VMware Workspace ONE Access per Linux 20.01 | Gennaio 2020 | Build 15509389

VMware Workspace ONE Access Connector (Windows) 20.01 | Gennaio 2020 | Build Workspace ONE Access Connector 20.01.0 Installer.exe

Data rilascio: 30 gennaio 2020

Contenuto del documento

Queste note di rilascio riguardano i seguenti argomenti:

Novità di VMware Workspace ONE Access 20.01

VMware Workspace ONE Access in precedenza denominato VMware Identity Manager

VMware Workspace ONE Access è il nuovo nome del prodotto VMware Identity Manager. In seguito alla modifica del nome non è stata rimossa alcuna funzionalità.

 Connettore e gestione del connettore modificati

  • Possibilità di installare singolarmente i componenti del connettore. I tre componenti sono
    • Servizio di sincronizzazione directory - Sincronizza gli utenti di Active Directory o delle directory LDAP con il servizio Workspace ONE Access.
    • Servizio di autenticazione utente - Fornisce le distribuzioni Password (cloud), RSA SecurID (cloud) e RADIUS (cloud).
    • Servizio di autenticazione Kerberos - Fornisce l'autenticazione Kerberos per gli utenti interni.
  • Configurazione del connettore e gestione del ciclo di vita migliorate e semplificate
    • La configurazione funzionale del servizio di sincronizzazione directory e del servizio del metodo di autenticazione è stata spostata nel servizio Workspace ONE Access. La configurazione della sincronizzazione directory viene eseguita nella pagina Gestione identità e accessi > Directory. La configurazione dei metodi di autenticazione Autenticazione utente e Kerberos viene eseguita nella pagina Gestione identità e accessi > Metodi di autenticazione Enterprise nella console di Workspace ONE Access. Nel connettore non viene memorizzato alcun dettaglio della configurazione.
    • È possibile aggiungere e rimuovere facilmente i connettori in base alle esigenze.
  • Sincronizzazione directory
    • Stabilità migliorata e minore utilizzo di risorse.
    • La sincronizzazione della directory viene ora eseguita dal servizio Workspace ONE Access. Gli utenti possono aggiungere facilmente altri nodi di sincronizzazione directory nella pagina Configurazione directory della console per garantire la disponibilità elevata della sincronizzazione.
    • La possibilità di eseguire un'esecuzione di prova della sincronizzazione è stata rimossa.
    • Il pulsante Prova directory è stato rimosso. Quando la configurazione della directory viene salvata, il servizio di sincronizzazione directory verifica la configurazione della directory in Active Directory.
    • Nell'interfaccia utente sono ora disponibili due opzioni di sincronizzazione, ovvero la sincronizzazione con le protezioni e la sincronizzazione senza protezioni. Queste azioni possono essere eseguite dall'elenco di directory nella pagina Gestione identità e accessi > Directory o da una pagina di destinazione della directory specifica.
    • Quando viene creata una directory IWA, viene visualizzato solo il dominio salvato nel database nella scheda Domini della directory. L'amministratore deve selezionare il pulsante di aggiornamento per visualizzare tutti i domini che hanno una relazione di trust bidirezionale con il dominio di base.
    • La scheda Gruppo della directory include i DN gruppo salvati e i gruppi mappati dal database. Le chiamate al servizio di sincronizzazione directory per recuperare dettagli aggiuntivi come il numero di gruppi nel contenitore, non vengono effettuate automaticamente. È necessario fare clic sul pulsante Seleziona per eseguire la query di Active Directory per recuperare il numero di gruppi per il DN gruppo specifico.
    • Il salvataggio delle configurazioni della mappatura degli attributi utente, dei DN utente, dei DN gruppo, delle protezioni e della pianificazione della sincronizzazione non viene inviato al servizio di sincronizzazione directory nel connettore. Queste configurazioni vengono salvate nel database del servizio Workspace ONE Access perché il servizio di sincronizzazione directory è senza stato.

Configurazione del ripristino di emergenza semplificata grazie a VMware Site Recovery Manager

Supporto per la migrazione del servizio da Windows 19.03 a Linux 20.01

Supporto per il catalogo Hub in locale, che supporta l'app Workspace ONE Intelligent Hub

  • Il catalogo Hub sarà ATTIVATO per impostazione predefinita per la visualizzazione del browser Web.
    • I clienti che effettuano l'aggiornamento alla versione 20.01 possono disattivare la nuova esperienza e tornare all'esperienza del browser di Workspace ONE con il catalogo legacy. Per disattivare il catalogo Hub, passare alla pagina Catalogo > Configurazione Hub per avviare la console di Servizi Hub.  Nella pagina Personalizzazione che viene visualizzata, disattivare il pulsante di opzione Esperienza browser Hub.
    • Se si intende utilizzare il catalogo Hub dopo l'aggiornamento e sono state personalizzate la pagina del catalogo di Workspace ONE e la schermata di accesso nel servizio VMware Identity Manger, dopo l'aggiornamento sarà necessario passare alla console di Servizi Hub e personalizzare la pagina Branding per aggiungere il proprio logo e i propri colori. Vedere Utilizzo del catalogo Hub nelle distribuzioni di Workspace ONE Access.
  • Consente la migrazione dall'applicazione legacy di Workspace ONE al catalogo moderno di Workspace ONE Intelligent Hub.

