si seleziona una rete con interfaccia di routing distribuita come origine o destinazione di una nuova regola del firewall, l'operazione non riesce e viene visualizzato un messaggio di errore.
    Invalid vnicGroupId vnic-index-X is specified or vnic-index-X is being deleted but consumed in firewall rule id 0., error code 12008

  • Il pulsante Avanti nella procedura guidata Crea criterio di posizionamento macchina virtuale non è disponibile e non è possibile creare un criterio di posizionamento della macchina virtuale

    Se durante la creazione di un criterio di posizionamento della macchina virtuale si seleziona un gruppo di macchine virtuali o un cluster con caratteri speciali nel nome, il pulsante Avanti nella procedura guidata Crea criterio di posizionamento macchina virtuale non è disponibile.

  • È possibile creare una snapshot di una vApp o di una macchina virtuale che si trova al di fuori del VDC dell'organizzazione corrente utilizzando l'API

     Se si dispone di credenziali di amministratore dell'organizzazione locale, utilizzando l'API è possibile creare snapshot di vApp e macchine virtuali che si trovano in altri VDC dell'organizzazione.

  • Se si usa l'API REST di vCloud Director per eseguire una query GET, è possibile che non venga restituito l'elenco completo dei gateway edge

    Per un VDC dell'organizzazione configurato con 1000 o più gateway edge, la query GET /network/edges di un'API non restituisce l'elenco completo dei gateway edge nel VDC dell'organizzazione.

  • L'aggiornamento delle proprietà di un gateway edge NSX causa una ridistribuzione dello stesso gateway edge

    Se si configura un gateway edge NSX come Large, quando si aggiornano le relative proprietà, il motore di posizionamento della vApp ridistribuisce lo stesso gateway edge di NSX.

  • Le e-mail relative alle vApp scadute vengono inviate a tutti i membri di un'organizzazione, anziché solo all'amministratore dell'organizzazione

    Quando il lease dello storage di una vApp scade, la notifica tramite e-mail viene inviata non solo all'amministratore dell'organizzazione, ma anche a tutti i membri della stessa organizzazione di vCloud Director, indipendentemente dal loro ruolo utente.

  • La conversione dell'interfaccia di una rete VDC dell'organizzazione da Interna a Interfaccia secondaria non riesce

    Nella console Web di vCloud Director, quando si tenta di convertire l'interfaccia di una rete VDC dell'organizzazione da Interna a Interfaccia secondaria, l'operazione non riesce e viene visualizzato un messaggio di errore.
    Logical switch Id 'id-of-logical-switch' of sub-interface index '10' and TRUNK vnic's backing distributed portgroup should be on the same switch., error code 10196

  • Il pulsante OK nella procedura guidata Nuova macchina virtuale non è disponibile e non è possibile creare una nuova macchina virtuale

    Nel portale tenant di vCloud Director, se si aggiunge un solo criterio di dimensionamento della macchina virtuale a un VDC dell'organizzazione senza impostarlo come criterio di dimensionamento predefinito, quando si avvia la creazione di una nuova macchina virtuale, il pulsante OK nella procedura guidata Nuova macchina virtuale non è disponibile e non è possibile procedere con la creazione della nuova macchina virtuale.

  • Gli amministratori dell'organizzazione di vCloud Director ricevono un'e-mail di mancato recapito da nobody@vmware.com

    Quando vCloud Director invia notifiche tramite e-mail di avviso all'account utente predefinito nobody@vmware.com, gli amministratori dell'organizzazione ricevono un'e-mail di mancato recapito da nobody@vmware.com.

  • La creazione di una rete VDC dell'organizzazione instradata non riesce

    Quando si tenta di creare una rete VDC dell'organizzazione instradata, l'operazione non riesce e viene visualizzato un messaggio di errore.
    La richiesta di input non è valida.

  • L'eliminazione di un VDC dell'organizzazione supportato da NSX-T non riesce

    Se il VDC dell'organizzazione è supportato da NSX-T, l'eliminazione del VDC dell'organizzazione non riesce e viene visualizzato il messaggio di errore NullPointerException.

  • Nel portale tenant di vCloud Director, l'aggiornamento della configurazione della regola NAT di origine (SNAT) comporta la rimozione dell'indirizzo IP di destinazione

    In un gateway edge, l'aggiornamento della configurazione di una regola SNAT esistente comporta la rimozione dell'indirizzo IP di destinazione.

