Workspace ONE UEM | 30 maggio 2019

Verificare la presenza di aggiunte e aggiornamenti di queste note di rilascio.

Cosa contengono le note di rilascio

Cosa contengono le note di rilascio

Le note di rilascio riguardano i seguenti argomenti:

Nuove funzionalità di questa versione

Workspace ONE UEM Console

    Nuove impostazioni predefinite per ottenere il massimo da AirWatch Express.
    • La raccolta della posizione è ora attivata per impostazione predefinita per le nuove distribuzioni di AirWatch Express. . Gli utenti finali ora ricevono sul proprio dispositivo una richiesta di conferma della concessione di autorizzazione a raccogliere i dati di posizione. Se l'autorizzazione viene concessa, i dati di posizione vengono visualizzati in Dettagli dispositivo in UEM Console.
    • App Catalog ora è attivato per impostazione predefinita per le nuove distribuzioni di AirWatch Express. Dopo la registrazione, il webclip di App Catalog viene visualizzato nella schermata Home del dispositivo e consente agli utenti finali di visualizzare tutte le app assegnate.
    • Sblocco rapido dei dispositivi iOS in modalità Perso dalla barra degli strumenti azioni nella vista Dettagli dispositivo.
  • Sono stati apportati diversi miglioramenti della configurazione di AirWatch Express, che hanno un impatto sulla raccolta delle posizioni, sul catalogo delle app e sulla modalità Perso per i dispositivi iOS.
  • Recupero di account utente e gruppi con la nuova API di SCIM.
    La nuova API di SCIM contribuisce a recuperare tutti i gruppi a cui appartiene un utente. 
  • Approvazione automatica delle applicazioni dalle Attività iniziali guidate di Office 365.
    Attività iniziali guidate di Office 365 consente di approvare automaticamente le app di Office 365 per Android Enterprise. Questo è ora il flusso normale.
  • Esportazione dei report in file XLSX, proprio come i file CSV.
    Oltre a esportare i file CSV, è ora possibile esportare le visualizzazioni elenco e i report come file XLSX. Con questa nuova scelta, è possibile evitare i problemi di formattazione causati dai formati CSV.

VMware Workspace ONE Intelligent Hub

  • Attivazione semplificata dei servizi hub se già si utilizzano VMware Identity Manager e Workspace ONE UEM.
    Ora è possibile abilitare facilmente i servizi hub se già si utilizzano VMware Identity Manager e Workspace ONE UEM.
    È sufficiente immettere l'URL VMware Identity Manager esistente per attivare i servizi hub. Non è necessario immettere nuovamente le credenziali dell'utente amministratore. Utilizzeremo quelle già specificate per collegare VMware Identity Manager e Workspace ONE UEM.

iOS

  • Avvio della creazione di report sulle SIM fisiche e sulle eSIM grazie al nuovo supporto Dual SIM.
    Gli amministratori possono ora creare report sulle SIM fisiche e sulle eSIM configurate sui dispositivi iOS supportati, come iPhone XR, XS e XS Max.

Gestione contenuti mobili

  • Aggiunta di valori jolly per impedire agli utenti di creare repository e cartelle secondarie manuali.
    Ora è possibile utilizzare il carattere jolly (*) all'inizio e alla fine del percorso del file per impedire agli utenti di creare repository manuali e sottocartelle con il modello manuale.

Dispositivi rugged

  • Aggiunta di app al profilo del Launcher con la facilità dell'automazione.
    Ora è possibile creare regole dinamiche per aggiungere automaticamente le app in lista bianca a un profilo del Launcher. Queste regole supportano i caratteri jolly nel campo app. Dopo aver aggiunto un carattere jolly, l'icona dell'app viene visualizzata come un bundle di app e viene visualizzata nel Launcher nello spazio disponibile. Non è necessario ripubblicare l'app ogni volta che viene aggiunta una nuova app.
  • Estensione della Content Delivery Network (CDN) al Launcher di VMware Workspace ONE.
    La Content Delivery Network (CDN) è ora estesa al Launcher di VMware Workspace ONE.Durante la registrazione, il Launcher viene inserito nel dispositivo tramite CDN anziché tramite Servizi dispositivo. Ciò consente di migliorare le prestazioni di consegna del Launcher ai dispositivi e di ridurre il carico del server quando viene distribuita la nuova versione di Launcher.

