È possibile aggiungere cluster a un SDDC cloud fino a raggiungere il numero massimo configurato per l'account.

I cluster aggiuntivi vengono creati nelle stesse zone di disponibilità dell'SDDC iniziale.

Quando si distribuisce un cluster aggiuntivo, sia che si tratti di un cluster con una zona di disponibilità singola o di un cluster esteso, non è necessario selezionare lo stesso tipo di host utilizzato nel cluster iniziale creato per l'SDDC. Tuttavia, tutti gli host di un determinato cluster dovranno essere dello stesso tipo. Inoltre, anche se tutte le CPU dell'host devono essere abilitate nel cluster iniziale, quando si creano cluster aggiuntivi è possibile disabilitare alcune CPU dell'host.

I cluster a 2 host con solo 8 CPU abilitate non sono supportati.

Le reti logiche create per l'SDDC vengono condivise automaticamente in tutti i cluster. Le risorse di elaborazione e archiviazione sono configurate in modo simile per tutti i cluster. Ad esempio:
  • Ogni cluster contiene un Compute-ResourcePool che dispone delle stesse autorizzazioni di quello creato nel cluster dell'SDDC iniziale.
  • Ogni cluster contiene un workloadDatastore che dispone delle stesse autorizzazioni di quello creato nel cluster dell'SDDC iniziale.
Nota: Il cluster iniziale contiene Mgmt-ResourcePool e vsanDatastore. Tutti i carichi di lavoro di gestione vengono eseguiti in questo cluster. Tutti i cluster contengono un workloadDatastore ed eseguono carichi di lavoro di macchine virtuali.

I conteggi dei core personalizzati possono essere selezionati solo durante la creazione del cluster e solo per i cluster secondari. I conteggi dei core personalizzati non sono supportati in Cluster-0 in quanto tutti i core sono necessari per le macchine virtuali di gestione.

Procedura

  1. Effettuare l'accesso alla Console VMC su https://vmc.vmware.com.
  2. Nella scheda dell'SDDC a cui si desidera aggiungere un cluster, selezionare Azioni > Aggiungi cluster.
  3. Selezionare il tipo di host.
    Attualmente i tipi di host disponibili sono i3 e i3en. Per ulteriori informazioni sui tipi di host, vedere Tipi di host di VMware Cloud on AWS.
  4. Specificare il numero di core CPU da abilitare per ogni host nel cluster.
    Per gli host i3, tutti i core CPU sono abilitati per impostazione predefinita in ogni host del cluster. Se si desidera disabilitare alcuni core per ottenere un risparmio sui costi di licenza per le applicazioni concesse in licenza in base al numero dei core, è possibile abilitare un sottoinsieme di core disponibili. Questo sottoinsieme si applica a tutti gli host nel cluster. Gli altri core di ciascun host vengono disabilitati e rimangono disabilitati per tutta la durata dell'host.

    Per gli host i3en, tutti i core CPU sono sottoposti a hyperthreading e vengono offerti come core logici per impostazione predefinita in ciascun host del cluster. Se si desidera disabilitare alcuni core per ottenere un risparmio sui costi di licenza per le applicazioni concesse in licenza in base al numero dei core, è possibile abilitare un sottoinsieme di core disponibili. Questo sottoinsieme è fornito come core fisici e si applica a tutti gli host nel cluster. Gli altri core di ciascun host vengono disabilitati e rimangono disabilitati per tutta la durata dell'host.

    Importante: La riduzione del numero di core influisce sulle prestazioni di elaborazione di tutti i carichi di lavoro nell'host e aumenta la probabilità di peggioramento delle prestazioni del sistema. Ad esempio, i sovraccarichi di vCenter Server e di vSAN possono diventare più significativi e operazioni come l'aggiunta di cluster e host possono richiedere più tempo per il completamento.
  5. Selezionare il numero di host nel cluster.
  6. Fare clic su Aggiungi cluster.

risultati

Una barra di avanzamento mostra l'avanzamento della creazione del cluster.