  • Se si aggiorna un sito VPN IPsec esistente o si configura un nuovo sito VPN IPsec, viene reimpostato il tunnel VPN IPsec

    In un gateway edge con una connessione VPN IPsec configurata tra i siti, l'aggiornamento di un sito VPN IPSec esistente o la configurazione di un nuovo sito VPN IPsec comporta la reimpostazione dei tunnel VPN IPsec esistenti. 

  • La creazione di una vApp da un modello di vApp restituisce proprietà di personalizzazione del sistema operativo guest errate delle macchine virtuali all'interno della vApp

    Il problema si verifica se nel modello di vApp sono selezionate le opzioni Abilita personalizzazione guest, Consenti password amministratore locale, Richiedi all'amministratore di cambiare la password al primo login e Genera automaticamente password. Quando si crea una nuova vApp dal modello di vApp utilizzando l'interfaccia utente HTML5, le opzioni Consenti password amministratore locale e Richiedi all'amministratore di cambiare la password al primo login sono deselezionate.

  • Non è possibile impostare un valore di dimensione del disco personalizzato in una nuova macchina virtuale

    Quando si seleziona il pulsante di opzione Opzioni di dimensionamento personalizzate durante la creazione di una nuova macchina virtuale, il menu a discesa Dimensione include solo i valori di dimensione predefiniti e non è possibile impostare un valore di dimensione del disco personalizzato.

  • L'aggiunta di una nuova macchina virtuale a una vApp non riesce

    Se la rete esterna della vApp è configurata con più subnet, l'aggiunta di una nuova macchina virtuale alla vApp non riesce con il messaggio di errore Impossibile eliminare le subnet esistenti.

  • Se si rinomina una macchina virtuale, viene eliminata la scheda NIC abilitata per la Single Root I/O Virtualization esistente

    In una macchina virtuale configurata con una scheda NIC che supporta la Single Root I/O Virtualization (SR-IOV), la ridenominazione della macchina virtuale comporta l'eliminazione della scheda NIC abilitata per SR-IOV.

  • Quando si utilizza l'API di vCloud Director, il ripristino della snapshot di una vApp con più macchine virtuali non riesce

    Se si dispone di una vApp con più macchine virtuali, quando si tenta di ripristinare la snapshot della vApp utilizzando un'API, l'operazione non riesce e viene visualizzato il messaggio di errore HibernateException.

  • Il portale tenant di vCloud Director richiede più tempo rispetto al client vRealize Orchestrator per visualizzare un flusso di lavoro come completato

    Quando il client vRealize Orchestrator esegue il flusso di lavoro Distribuisci una nuova vApp, se si aggiungono più macchine virtuali contemporaneamente a un gruppo di macchine virtuali, il portale tenant di vCloud Director impiega più tempo del client vRealize Orchestrator per visualizzare il flusso di lavoro come completato.

  • Non è possibile selezionare un servizio predefinito quando si aggiunge una nuova regola del firewall distribuito a un VDC dell'organizzazione 

    Quando si aggiunge una nuova regola del firewall distribuito a un VDC dell'organizzazione, nel filtro per la selezione di un servizio predefinito della nuova regola viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole e non è possibile selezionare il servizio.

  • I numeri di slot PCI (Peripheral Component Interconnect) in una macchina virtuale appena creata da un modello sono in ordine errato

    In una nuova vApp, dopo aver aggiunto una macchina virtuale da un modello, i numeri degli slot PCI nella macchina virtuale risultante non corrispondono ai numeri degli slot PCI nel modello di macchina virtuale di origine.

Problemi noti

  • La disattivazione o la sospensione della cella primaria in un ambiente con più celle non consente di riavviare le attività periodiche nella cella secondaria

    In un ambiente con più celle, quando si disattiva o si sospende la cella primaria, le attività periodiche in esecuzione in background nella cella primaria non vengono avviate dalla cella secondaria.

    Soluzione: riavviare i servizi di vCloud Director nella cella.