Windows

  • Uso ottimale dei dispositivi Dell con il profilo BIOS aggiornato e l'integrazione di Dell Command | Monitor.
    Per utilizzare il profilo BIOS non è più necessario eseguire manualmente il push di Dell Command | Monitor sui dispositivi Windows Desktop. Quando si esegue il push del profilo sui dispositivi, Workspace ONE UEM esegue automaticamente il push di Dell Command | Monitor sui dispositivi.
  • Informazioni utili per gli utenti. Visualizzazione dello stato di avanzamento dei dispositivi Windows Desktop che effettuano la registrazione utilizzando il flusso di lavoro di Configurazione guidata.
    La nuova visualizzazione dello stato di avanzamento informa l'utente di ciò che accade durante la registrazione in Configurazione guidata. Inoltre, gli utenti possono ignorare la Configurazione guidata dopo uno specifico periodo di timeout.

  • I dispositivi degli utenti finali non richiedono più Intelligence Hub per utilizzare il profilo Windows Desktop Antivirus.
    Ora è più facile garantire la sicurezza dei dispositivi Windows Desktop con Windows Defender poiché non è più necessario un agente con il profilo antivirus aggiornato.

  • I dispositivi hanno un numero enorme di attributi associati. È possibile sfruttare la potenza dei sensori per individuare i dispositivi specifici desiderati.
    I dispositivi Windows Desktop hanno associati moltissimi attributi da ricordare quali hardware, sistema operativo, certificati, patch, app e altro ancora. Per tenere traccia di tutti questi attributi, abbiamo creato i sensori. Ora è possibile creare un sensore per un attributo specifico e visualizzare questi dati in Workspace ONE Intelligence creando visualizzazioni sui dashboard e personalizzando i report.

Problemi risolti

I problemi risolti sono raggruppati come segue.

1905 Problemi risolti
  • AAPP-2103: tipo di valore di array non disponibile per la configurazione dell'applicazione VPP.

  • AAPP-5525: gli amministratori non sono in grado di pubblicare il profilo wireless macOS.

  • AAPP-6094: il blocco di attivazione chiaro non funziona come previsto.

  • AAPP-6108: i dispositivi DEP che hanno più di un record di token di registrazione esistente creano una discrepanza nel numero effettivo di dispositivi DEP. 

  • AAPP-6140: l'app pubblica iOS aggiunta tramite l'URL non viene visualizzata nella scheda app nella pagina dei dettagli del dispositivo. 

  • AAPP-6744: l'app integrata da SDK non riesce a caricare sui dispositivi iOS quando viene spinta come applicazione gestita VPP.

  • AAPP-6843: il numero di asset dell'importazione batch non viene applicato per le registrazioni DEP.

  • AAPP-6845: la pubblicazione del profilo di restrizioni iOS non funziona come previsto.

  • AAPP-6859: l'accordo di licenza con l'utente finale per le app VPP non è aggiornato.

  • AAPP-6882: non è possibile modificare l'assegnazione del profilo DEP per un dispositivo registrato tramite la chiamata API e non l'importazione batch.

  • AAPP-6886: le chiamate di ricerca dispositivi all'API, o le chiamate che restituiscono il campionamento della rete, hanno esito negativo con i dispositivi macOS.

  • AAPP-6903: Le applicazioni B2B VPP personalizzate non vengono visualizzate nella categoria specificata.

  • AAPP-6905: UEM risponde in modo errato ai messaggi di autenticazione dell'utente di rete quando il dispositivo viene registrato a un utente finale.

  • AAPP-6969: Action Products o file su richiesta non vengono distribuiti dal catalogo Intelligent Hub di macOS.

  • AAPP-7020: la disinstallazione dell'API di un'app acquistata non viene eseguita poiché l'applicazione o l'utente non dispone dell'accesso.

  • AGGL-192: L'API system/users/enrolleddevices/search del server non restituisce il gruppo.

  • AGGL-4544: i dispositivi Android Enterprise non rispettano le impostazioni di restrizione della registrazione. 

  • AGGL-4940: la disabilitazione di FRP durante l'avvio della cancellazione dei dati dei dispositivi di lavoro gestiti non funziona come previsto.

