Oltre a integrare pod di visualizzazione con Workspace ONE Access, è possibile integrare distribuzioni Cloud Pod Architecture (CPA) di Horizon.

Figura 1. Integrazione delle federazioni di pod di Horizon con Workspace ONE Access in locale
Figura 2. Integrazione delle federazioni di pod di Horizon con il servizio Workspace ONE Access Cloud

Integrazione ospitata

La funzionalità Cloud Pod Architecture di Horizon Cloud collega più pod Horizon in modo da formare un unico grande ambiente di gestione e controllo di desktop e applicazioni, denominato federazione di pod. Una federazione di pod può comprendere più siti e più data center.

È possibile integrare una o più federazioni di pod con il servizio Workspace ONE Access. Si noti che le federazioni di pod sono create e gestite in Horizon, e che i permessi di utenti e gruppi rispetto ai desktop e ai pool di applicazioni della federazione di pod vengono impostati in Horizon. Le risorse e i permessi vengono sincronizzati a Workspace ONE Access.

Le federazioni di pod hanno permessi globali, che consentono di autorizzare gli utenti ad accedere a desktop e applicazioni a cui è possibile accedere da qualsiasi pod della federazione di pod. Un permesso globale può essere formato da risorse di più pod della federazione. Ad esempio, un permesso desktop globale potrebbe contenere pool di tre diversi pod in tre diversi data center. Sui singoli pod della federazione di pod possono anche essere configurati permessi locali. È possibile sincronizzare permessi globali e locali conWorkspace ONE Access.

Per l'integrazione di una federazione di pod con il servizio Workspace ONE Access, è necessario eseguire le attività generali seguenti nella console di Workspace ONE Access:

  • Aggiunta di tutti i pod che costituiscono la federazione di pod, specificando i dettagli del server di connessione di Horizon per ciascuno di essi.

    Nonostante Workspace ONE Access possa sincronizzare i permessi globali da qualsiasi pod della federazione di pod, deve connettersi a ciascun pod per sincronizzare i metadati richiesti per l'autenticazione SAML. Deve anche connettersi ai pod per sincronizzare i permessi locali, se opportuno.

  • Aggiungere i dettagli della federazione di pod e specificare l'URL di avvio globale. L'URL di avvio globale, che è in genere l'URL del bilanciamento del carico, viene utilizzate per avviare desktop e applicazioni con permessi globali.

    È possibile personalizzare l'URL di avvio globale per specifici intervalli di rete, ad esempio per l'accesso interno ed esterno.

  • Sincronizzare risorse e permessi dalla federazione di pod al servizio Workspace ONE Access.
    Nota: Solo permessi globali con criterio di ambito Tutti i siti in una federazione di pod vengono sincronizzati. Il criterio di ambito Tutti i siti delimita l'ambito della ricerca di applicazioni o desktop a tutti i pod compresi nella federazione di pod.
  • Per personalizzare l'URL di avvio globale è necessario impostare gli URL di accesso al client per specifici intervalli di rete. Tali URL sono utilizzati per avviare risorse con permessi globali dalla federazione di pod. Per impostazione predefinita, l'URL di avvio globale specificato quando si aggiunge la federazione viene utilizzato come URL di avvio globale per tutti gli intervalli di rete.
  • Specificare gli URL di accesso al client per ogni pod nella federazione che disponga di permessi locali configurati. Tali URL sono usati per avviare dal pod desktop e applicazioni con permessi locali. Un URL di accesso al client può essere un URL del server di connessione di Horizon, un URL di Security Server o un URL di bilanciamento del carico. Gli URL di accesso al client vengono impostati per specifici intervalli di rete. Per impostazione predefinita, l'URL del server di connessione di Horizon specificato quando si aggiunge il pod viene utilizzato come URL di accesso al client per tutti gli intervalli di rete.

Quando si integra una federazione di pod al servizio Workspace ONE Access, quest'ultimo effettua le seguenti operazioni:

  • Sincronizza tutti i permessi globali con criterio dell'ambito Tutti i siti della federazione di pod.
  • Sincronizza i permessi locali, se selezionati, dai pod che fanno parte della federazione di pod.
  • Sincronizza i metadati da tutti i server di connessione di Horizon nella federazione di pod.
  • Consente agli utenti finali di accedere alle applicazioni e ai desktop di Horizon dal portale o dall'app Workspace ONE Intelligent Hub.

Gli utenti finali accedono alle applicazioni e ai desktop di Horizon dal portale o dall'app Intelligent Hub. Tutte le risorse per le quali dispongono di permessi, globali o locali, vengono visualizzate. Applicazioni e desktop vengono avviati in Horizon Client. Quando un utente avvia un'applicazione o un desktop con permessi locali, l'avvio viene eseguito dal server di connessione di Horizon a cui l'utente si connette. Una risorsa con permessi globali viene avviata dal server di connessione di Horizon in cui si trova.

Esempio di distribuzione di Cloud Pod Architecture

I diagrammi seguenti illustrano un esempio di distribuzione Cloud Pod Architecture e in che modo è integrata con il servizio Workspace ONE Access.

Figura 3. Distribuzione Cloud Pod Architecture con Workspace ONE Access in locale
Figura 4. Distribuzione Cloud Pod Architecture con il servizio Workspace ONE Access Cloud

Distribuzione ospitata di esempio

Questo diagramma illustra un esempio di distribuzione di federazione di pod. Una federazione di pod, denominata Federazione 1, viene creata in Horizon 6. Ha tre pod, Pod 1, Pod 2 e Pod 3. Pod 1 e Pod 2 sono configurati con istanze di Security Server per ogni server di connessione di Horizon e un bilanciamento del carico esterno per l'accesso esterno, e con un bilanciamento del carico interno per l'accesso interno. Pod 3 è configurato per il solo accesso interno con un bilanciamento del carico interno. La federazione di pod nel suo complesso ha un bilanciamento del carico globale esterno e un bilanciamento del carico globale interno.

Pool di desktop e applicazioni sono distribuiti nei pod. I permessi globali sono configurati per Federazione 1 e sono configurati anche permessi locali per i singoli pod.

Federazione 1 è integrata con il servizio Workspace ONE Access Il servizio Workspace ONE Access sincronizza i permessi globali e quelli locali da Federazione 1. Poiché i permessi globali sono replicati in ogni pod, sincronizza i permessi globali da Pod 1. Sincronizza inoltre i permessi locali da Pod 1, Pod 2 e Pod 3.

Gli utenti finali possono visualizzare tutti i desktop e le applicazioni per cui dispongono di permessi, globali o locali, nel portale o nell'app Intelligent Hub. Quando un utente avvia un desktop o un'applicazione con permessi globali, la richiesta di avvio passa al bilanciamento del carico globale interno o esterno, EG URL o IG URL, in base all'intervallo di rete dell'utente. Se la risorsa proviene da un permesso locale, la richiesta di avvio passa al bilanciamento del carico interno o esterno del pod su cui è distribuita la risorsa, in base all'intervallo di rete dell'utente. Ad esempio, per una risorsa su Pod 2, la richiesta passa a URL I2 o URL E2.