  • Nel portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director, l'eliminazione di un virtual data center dell'organizzazione non riesce e viene visualizzato il messaggio di errore Impossibile eliminare la rete VDC dell'organizzazione

    Nel portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director si aggiunge un gateway edge al virtual data center dell'organizzazione e si abilita il gateway per fornire il routing distribuito di vCloud Director.

    Quando si tenta di eliminare ricorsivamente il virtual data center dell'organizzazione, l'eliminazione non riesce e viene visualizzato il messaggio di errore Impossibile eliminare la rete VDC dell'organizzazione.

    Soluzione: per eliminare il VDC dell'organizzazione, eseguire i passaggi seguenti.

    1. Utilizzando l'API, eliminare le reti VDC dell'organizzazione e i gateway edge associati al VDC dell'organizzazione che si desidera eliminare.
    2. Utilizzando l'API, eliminare il VDC dell'organizzazione.
  • Se si disabilita l'accesso del provider all'endpoint di accesso dell'API legacy, tutte le integrazioni dell'API che si basano sull'accesso dell'amministratore di sistema smettono di funzionare, inclusi vCloud Usage Meter e vCloud Availability for vCloud Director

    A partire da vCloud Director 10.0, è possibile utilizzare endpoint di accesso vCloud Director OpenAPI separati per l'accesso del provider di servizi e del tenant a vCloud Director. Se l'accesso del provider di servizi all'endpoint legacy /api/sessions è disabilitato, i prodotti che si integrano con vCloud Director, come vCloud Usage Meter e vCloud Availability for vCloud Director smettono di funzionare. Questi prodotti richiederanno una patch per continuare a funzionare.

    Il problema riguarda solo gli amministratori di sistema e non l'accesso del tenant.

    Soluzione: riabilitare l'accesso del provider di servizi all'endpoint /api/sessions legacy utilizzando lo strumento di gestione delle celle.

  • Quando si modificano i valori di garanzia della prenotazione di un VDC, le macchine virtuali esistenti non vengono aggiornate di conseguenza anche dopo un riavvio

    Se si dispone di un VDC dell'organizzazione Flex con il criterio predefinito di sistema e nelle macchine virtuali attivate su tale VDC viene applicato il criterio di ridimensionamento predefinito, quando si aumenta il valore di garanzia della risorsa del VDC, la prenotazione della risorsa per le macchine virtuali esistenti non viene aggiornata e le macchine virtuali non vengono inoltre contrassegnate come non conformi. Il problema si verifica anche quando si converte un modello di allocazione del VDC legacy in un modello di allocazione Flex e le macchine virtuali esistenti diventano non conformi al nuovo criterio predefinito del VDC dell'organizzazione Flex dopo la conversione.

    Soluzione:

    1. Per visualizzare le macchine virtuali non conformi nell'interfaccia utente di vCloud Director, eseguire un controllo di conformità esplicito rispetto alle macchine virtuali utilizzando l'API di vCloud.
    2. Per riapplicare il criterio e riconfigurare le prenotazioni delle risorse, nel portale tenant di vCloud Director fare clic su Rendi conforme la macchina virtuale per una macchina virtuale non conforme.
  • In vCloud Director vengono visualizzate informazioni non corrette sulle macchine virtuali in esecuzione e totali e sulle statistiche della CPU e della memoria in istanze di vCenter Server dedicate

    Se la versione di un'istanza di vCenter Server dedicata è 6.0 U3i o precedenti, 6.5U2 o precedenti oppure 6.7U1 o precedenti, in vCloud Director vengono visualizzate informazioni non corrette sulle macchine virtuali in esecuzione, sulle macchine virtuali totali e sui dati statistici relativi a CPU e memoria nell'istanza di vCenter Server. Nel riquadro di vCenter Server dedicato nel portale tenant e nelle informazioni di vCenter Server dedicate nel portale di amministrazione del provider di servizi viene visualizzato zero per le macchine virtuali in esecuzione e totali, anche quando sono presenti macchine virtuali nell'ambiente vSphere.

    Soluzione: aggiornare l'istanza di vCenter Server alla versione 6.0 U3j, 6.5U3, 6.7U2 o successive.

  • Se la cella primaria corrente è integra, non è possibile promuovere una cella di standby a primaria utilizzando l'interfaccia utente di gestione dell'appliance 

    Se il nodo primario è integro, il pulsante Promuovi nell'interfaccia utente di gestione dell'appliance non funziona.