Modifica dell'interfaccia utente delle impostazioni dell'appliance di Workspace ONE Access

  • La scheda Impostazione dell'appliance consente di gestire la configurazione di SMTP, licenza e telemetria.
  • La configurazione di VA è stata spostata nel dashboard di diagnostica del sistema. Fare clic su Configurazione VA in un'appliance elencata nel dashboard per accedere alla console di configurazione di VA per tale appliance.

Internazionalizzazione

VMware Workspace ONE Access 20.01 è disponibile nelle lingue seguenti.

  • Inglese
  • Francese
  • Tedesco
  • Spagnolo
  • Giapponese
  • Cinese semplificato
  • Coreano
  • Cinese (Taiwan)
  • Russo
  • Italiano
  • Portoghese (Brasile)
  • Olandese

Compatibilità, installazione e aggiornamento

Compatibilità di VMware vCenter™ e VMware ESXi™

L'appliance di VMware Workspace ONE Access supporta le versioni seguenti di vSphere ed ESXi.

  •  6.5 U3,    6.7 U2,     6.7 U3

Compatibilità dei componenti

Versioni di Windows Server supportate

  • Windows Server 2008 R2
  • Windows Server 2012
  • Windows Server 2012 R2
  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2019

Browser Web supportati

  • Mozilla Firefox, versione più recente
  • Google Chrome 42.0 o versioni successive
  • Internet Explorer 11
  • Safari 6.2.8 o versioni successive
  • Microsoft Edge, versione più recente

Database supportato

  • MS SQL 2012, 2014, 2016, 2017

Server di directory supportati

  • Active Directory - Singolo dominio AD, più domini in una singola foresta AD o più domini in più foreste AD.
  • OpenLDAP - 2.4.42
  • Oracle LDAP - Directory Server Enterprise Edition 11g, Release 1 (11.1.1.7.0)
  • IBM Tivoli Directory Server 6.3.1

La matrice di interoperabilità dei prodotti VMware fornisce dettagli sulla compatibilità della versione corrente e di quelle precedenti dei prodotti e dei componenti VMware, ad esempio VMware vCenter Server, VMware ThinApp e Horizon 7.

Per i requisiti di sistema, vedere la guida all'installazione di VMware Workspace ONE Access 20.01 nel centro documentazione di Workspace ONE Access.

Aggiornamento a VMware Workspace ONE Access 20.01 (Linux)

Affinché sia possibile eseguire l'aggiornamento a Workspace One Access 20.01, la versione dell'appliance di VMware Identity Manager deve essere 19.03.

Aggiornare VMware Identity Manager 3.3 alla versione 19.03 prima di eseguire l'aggiornamento a Workspace One Access 20.01.

Prima dell'aggiornamento

  • Prima di eseguire l'aggiornamento, per assicurarsi che i dati di Elasticsearch non vengano eliminati, preparare Elasticsearch per l'aggiornamento. Vedere Prerequisiti per l'aggiornamento online nella guida all'aggiornamento a VMware Workspace ONE Access 20.01.

Per eseguire l'aggiornamento a Workspace ONE Access 20.01 per Linux, vedere Aggiornamento a VMware Workspace ONE Access 20.01 (Linux) nel centro documentazione di Workspace ONE Access. Poiché durante l'aggiornamento tutti i servizi vengono interrotti, è consigliabile pianificarlo tenendo in considerazione il tempo di inattività previsto.

Dopo l'aggiornamento

  • Assicurarsi di passare alla pagina Workspace ONE UEM nella console di Workspace ONE Access e fare clic su Salva nella sezione Configurazione di Workspace ONE UEM per popolare l'URL dei servizi del dispositivo. Se non si aggiorna l'URL dei servizi del dispositivo, le registrazioni dei nuovi dispositivi in UEM non riusciranno. Vedere la sezione relativa al salvataggio della configurazione di Workspace ONE UEM nell'argomento Configurazione successiva all'aggiornamento della guida all'aggiornamento di Workspace ONE Access.

Migrazione di VMware Identity Manager per Windows a Workspace ONE Access 20.01 per Linux

A partire dalla versione 20.01, il servizio Workspace ONE Access è disponibile in locale solo in Linux.