  • AGGL-5024: le applicazioni di sistema su Android per i dispositivi di lavoro non eseguono la gestione automatica quando vengono assegnate attraverso la console dopo la registrazione.

  • AGGL-5306: impossibile cercare le applicazioni Android nel gruppo di applicazioni quando AFW è abilitato.

  • AGGL-5363: i valori di ricerca basati su dispositivi utilizzati nella configurazione dell'applicazione non vengono inseriti nei dispositivi.

  • AGGL-5366: l'applicazione di sistema (Chrome) non è in grado di recuperare il profilo VPN quando è registrato tramite Android For Work.

  • AGGL-5411: i valori di ricerca della configurazione dell'applicazione non sono selezionabili per i dispositivi Android Enterprise.

  • AGGL-5447: impossibile configurare Pulse Secure nel push di un profilo VPN se l'autenticazione richiede un certificato.

  • AGGL-5456: le applicazioni interne di Android Enterprise non sono in grado di associare il profilo VPN Android for Work mediante l'API.

  • AGGL-5459: la registrazione di Android Enterprise non rispetta le restrizioni basate sui gruppi di utenti.

  • AGGL-5501: i valori di ricerca del numero di serie non vengono compilati per la configurazione dell'applicazione Android for Work.

  • AMST-14774: le contingenze dei dati nella sezione "Quando installare" non funzionano come previsto.

  • AMST-14843: il profilo VPN di Windows Desktop restituisce l'errore Server DNS non valido.

  • AMST-15004: InterrogatorDataHandler genera un errore OverflowException.

  • AMST-15094: se il profilo BIOS Dell è già installato sul dispositivo Win-10, quando si esegue il push del profilo dopo averlo modificato l'operazione non riesce.

  • AMST-15198: la creazione dell'utente locale non è consentita nel flusso AAD Premium.

  • AMST-15203: I profili vengono applicati erroneamente sulle app di Dell Command Suite.

  • AMST-15744: la risoluzione dei problemi relativi ai registri dei campioni di dispositivi Hololens non funziona come previsto.

  • AMST-16054: i clienti non possono inserire il profilo BIOS a meno che DCM non sia già installato sul dispositivo.

  • AMST-16345: L'app DCM non viene accodata Quando si inserisce un nuovo profilo di BIOS automatico per i dispositivi già registrati.

  • ARES-2791: il menu Gestisci dispositivi consente di rimuovere le applicazioni rifiutate e visualizza in modo errato lo stato come installato.

  • ARES-2831: l'elenco di applicazioni gestite visualizza Dati non validi.

  • ARES-6830: Il conteggio delle applicazioni per l'applicazione Workspace ONE sulla console UEM non corrisponde ai dati del database.

  • ARES-6832: l'endpoint dello stato dell'applicazione restituisce i valori Non supportato/Non assegnato per le versioni precedenti dell'app.

  • ARES-6859: "Nessun record trovato" viene visualizzato come dispositivi installati nella schermata Gestisci dispositivi, quando l'applicazione pubblica non è attiva.

  • ARES-7989: l'utente è in grado di salvare la coppia di valori chiave non valida della configurazione dell'applicazione poiché non è presente alcuna convalida. 

  • ARES-8162: il campo di ricerca nel catalogo delle app Workspace ONE non cerca la descrizione dell'app per le applicazioni native, contrariamente al messaggio visualizzato per l'utente finale.

  • ARES-8171: il nome dell'applicazione non coincide con le impostazioni dispositivi e utenti/Apple/Apple iOS/Intelligent Hub.

  • CMCM-187739: il File System Distribuito non è compatibile con il Content Gateway.

  • CMEM-185163: G Suite con conservazione della password non viene installata sul dispositivo con SSP.

  • CMSVC-9154: l'ultima notifica dell'e-mail di scadenza della password viene erroneamente inviata in base all'ora UTC.

  • CMSVC-9155: impossibile inserire il valore NULL nella colonna "Nome utente".

  • CMSVC-9624: quando si aggiorna una voce dell'utente amministratore utilizzando l'API REST, l'e-mail di notifica non viene inviata.

  • CMSVC-9933: gli amministratori figlio non sono in grado di modificare il gruppo di utenti.

