Workspace ONE UEM | 18 luglio l2019

Verificare la presenza di aggiunte e aggiornamenti di queste note di rilascio.

Cosa contengono le note di rilascio

1907 per i clienti locali: Workspace ONE UEM 1907 per i clienti locali contiene tutte le funzionalità e i problemi risolti dalle versioni precedenti solo SaaS. Per ulteriori informazioni sulle funzionalità e sui problemi risolti da queste versioni, vedere le Note di rilascio di VMware Workspace ONE UEM 1904 e le Note di rilascio di VMware Workspace ONE UEM 1905.

Le note di rilascio riguardano i seguenti argomenti:

Nuove funzionalità di questa versione

Workspace ONE UEM Console

  • È stato migliorato il rientro nella console dopo il timeout della sessione.
    Ora la console ricorda se l'utente è SAML o non SAML. In caso di timeout, gli utenti SAML possono accedere di nuovo senza alcun clic. Gli utenti non SAML, con un nome utente e una password ricordati, vedono le proprie credenziali compilate automaticamente sullo schermo e possono accedere di nuovo con un solo clic. Questo miglioramento è abilitato per impostazione predefinita.
    Per ulteriori informazioni, vedere Accesso alla UEM Console
     
  • Puoi sapere se i certificati APN si connettono tramite il protocollo HTTP/2.
    È disponibile un'opzione per eseguire manualmente il test e verificare che la connessione dei certificati APN avvenga tramite il protocollo HTTP/2. 
    Per ulteriori informazioni, vedere Controllo della connettività APN tramite il protocollo HTTP/2.
     
  • I tag del dispositivo non mostrano più il colore del tag e il tipo di tag nella console.
    Le opzioni per il colore del tag del dispositivo e il tipo di tag del dispositivo sono state rimosse dalla console.
     
  • Annullare l'assegnazione di un tag di dispositivo da più dispositivi in un'unica sessione.
    Ora è possibile annullare l'assegnazione di tag del dispositivo da più dispositivi contemporaneamente.
    Per ulteriori informazioni, vedere Annullare l'assegnazione dei tag da più dispositivi.
     
  • Offriamo un'integrazione semplificata con Adaptiva per supportare le distribuzioni di software peer-to-peer.
    Workspace ONE UEM supporta una nuova versione del server Adaptiva. Per tutti i clienti esistenti, Workspace ONE UEM supporta comunque la versione precedente del server Adaptiva. Per utilizzare la nuova integrazione, aggiornare il server Adaptiva e AirWatch Cloud Connector alla versione 1907.
    Per ulteriori informazioni, vedere Configurare il software per la distribuzione peer-to-peer con Adaptiva
     
  • AirWatch Express ha un nuovo nome. Ora si chiama Workspace ONE Express.
    Workspace ONE Express ha tutte le stesse funzionalità di AirWatch Express, ma ha un nuovo nome. 
    Per ulteriori informazioni, vedere Introduzione a Workspace ONE Express.
     
  • La privacy è stata migliorata aggiungendo una domanda sui dati della posizione a Workspace ONE Express.
    La privacy è importante per i nostri clienti. Se si seleziona Sì nel sondaggio introduttivo viene chiesto all'utente del dispositivo se sceglie di condividere i dati della sua posizione. Se l'utente rifiuta, i dati della posizione non vengono acquisiti.
    Per ulteriori informazioni, vedere Panoramica della configurazione di Express.
     
  • È stata migliorata la rilevazione dello stato dell'attività di importazione batch in Workspace ONE Express.
    È ora possibile visualizzare lo stato delle attività di importazione batch. Passare a Account > Utenti > Stato batch per visualizzare lo stato dei processi di importazione batch già avviati.
    Per ulteriori informazioni, vedere Importare utenti o dispositivi in massa.
     
  • Con la nuova opzione di esportazione è possibile sfruttare al massimo la pagina di visualizzazione dell'elenco di telefonia.
    Viene offerta la possibilità di esportare i dettagli dell'utilizzo e del roaming nei formati CSV e XLSX. Il file esportato è disponibile per il download nella pagina Monitor > Report e analisi > Esporta
    Per ulteriori informazioni, vedere Dettagli sull'utilizzo del piano per le risorse Telecom.
     
  • È stata migliorata la logica di sincronizzazione dello stato dell'utente della directory.
    Lo stato degli account utente di amministratore e registrazione nella UEM Console viene ora sincronizzato correttamente con le disattivazioni introdotte nel servizio Active Directory, purché siano rispettati i presupposti elencati di seguito. L'utente denominato nell'opzione Binding nome utente, situata in Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni > Sistema > Enterprise Integration > Directory Services nella scheda Server deve disporre dei privilegi di amministratore di Active Directory. Il cestino deve essere abilitato anche utilizzando il Centro di amministrazione di Active Directory.
    Per ulteriori informazioni, vedere Sincronizzazione dello stato dell'utente della directory.
     
