vSAN esegue la deduplicazione e la compressione a livello di blocco per risparmiare spazio di archivio. In questo modo è possibile utilizzare l'archivio in modo più efficiente e conveniente nell'SDDC di VMware Cloud on AWS.

La deduplicazione rimuove i blocchi dati ridondanti. La compressione rimuove ulteriori dati ridondanti all'interno di ciascun blocco dati. Queste tecniche operano insieme o separatamente per ridurre la quantità di archivio fisico necessario per archiviare i dati. vSAN VMware applica la deduplicazione seguita dalla compressione mentre sposta i dati dal livello della cache al livello di capacità.

La deduplicazione e la compressione vengono abilitate automaticamente per i cluster VMware Cloud on AWS che contengono host i3 e non possono essere disattivati. I cluster contenenti host i3en o i4i vengono abilitati automaticamente solo per la compressione. L'abilitazione della compressione senza deduplicazione migliora le prestazioni. Consente inoltre una maggiore disponibilità, perché il dominio di errore può essere limitato a un singolo disco anziché a un gruppo di dischi.

La deduplicazione si verifica inline quando i dati vengono scritti nuovamente dal livello della cache al livello di capacità. L'algoritmo di deduplicazione utilizza una dimensione di blocco fissa e viene applicato all'interno di ciascun gruppo di dischi. Le copie ridondanti di un blocco all'interno dello stesso gruppo di dischi vengono deduplicate.

I risparmi sull'archivio risultanti dalla deduplicazione e dalla compressione dipendono molto dai dati del carico di lavoro. In media, i risparmi sullo spazio di archiviazione sono compresi nell'intervallo da 1,5X a 2X.