    Soluzione: Cambiare i ruoli della cella primaria e della cella di standby utilizzando la suite Replication Manager Tool. Per ulteriori informazioni, vedere Scambio dei ruoli tra cella primaria e cella di standby in un cluster a disponibilità elevata del database.

  • L'aggiornamento di un criterio di ridimensionamento delle macchine virtuali non riesce e viene restituito un errore di allocazione della memoria

    Se si converte il VDC di un pool di allocazioni in un VDC dell'organizzazione Flex, vCloud Director mantiene le informazioni del criterio massimo dal VDC del pool di allocazioni prima della conversione. La prenotazione della CPU o della memoria offre un valore superiore rispetto alle prenotazioni definite nel VDC del pool di allocazioni e viene visualizzato il messaggio di errore Le impostazioni di prenotazione, limite o condivisioni della macchina virtuale non sono valide

    Soluzione: accedere come amministratore di sistema e impostare un nuovo criterio massimo con le nuove garanzie di prenotazione delle risorse.

  • Il conteggio dei NIC utilizzati nella griglia dei gateway edge non è corretto per i gateway edge NSX-T

    Per i gateway edge del VDC dell'organizzazione NSX-T, il numero di schede NIC utilizzate visualizzate nella pagina dei gateway edge del portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director non è corretto. Il problema non influisce sulla funzionalità stessa.

    Soluzione: nessuna.

  • Non è possibile configurare il sistema per l'utilizzo di un provider di identità SAML mediante il portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director

    Dopo aver configurato il sistema per l'utilizzo di un provider di identità SAML mediante il portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director, non è possibile accedere nuovamente al portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director.

    Soluzione: configurare il sistema per l'utilizzo di un provider di identità SAML mediante la console Web di vCloud Director.

  • Nell'interfaccia utente H5 del tenant non vengono visualizzate tutte le reti VDC dell'organizzazione quando si aggiunge una rete VDC dell'organizzazione a una vApp

    Nell'interfaccia utente H5 del tenant, quando si tenta di selezionare una rete VDC dell'organizzazione da aggiungere a una vApp, non viene visualizzato l'elenco completo delle reti. Questo succede solo con le reti VDC dell'organizzazione condivise quando viene utilizzato un PVDC supportato da più cluster.

    Soluzione: utilizzare la console Web di vCloud Director (interfaccia utente Flex).

  • Impossibile accedere a un proxy SDDC se vCloud Director utilizza certificati autofirmati legacy

    Dopo l'aggiornamento a vCloud Director 9.7, la connessione a un proxy SDDC potrebbe non riuscire con il messaggio di errore: verify error:num=20:unable to get local issuer certificate. Questo problema si verifica se i certificati autofirmati sono stati generati utilizzando lo strumento di gestione delle celle in vCloud Director 9.5 o versioni precedenti.

    Soluzione: dopo l'aggiornamento a vCloud Director 9.7, rigenerare e aggiornare i certificati autofirmati.

  • Dopo l'aggiornamento a vCloud Director 9.7 (vCloud API v.32.0), i collegamenti personalizzati aggiunti utilizzando le chiamate OpenAPI di branding vengono rimossi

    In vCloud API v.32.0, il tipo UiBrandingLink utilizzato per i collegamenti personalizzati è sostituito dal tipo UiBrandingMenuItem. Questi tipi hanno elementi diversi. Questa modifica non è compatibile con le versioni precedenti. Di conseguenza, le chiamate API dalla versione 31.0 o precedenti che tentano di elaborare o impostare customLinks in un oggetto UiBranding non riescono.

    Soluzione: aggiornare le chiamate API al nuovo tipo di dati.

  • La modifica del criterio di calcolo di una macchina virtuale accesa potrebbe non riuscire

    Quando si tenta di modificare il criterio di calcolo di una macchina virtuale accesa, se il nuovo criterio di calcolo è associato a un criterio di calcolo del VDC del provider che dispone di gruppi di macchine virtuali o di gruppi di macchine virtuali logiche, si verifica un errore. Il messaggio di errore contiene: Underlying system error: com.vmware.vim.binding.vim.fault.VmHostAffinityRuleViolation.

    Soluzione: spegnere la macchina virtuale e riprovare l'operazione.