  • CMSVC-9974: gli aggiornamenti di gruppi smart non funzionano come previsto.

  • CMSVC-10016: le immagini e gli esempi di AD Azure nella console di UEM sono obsoleti. 

  • CMSVC-10037: la modifica dell'assegnazione di gruppi smart non funziona come previsto. Facendo clic sullo spazio vuoto accanto alle caselle di controllo 
    è possibile abilitare o disabilitare la selezione.

  • CRSVC-4729: le selezioni OCSP effettuate sul certificato restituiscono uno stato errato se il numero di serie inizia con zero.

  • CRSVC-5465: non è possibile arrestare la registrazione assegnata dai dettagli del dispositivo se più dispositivi sono contrassegnati per tale registrazione nell'ambiente. 

  • ENRL-308: le impostazioni del sistema di mappatura dei gruppi di utenti non consentono a un amministratore di lasciare i gruppi di utenti fuori dalla configurazione.

  • ENRL-1084: Se un cliente esegue uno script per eliminare il dispositivo dal database senza lasciarne traccia, i dispositivi rimangono registrati e continuano il check-in. Poiché i dispositivi sono ora non tracciabili, è difficile identificarli e registrarsi nuovamente.

  • ENRL-1119: mancata esecuzione delle registrazioni dopo l'aggiornamento dell'ambiente.

  • ENRL-1193: l'accesso dell'utente non riesce al momento di accettare l'EULA se il dominio è preceduto dal nome utente.

  • ENRL-1120: la registrazione del dispositivo non funziona come previsto.

  • FBI-178092: il report Comportamento di sicurezza del dispositivo mostra dati errati nella colonna Livello patch di sicurezza.

  • FBI-178093: quando si genera il report Dettagli app lista nera o fuori dalla lista bianca per dispositivo, per le app fuori dalla lista bianca il report include erroneamente le app presenti nella lista bianca.

  • FCA-186959: i caratteri multibyte nel file csv esportato risultano confusi se il file viene aperto con Excel su sistemi operativi Windows giapponesi.

  • FCA-188925: l'esportazione della visualizzazione elenco dei dispositivi non funziona come previsto se il filtro Monitor personalizzato contiene più di 1000 dispositivi.

  • FCA-189086: miglioramenti apportati per garantire l'accesso alle pagine delle impostazioni. 

  • FCA-189092: il numero di versione dell'applicazione non coincide con la console e il database di UEM.

  • FCA-189523: l'esportazione della panoramica del monitor in PDF presenta problemi di formattazione.

  • FCA-189839: il link al programma di installazione di VMware Identity Connector non indirizza al download del programma di installazione.

  • FCA-189930: il salvataggio della registrazione non riesce e viene visualizzato un messaggio di errore quando la lingua della console UEM è impostata su francese.

  • FCA-189969: gli amministratori non sono in grado di eliminare un gruppo.

  • FCA-190245: App privacy mostra una raccolta dati di telecomunicazione errata per i dispositivi iOS e Android.

  • FDB-2326: non è possibile inserire una riga di chiave duplicata nell'oggetto mobileManagement. EnrollmentUser con indice univoco IX_EnrollmentUserID.

  • FDB-2497: il caricamento della pagina Monitor richiede un tempo notevolmente superiore rispetto ad altre pagine della console.

  • INTEL-11312: le applicazioni pubblicate tramite i prodotti non vengono selezionate per l'esportazione dei dati. 

  • INTEL-11730: Workspace ONE Intelligence visualizza un numero errato di dispositivi registrati.

  • PPAT-4887: la nuova configurazione del proxy Tunnel dopo l'eliminazione della configurazione di Tunnel non cancella il vecchio certificato SSL.

  • PPAT-5073: non è possibile modificare Regole del traffico del dispositivo.

  • PPAT-5305: le app interne per Android non vengono visualizzate nelle regole di traffico del dispositivo.

  • RUGG-5615: il pacchetto di staging viene erroneamente trasferito a tutti i gruppi.

  • RUGG-5857: gli amministratori possono salvare in modo errato un'ora precedente all'ora di inizio.

  • RUGG-5965: l'eliminazione di file in un relay server di Brick FTP non funziona come previsto. 

  • RUGG-6231: il nome di un prodotto che contiene un carattere a doppio byte viene salvato, anche se viene visualizzato un errore. 

