È possibile abilitare l'autenticazione RADIUS e configurare le impostazioni RADIUS nella console di Workspace ONE Access.

Prerequisiti

Installare e configurare il software RADIUS in un server di gestione dell'autenticazione. Per l'autenticazione RADIUS, seguire la documentazione di configurazione del fornitore.

Per configurare RADIUS nel servizio, è necessario conoscere le seguenti informazioni sul server RADIUS.

  • Indirizzo IP o nome DNS del server RADIUS.
  • Numeri della porta di autenticazione. La porta di autenticazione è in genere la 1812.
  • Tipo di autenticazione. I tipi di autenticazione includono PAP (Password Authentication Protocol), CHAP (Challenge Handshake Authentication Protocol), MSCHAP1 e MSCHAP2 (Microsoft Challenge Handshake Authentication Protocol, versioni 1 e 2).
  • Segreto condiviso RADIUS utilizzato per la crittografia e la decrittografia nei messaggi del protocollo RADIUS.
  • Timeout e valori retry specifici necessari per l'autenticazione RADIUS.

Procedura

  1. Nella scheda Gestione identità e accessi della console di Workspace ONE Access, selezionare Configurazione.
  2. Nella pagina Connettori selezionare il collegamento Worker del connettore che si sta configurando per l'autenticazione RADIUS.
  3. Fare clic su Adattatori autenticazione e quindi su RadiusAuthAdapter.
    Si verrà reindirizzati alla pagina di accesso di Workspace ONE Access.
  4. Fare clic su Modifica per configurare questi campi nella pagina Adattatore di autenticazione.
    Opzione Azione
    Nome L'immissione del nome è obbligatoria. Il nome predefinito è RadiusAuthAdapter, ma è possibile modificarlo.
    Abilita adattatore Radius Selezionare questa casella per abilitare l'autenticazione RADIUS.
    Numero di tentativi di autenticazione consentiti Immettere il numero massimo di tentativi di accesso non riusciti consentiti quando si utilizza RADIUS per accedere. Il valore predefinito è cinque tentativi.
    Suggerimento passphrase per pagina di login Immettere la stringa di testo da visualizzare nel messaggio della pagina di accesso dell'utente per indicargli di immettere il passcode Radius corretto. Ad esempio, se questa casella di testo è configurata con Prima password AD, poi passcode SMS, il messaggio della pagina di accesso indica Immetti innanzitutto la password di AD, quindi il passcode di SMS La stringa di testo predefinita è Passcode RADIUS.
    Consenti autenticazione diretta al server Radius durante il concatenamento dell'autenticazione Selezionare questa casella per abilitare l'autenticazione diretta degli utenti. Gli utenti non devono immettere nuovamente le credenziali.
    Numero di tentativi per il server Radius Immettere il numero totale di tentativi. Se il server primario non risponde, il servizio attende il tempo configurato prima di riprovare.
    Timeout server in secondi

    Immettere il timeout del server RADIUS in secondi, al termine del quale viene eseguito un nuovo tentativo se il server RADIUS non risponde.

    Nome host/indirizzo server Radius Immettere il nome host o l'indirizzo IP del server RADIUS.
    Porta di autenticazione Immettere il numero della porta di autenticazione Radius. La porta è in genere la 1812.
    Porta di accounting Immettere 0 come numero di porta. La porta di accounting non viene attualmente utilizzata.
    Tipo di autenticazione Immettere il protocollo di autenticazione supportato dal server RADIUS, scegliendo tra PAP, CHAP, MSCHAP1 o MSCHAP2.
    Segreto condiviso Immettere il segreto condiviso utilizzato tra il server RADIUS e il servizio Workspace ONE Access.
    Prefisso area di autenticazione (Facoltativo) La posizione dell'account utente è chiamata area di autenticazione.

    Se si immette una stringa per il prefisso dell'area di autenticazione, tale stringa viene posizionata all'inizio del nome utente quando il nome viene inviato al server RADIUS. Se, ad esempio, si immette jdoe come nome utente e si specifica il prefisso dell'area di autenticazione DOMAIN-A\, al server RADIUS viene inviato il nome utente DOMAIN-A\jdoe. Se non si configurano queste caselle di testo, viene inviato solo il nome utente immesso.

    Suffisso area di autenticazione (Facoltativo) Se si specifica un suffisso dell'area di autenticazione, la stringa viene posizionata alla fine del nome utente. Se, ad esempio, il suffisso è @myco.com, al server RADIUS viene inviato il nome utente jdoe@myco.com.
  5. È possibile abilitare un server RADIUS secondario per la disponibilità elevata.
    Configurare il server secondario come descritto nel passaggio 4.
  6. Fare clic su Salva.

Operazioni successive

Attivare il metodo di autenticazione RADIUS nel provider di identità integrato dalla scheda Gestione identità e accessi > Gestisci. Vedere Gestione dei metodi di autenticazione nei provider di identità integrati.

Aggiungere il metodo di autenticazione RADIUS al criterio di accesso predefinito. Passare alla pagina Gestione identità e accessi > Gestisci > Criteri e modificare le regole del criterio predefinito per aggiungere il metodo di autenticazione RADIUS alla regola. Vedere Gestione dei metodi di autenticazione da applicare agli utenti.