Per eseguire la migrazione di una macchina Windows all'appliance di Workspace ONE Access 20.01, consultare la guida alla migrazione da Windows a Linux per VMware Workspace ONE Access 20.01 nel centro documentazione di Workspace ONE Access per informazioni sui passaggi da eseguire per la migrazione.

Affinché sia possibile eseguire la migrazione a Workspace ONE Access 20.01 per Linux, la versione di VMware Identity Manager in Windows deve essere 19.03.

Dopo aver effettuato la migrazione alla versione 20.01

VMware Workspace ONE Access Connector 20.01.0.0 (Windows)

VMware Workspace ONE Access Connector è un componente locale di VMware Workspace ONE Access che si integra con l'infrastruttura locale. Il connettore è una raccolta di servizi Enterprise che possono essere installati singolarmente o insieme nei server Windows. È possibile installare i seguenti componenti del servizio.

  • Servizio di sincronizzazione directory per sincronizzare gli utenti dalle directory Enterprise
  • Servizio di autenticazione utente che include Password (cloud), RSA SecurID (cloud) e RADIUS (cloud)
  • Servizio di autenticazione Kerberos per l'autenticazione Kerberos

Migrazione a Workspace ONE Access Connector 20.01

Quando si esegue l'aggiornamento a Workspace ONE Access, per utilizzare il nuovo Workspace ONE Access Connector 20.01, installare uno o più connettori 20.01 e quindi effettuare la migrazione delle directory e dei metodi di autenticazione esistenti dai connettori della versione 19.03 ai nuovi connettori.

I server Windows per i connettori 20.01 devono essere separati dai server del connettore legacy. Durante il processo di migrazione, si passerà dall'utilizzo dei connettori precedenti ai nuovi connettori per testare la migrazione. I server dei connettori legacy 19.03 devono essere in esecuzione durante il processo di migrazione. Non disinstallare i connettori 19.03 fino al completamento della migrazione.

Non è possibile aggiornare le versioni precedenti dei connettori alla 20.01.

Vedere la guida alla migrazione del connettore nel centro documentazione di Workspace ONE Access.

Prima di eseguire la migrazione

  • Assicurarsi che la versione di tutti i connettori legacy sia la 19.03.
  • Prima di eseguire la migrazione dell'autenticazione RSA SecurID al connettore 20.01, assicurarsi di cancellare il node secret nella console di RSA Security.

Applicazioni virtuali

Workspace ONE Access Connector 20.01 non supporta le app virtuali (integrazioni con Citrix, Horizon, Horizon Cloud e ThinApp). Se l'ambiente include app virtuali o si prevede di utilizzare app virtuali in futuro, non eseguire la migrazione a Workspace ONE Access Connector 20.01.

Per utilizzare le app virtuali con Workspace ONE Access 20.01, è necessario usare VMware Identity Manager Connector versione 19.03.

  • VMware Identity Manager Integration Broker 19.03 | Aprile 2019 | La build 13221855 funziona solo con VMware Identity Manager Connector versione 19.03.

Per utilizzare VMware ThinApp con Workspace ONE Access 20.01, è necessario usare la versione 2018.8.1 dell'appliance del connettore basato su Linux di VMware Identity Manager.  Se si utilizzano pacchetti ThinApp, non eseguire l'aggiornamento alla versione 19.03 o 20.01 di VMware Workspace ONE Access Connector.

  • VMware Identity Manager Desktop 3.2 | Marzo 2018 | La build 7952055 viene utilizzata con i pacchetti ThinApp

Documentazione

La documentazione di VMware Workspace ONE Access 20.01 è disponibile nel centro documentazione di VMware Workspace ONE Access.

Problemi noti

  • La configurazione del metodo di autenticazione RSA SecurID ogni tanto non riesce

    Quando si tenta di salvare la configurazione di SecurID nella console di Workspace ONE Access, viene visualizzato un messaggio di errore che indica che l'autenticazione RSA non è stata configurata.

    1. Provare a salvare nuovamente la configurazione dopo aver visualizzato il messaggio di errore. (Riprovare a salvare la configurazione più volte.)

    2.  Se questo non funziona, riavviare il connettore in cui è installato il servizio di autenticazione utente.

  • Il tipo di directory Altra directory (AirWatch Cloud Connector) non può essere eliminato da Workspace ONE Access Connector 20.01

    Quando si fa clic su Elimina directory per eliminare una directory di tipo "Altro" (in genere una directory di AirWatch Cloud Connector) dalla console di Workspace ONE Access, la barra di avanzamento continua a muoversi, ma la directory non viene eliminata.

    Contattare il supporto per un'API per eliminare la directory.

check-circle-line exclamation-circle-line close-line
Scroll to top icon