  • RUGG-6373: il profilo di staging non elenca i profili Wi-Fi secondari durante la generazione di un codice a barre.

  • RUGG-6430: il motore dei criteri genera un errore di eccezione di violazione della chiave primaria.

  • RUGG-6525: la casella di blocco dell'orientamento non viene salvata nel profilo della schermata di avvio.

  • RUGG-6601: vincolo di chiave primaria per il salvataggio dell'esempio di attributo personalizzato.

  • RUGG-6626: il commutatore non gestito per la protezione dalla cancellazione per la piattaforma Android e rugged non funziona come previsto. 

  • AGGL-4492: il campo Ultima visualizzazione sotto la scheda Riepilogo nei dettagli del dispositivo è stato migliorato per fornire data e ora più precise.

19.5.0.1 Problemi della patch risolti
  • AGGL-5662: il server applicazioni UEM rileva un utilizzo elevato della CPU quando Memcached non è configurato.

19.5.0.2 Problemi della patch risolti
  • ARES-8588: la selezione di "Ritira versione precedente" durante il caricamento di una nuova versione di un'applicazione interna causa il ritiro della versione più recente.

19.5.0.3 Problemi della patch risolti
  • CMSVC-10004: i dispositivi presenti nella visualizzazione elenco dell'utente mostrano erroneamente i dispositivi dei gruppi di livello equivalente. 

     

19.5.0.4 Problemi della patch risolti
  • CRSVC-6253: la registrazione del dispositivo non va a buon fine quando il nome utente è un indirizzo e-mail. 

  •  AAPP-7264: dopo l'aggiornamento di iOS 12.2, la crittografia per singolo messaggio è impostata su False per tutti i profili EAS di iOS.

  • CRSVC-6002: l'API SystemCode non è compatibile con il sistema BG (blu/verde).

  • INTEL-12761: ETL | L'esportazione dell'applicazione CDC non considera le impostazioni della privacy per le applicazioni personali.

  • INTEL-12724: database Console | I dati della patch di Windows non contengono il thread ETL.

19.5.0.5 Problemi della patch risolti
  • RUGG-6799: impossibile scaricare il programma di avvio dopo la migrazione a 1905.

  • PPAT-5317: il gruppo nipote eredita DTR dal gruppo padre del padre, non dal gruppo principale. 

  • AGGL-5663: i comandi VPN per-app vengono messi in coda più volte per i dispositivi.

  •  AMST-18272: gli errori di connessione al database possono causare l'annullamento della registrazione dei dispositivi Windows 10.

  •  AAPP-7487: i dispositivi vengono registrati solo su un account utente.

  • INTEL-12509: la categoria di prodotto viene esportata nell'elenco dei tipi di entità.

19.5.0.6 Problemi della patch risolti
  • AAPP-7561: l'applicazione Web iOS genera l'errore "Impossibile recuperare lo stato dell'applicazione" durante l'avvio di ambienti patch 5 versione 19.5 con SSO attivo nell'SDK.

19.5.0.7 Problemi della patch risolti
  • RUGG-6900: il catalogo Hub mostra erroneamente icone nere per tutte le app.

  • AAPP-7543: i dispositivi Mac vengono registrati solo su un account utente. 

19.5.0.8 Problemi della patch risolti
  • CMSVC-10349: mancata sincronizzazione del gruppo di utenti dalla console UEM alla console vIDM quando ImmutableID è mappato su externalID.

  • CMSVC-10352: mancata sincronizzazione utente dalla console UEM a IDM quando gli account utente di amministrazione e registrazione condividono lo stesso valore della chiave primaria nella consoleUEM.

  •   CMSVC-10460: l'integrazione delle directory da UEM a IDM sincronizza solo 20 gruppi di utenti.

  • ARES-8700: l'endpoint AppStatus non rispetta il formato di risposta JSON standard.

19.5.0.9 Problemi della patch risolti
  •  AMST-18797: la sincronizzazione dei metadati di Windows Updates (WSUS) non riesce a causa dell'eccezione SOAP API.

19.5.0.10 Problemi della patch risolti
  • RUGG-6750: la copia di file/azioni e l'eliminazione di file da file/azioni copiati incidono sulle azioni del file originale. 

