VMware consente inoltre di accedere alle immagini ISO che è possibile utilizzare per distribuire macchine Windows Server.

VMware è un repository di software Microsoft gestito, contenente le seguenti ISO disponibili per l'utilizzo:
  • Data center dell'Windows Server 2019
  • Windows Server 2019 Language Pack
  • Data center del Windows Server 2016
  • Windows Server Data center (con Microsoft Semi-Annual Channel Release)
  • SQL Server 2019 Enterprise. Utilizzare quest'ISO se è necessario aggiungere funzionalità all'istanza di SQL Server.
Nota: L'accesso al repository di software Microsoft gestito da VMware deve essere utilizzato solo per la distribuzione dei file binari di Microsoft da utilizzare su VMware Cloud on AWS.

Procedura

  1. Iscriversi al repository di software Microsoft curato da VMware creando una libreria dei contenuti con sottoscrizione utilizzando il seguente URL: https://vmc-microsoft-templates.s3-us-west-2.amazonaws.com/Images/lib.json
  2. Creare la VM.
  3. Installare il sistema operativo guest e qualsiasi altro software dalle immagini ISO.
    Per ulteriori informazioni sull'installazione del software da immagini ISO, vedere https://docs.vmware.com/it/VMware-vSphere/7.0/com.vmware.vsphere.vm_admin.doc/GUID-55FC02D4-F5B3-4357-BB6B-78240B7F16BA.html.
  4. Installare VMware Tools nella macchina virtuale.
  5. Copiare lo script di attivazione nella macchina virtuale.
    Un'immagine ISO contenente lo script di attivazione si trova nella libreria di contenuti sottoscritta.
    1. Nel vSphere Client, passare alla libreria di contenuti sottoscritta e fare clic su Altri tipi.
    2. Collegare l'unità CD/DVD della macchina virtuale al file ISO Windows_Activation_Script nella libreria dei contenuti.
      Per ulteriori informazioni sulla connessione di un file ISO della libreria dei contenuti a una macchina virtuale, vedere https://docs.vmware.com/it/VMware-vSphere/7.0/com.vmware.vsphere.vm_admin.doc/GUID-BE1C18D2-8FF0-4F41-AA35-A4BA71D62EB4.html.
    3. Copiare il file di script Activation.ps1 nel disco locale della macchina virtuale.
  6. Apportare le modifiche necessarie alla macchina virtuale, ad esempio l'aggiunta di vCPU, l'aggiunta di dischi o la modifica delle impostazioni di rete.
    Per ulteriori informazioni sulla configurazione delle macchine virtuali, vedere https://docs.vmware.com/it/VMware-vSphere/7.0/com.vmware.vsphere.vm_admin.doc/GUID-4AB8C63C-61EA-4202-8158-D9903E04A0ED.html.
  7. Configurare il firewall del gateway di elaborazione utilizzando la Console VMC per consentire l'accesso HTTP e HTTPS in uscita a Internet.
    Questa operazione è necessaria per l'attivazione iniziale dell'immagine del server Windows. Per ulteriori informazioni sulla configurazione del firewall, vedere https://docs.vmware.com/it/VMware-Cloud-on-AWS/services/com.vmware.vmc-aws.networking-security/GUID-A5114A98-C885-4244-809B-151068D6A7D7.html.
  8. Accensione della macchina virtuale.
  9. Eseguire lo script di attivazione.
    1. Nel sistema operativo guest, aprire una finestra di comando e passare alla directory in cui è stato copiato lo script Activation.ps1.
    2. Digitare powershell Activation.ps1 e premere Invio.
  10. Configurare una password Windows Server per proteggere la macchina virtuale in base ai criteri di sicurezza dell'azienda.

Operazioni successive

  • Aggiornare la macchina virtuale con le patch e gli aggiornamenti della sicurezza più recenti. Sebbene VMware fornisca le versioni correnti dei prodotti Microsoft, è responsabilità dell'utente applicare gli aggiornamenti di manutenzione e le patch di sicurezza più recenti per garantire che i prodotti vengano eseguiti in un ambiente sicuro. Attenersi ai consigli dell'azienda relativamente all'aggiornamento di tutti i file binari importati nell'SDDC.
  • Aggiornare le regole del firewall. Il processo di attivazione e aggiornamento delle patch richiede che la macchina virtuale disponga di accesso a Internet. Attenersi alle linee guida aziendali sull'eventuale modifica di queste regole del firewall dopo l'attivazione.