  • Quando si utilizza il portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director con Firefox, non è possibile caricare le schermate di creazione della rete del tenant

    Se si utilizza il portale di amministrazione del provider di servizi di vCloud Director in Firefox, è possibile che non riesca il caricamento delle schermate di creazione della rete del tenant, ad esempio Gestisci firewall per un virtual data center dell'organizzazione. Questo problema si verifica se il browser Firefox è configurato per il blocco dei cookie di terze parti.

    Soluzione: configurare il browser Firefox in modo da consentire i cookie di terze parti.

  • vCloud Director 9.7 supporta solo un elenco di parametri di input dei flussi di lavoro di vRealize Orchestrator

    vCloud Director 9.7 supporta i seguenti parametri di input dei flussi di lavoro di vRealize Orchestrator:

    • booleano
    • sdkObject
    • SecureString
    • numero
    • mimeAttachment
    • proprietà
    • data
    • composito
    • Regex
    • encryptedString
    • array

    Soluzione: Nessuna

  • Non è possibile consolidare una macchina virtuale con provisioning rapido creata in un array NFS abilitato per VMware vSphere Storage APIs Array Integration (VAAI) o in vSphere Virtual Volumes (VVols)

    Il consolidamento sul posto di una macchina virtuale con provisioning rapido non è supportato quando viene utilizzato uno snapshot nativo. Gli snapshot nativi vengono sempre utilizzati dagli archivi dati abilitati per VAAI, nonché da VVoIs. Quando una macchina virtuale con provisioning rapido viene distribuita in uno di questi contenitori di storage, tale macchina virtuale non può essere consolidata.

    Soluzione: non abilitare il provisioning rapido per un VDC dell'organizzazione che utilizzi NFS abilitato per VAAI o VVoIs. Per consolidare una macchina virtuale con uno snapshot in un archivio dati VAAI o VVoI, trasferire la macchina virtuale in un contenitore di storage diverso.

  • Lo stato della rete VDC dell'organizzazione è vuoto

    Nel portale tenant H5, lo stato di alcune vecchie reti VDC dell'organizzazione operative è vuoto.

    Soluzione: Modificare una proprietà della rete VDC dell'organizzazione (ad esempio la descrizione) e salvarla.

  • Non è possibile eliminare la rete VDC dell'organizzazione dal portale tenant

    È stata aggiunta una rete VDC a una vApp e la stessa vApp è stata connessa a una macchina virtuale.
    Quando si tenta di eliminare la rete VDC dell'organizzazione nel portale tenant, viene visualizzato un messaggio di errore e non è possibile procedere con l'eliminazione.
    Questa rete è in uso.

    Soluzione:per eliminare la rete VDC dell'organizzazione, eseguire i passaggi seguenti.

    1. Nella console Web di vCloud Director passare a Sistema > Organizzazioni e selezionare il nome dell'organizzazione.
      Viene aperta una finestra con tutte le vApp associate all'organizzazione.
    2. Selezionare la vApp del VDC dell'organizzazione e passare alla scheda Rete.
    3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla rete VDC dell'organizzazione che si desidera eliminare e scegliere Elimina.
    4. Per eliminare la rete VDC dell'organizzazione, fare clic su Applica.
  • Quando si crea una regola di anti-affinità nel portale tenant di vCloud Director, nell'interfaccia utente viene visualizzato un elenco di macchine virtuali vuoto

    Se si tenta di creare una regola di anti-affinità nel portale tenant di vCloud Director, non è possibile selezionare una macchina virtuale da aggiungere alla regola perché l'elenco per la selezione della macchina virtuale è vuoto.

    Soluzione: per creare una regola di anti-affinità, utilizzare la console Web di vCloud Director.

  • Le macchine virtuali appena create vengono distribuite nel criterio di storage predefinito del VDC dell'organizzazione

    Nel portale tenant di vCloud Director, quando si crea una nuova macchina virtuale standalone, l'opzione per specificare il criterio di storage non è disponibile. Di conseguenza, la macchina virtuale creata viene distribuita con il criterio di storage predefinito del VDC dell'organizzazione.

    Soluzione: dopo aver creato la macchina virtuale, passare alle proprietà della macchina virtuale risultante e modificare il criterio di storage.

check-circle-line exclamation-circle-line close-line
Scroll to top icon