  • INTEL-13179: le applicazioni non gestite vengono visualizzate nei report quando il dispositivo non è registrato. 

19.5.0.12 Problemi della patch risolti
  • AAPP-7936: Impossibile cancellare il passcode per i dispositivi registrati iOS/iPados 13.

19.5.0.13 Problemi della patch risolti
  • PPAT-6095: Le applicazioni abilitate per il proxy di Tunnel non funzionano se i certificati server non sono conformi ai nuovi criteri di certificazione Apple TLS per iOS 13

1905 Problemi della patch risolti
  • AAPP-9904: L'opzione Elimina dispositivo non cancella i dati dal dispositivo in rare occorrenze quando il dispositivo esegue il check-in subito prima che venga emesso il comando. 

19.5.0.15 Problemi della patch risolti
  • AMST-27384: La registrazione del dispositivo si blocca mentre è in corso.

19.5.0.16 Problemi della patch risolti
  • AAPP-10087: È possibile comunicare con i dispositivi Apple su HTTP/2 per la gestione dei dispositivi e inviare notifiche push alle applicazioni di produttività VMware

Problemi noti

  • PPAT-3982: Il cliente può avere NSX configurato su un solo gruppo alla volta.

    Sincronizzando NSX sul secondo gruppo, verranno eliminate le impostazioni del gruppo di sicurezza dal primo gruppo.

  • PPAT-4817: la configurazione di Tunnel non viene visualizzata correttamente durante il passaggio tra gruppi.

    Quando esegue un passaggio tra gruppi, l'interfaccia utente mostra una configurazione errata di Tunnel. L'interfaccia utente visualizza la configurazione del gruppo originale.

  • PPAT-5382: le regole di traffico del dispositivo per l'applicazione Workspace ONE vengono duplicate se l'utente le imposta per l'applicazione Workspace ONE, quindi esegue la procedura guidata per l'SSO mobile dalla traccia della Guida introduttiva.

    Le regole di traffico del dispositivo per Workspace ONE vengono duplicate anziché ignorate. 

    Come soluzione alternativa, è possibile eliminare la voce duplicata. 

  • PPAT-5388: Le regole di traffico del dispositivo possono essere fuorvianti in un gruppo secondario che non viene sovrascritto se sono presenti regole di livello superiore per le app.

    Le applicazioni non vengono visualizzate in quanto sono gestite a livello principale.

  • PPAT-4844: UEM Console assegna la stessa porta per la configurazione Per-App Tunnel e Tunnel Proxy.

    Dovrebbe esserci una convalida per evitare che vengano assegnate le stesse porte qualora lo stesso server venga utilizzato per entrambi Per-App Tunnel e Tunnel Proxy.

    Come soluzione alternativa, configurare Per-App Tunnel e Tunnel Proxy con porte diverse.

  • AMST-17342: non è possibile rimuovere le regole FW. 

    Mentre eseguono modifiche, i clienti non sono in grado di rimuovere le regole FW dai loro dispositivi.

    Come soluzione alternativa, eliminare o rimuovere qualsiasi profilo con regole per cancellare la configurazione dai dispositivi.

  • ARES-6552: l'ordinamento delle versioni dell'applicazione non funziona come previsto. 

    Altre versioni -> Ordina per numero di versione non funziona come previsto nella UEM Console.

  • CMEM-185217: il parametro MemConfig di SEG viene visualizzato in voce Monitor-> Pannello di amministrazione.

    La configurazione di SEG non deve essere visualizzata nel Pannello di amministrazione.

  • CMEM-184489: il popup dello stato di sincronizzazione delle caselle di posta non viene visualizzato correttamente nell'interfaccia utente. 

    Il popup dello stato è stato escluso nell'interfaccia utente. 

  • AMST-17297: i clienti non sono in grado di modificare i criteri del registro perché lo stato dell'app rimane "Comando Installa inviato". 

    Il comando di installazione viene elaborato quando i criteri del registro contengono hkey_local_machine anziché HKLM. Idealmente in questi casi il comando di installazione non dovrebbe riuscire.

    Come soluzione alternativa, eliminare l'applicazione dalla UEM Console e aggiungerla di nuovo con criteri di rilevazione appropriati.

  • AMST-17107: L'utilità di pianificazione SFD non funziona come previsto.

    L'utilità di pianificazione SFD rimane in stato in esecuzione dopo l'aggiornamento del client. Tutte le applicazioni che vengono messe in coda dopo l'aggiornamento non vengono elaborate finché non viene riavviata l'utilità di pianificazione SFD.

    Come soluzione alternativa, interrompere e riavviare l'utilità di pianificazione SFD. Questo particolare problema è un caso limite, poiché non tutte le applicazioni rimangono bloccate nel download in corso.

  • AMST-17391: nei dispositivi RS3 la schermata di blocco OOBE non passa automaticamente alla pagina successiva.

    Nei dispositivi RS3 la schermata di blocco OOBE non riesce a passare automaticamente alla pagina successiva. Tuttavia, gli utenti possono fare clic sul pulsante Ok per proseguire con il flusso di lavoro. Anche l'impostazione "Esegui il provisioning delle entità durante la registrazione alla Configurazione guidata di Windows" in "Richiesta facoltativa" non funziona per i dispositivi RS3.

  • FCA-190511: la procedura guidata per l'SSO mobile visualizza lo stato di impostazione di VMware Tunnel come "Configurazione" anziché "Modifica impostazioni". 

    Anche se la configurazione guidata per l'SSO mobile completa la configurazione di Tunnel, lo stato dell'attività visualizzato nella pagina di riepilogo è diverso da "Modifica impostazioni".

  • FCA-190415: i segnalibri non funzionano come previsto. 

    L'icona Preferiti aggiunge una pagina all'elenco dei segnalibri, ma il segnalibro non viene visualizzato nel menu a discesa. 

    Come soluzione alternativa, aggiornare la pagina. 

  • FCA-190417: la navigazione dai riquadri di revisione Blueprint non funziona come previsto.

    L'amministratore viene indirizzato alla sezione errata dai riquadri di revisione Blueprint di AW Express.

    Come soluzione alternativa, è possibile eseguire la navigazione utilizzando la mappa di navigazione dalla pagina di revisione.

  • AAPP-7212: il SeedScript del dispositivo iOS non visualizza il numero di generazione.

    I dispositivi appaiono come "iPad mini" e "iPad Air "e non viene visualizzato il numero di generazione.

  • AAPP-7000: la pagina DEP consente agli amministratori di scegliere l'utente di staging predefinito gestito nel gruppo del cliente.

    Gli amministratori sono in grado di visualizzare l'utente di staging predefinito principale e secondario durante la configurazione della funzionalità DEP e potrebbero scegliere quello errato senza volerlo. 

    Come soluzione alternativa, modificare il gruppo di tutti i dispositivi interessati o registrare di nuovo il dispositivo.

  • AAPP-6997: le applicazioni VPP B2B personalizzate non vengono visualizzate nelle promozioni. 

    Attualmente l'API di ricerca non restituisce il tipo B2B personalizzato per le app.

  • CRSVC-4391: non è possibile modificare i profili VPN Bluecoat e viene restituito l'errore "Salvataggio non riuscito - Impossibile recuperare i certificati attendibili".

    L'integrazione tra Workspace ONE UEM e Bluecoat utilizza per l'avvio dell'integrazione un certificato di autenticazione con seeding nella console e un identificatore del tenant "ID cliente" immesso da un amministratore nel payload VPN. Il certificato di autenticazione con seeding è scaduto e ciò genera un errore quando l'amministratore tenta di apportare modifiche al profilo Bluecoat.

    Al momento abbiamo chiesto a Bluecoat di fornire un nuovo certificato che utilizzi SHA-512 e, per maggiore sicurezza, abbiamo consigliato di offrire certificati a livello tenant o certificati di autenticazione generati dal fornitore. 

  • FCA-190396: Dopo l'aggiornamento della console gli amministratori non sono in grado di accettare i Termini di utilizzo.

    Gli amministratori non sono in grado di accedere alla console.

  • PPAT-5730: I domini Safari non validi impediscono l'installazione del profilo sul dispositivo.

    Creando un profilo con solo uno spazio o una virgola come regola, l'XML del profilo risultante non viene installato sui dispositivi. 

    Come soluzione, aggiungere domini Safari validi al payload del profilo.

check-circle-line exclamation-circle-line close-line
Scroll to top icon