  • La convalida della configurazione LDAP è ora più completa. La convalida della configurazione LDAP avviene direttamente dalla console. 
    Ora gli amministratori, al momento della configurazione dei servizi directory, possono convalidare gli utenti della directory, i gruppi di utenti e i relativi attributi, anche prima di aggiungerli alla UEM console. Questa funzionalità avanzata consente di evitare configurazioni errate che potrebbero verificarsi a causa di un'errata configurazione dei servizi directory.
    Per ulteriori informazioni, vedere Mappatura delle informazioni sull'utente dei servizi di directory.
     
  • La scheda Impostazioni viene rimossa dai risultati della ricerca globale, accelerando la ricerca.
    Se si sceglie di cercare le impostazioni, avviare una ricerca dalla pagina Configurazioni. Passare a Gruppi e impostazioni > Configurazioni e immettere una parola chiave nella casella di testo della ricerca.

Android

  • L'esperienza di configurazione per le app pubbliche Android consente ora di impostare configurazioni complesse supportate dall'OEM.
    I nostri nuovi aggiornamenti includono:
    • Supporto di array bundle nidificati.
    • Una progettazione migliore e semplificata con descrizioni comandi utili. 
    • Scegliere di lasciare vuote le opzioni di configurazione dell'applicazione inutilizzate anziché eliminarle dall'interfaccia utente.
      Per ulteriori informazioni, vedere Assegnazione di applicazioni per Android.
  • Sono stati aggiunti workflow di migrazione gestii da programma per lo spostamento nel profilo di lavoro dei dispositivi in amministrazione dispositivi legacy.
    La migrazione dalla distribuzione Android (legacy) a Android Enterprise (precedentemente chiamato Android for Work) consente di incrementare il controllo e la coerenza fra tutti i dispositivi OEM, migliorando la sicurezza e l'esperienza complessiva dei dipendenti con dispositivi BYOD.
    Per ulteriori informazioni, vedere Migrazione dell'amministratore del dispositivo Android (Legacy)
     
  • Il miglioramento del profilo del codice di accesso offre un supporto migliore per la funzionalità nativa di Android.
    Il profilo del codice di accesso per Android è stato aggiornato per supportare le funzionalità native di Android 9.0. Ora è possibile: 
    • Forzare codici di accesso separati per l'utilizzo del dispositivo per lavoro e personale.
    • Aumentare da 180 a 9999 il numero massimo di giorni per la scadenza della password.
    • Impostare opzioni biometriche aggiuntive per il codice d'accesso. 
      Per ulteriori informazioni, vedere Applicazione delle impostazioni del codice (Android).
  • Mantieni gestito il tuo lavoro e sicuri i dispositivi di proprietà aziendale abilitati per uso personale con un codice di accesso iniziale.
    Con l'opzione Imposta codice di accesso iniziale nel profilo del codice di accesso, puoi impostare un codice di accesso iniziale a livello di dispositivo su tutti i dispositivi distribuiti. Dopo la distribuzione, puoi reimpostare il codice di accesso a livello di dispositivo.
    Per ulteriori informazioni, vedere Forza impostazioni codice d'accesso (Android).
     
  • La procedura guidata per il codice QR offre ora maggiore flessibilità con le app di sistema durante la registrazione del dispositivo. 
    Per tutti i dispositivi di lavoro gestiti, abilitare le app di sistema per mantenere le applicazioni di sistema non critiche installate sul dispositivo di lavoro gestito, oppure selezionare Disattiva per rimuovere le app.
    Per ulteriori informazioni, vedere Generazione di un codice QR utilizzando la procedura guidata di configurazione della registrazione.

Chrome OS

  • Vengono fornite versioni beta o di sviluppo di Chrome OS per testare in anticipo le versioni prima di renderle disponibili a livello generale.
    Puoi determinare se i dispositivi riceveranno le build beta, di sviluppo o di produzione di Chrome OS con il campo Canale di rilascio del profilo di aggiornamento del sistema. Questa operazione è utile per eseguire un test delle build prima di inviare gli aggiornamenti all'intera flotta di dispositivi.
    Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione del profilo degli aggiornamenti di sistema (Chrome OS).

iOS

  • Abilitazione in qualsiasi momento della protezione dei dati dei dispositivi. 
    Ora è possibile scegliere se cancellare o meno il codice di accesso del dispositivo quando si esegue il check-in di un dispositivo condiviso.
    Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione dei dispositivi condivisi
  • Conversione automatica delle app su richiesta in app gestite, se si sceglie di abilitare l'opzione "Rendi gestita l'app MDM se installata dall'utente". 
    Se viene installata un'app come non gestita (ad esempio tramite App Store), la console converte automaticamente tale app in gestita quando l'opzione Rendi gestita l'app MDM se installata dall'utente è abilitata, indipendentemente dal fatto che il metodo di distribuzione dell'app sia automatico o su richiesta. 
    Per ulteriori informazioni, vedere  Aggiunta di assegnazione ed esclusioni alle applicazioni

macOS

  • Rotazione a richiesta delle chiavi di ripristino per una migliore conformità della sicurezza.
    Al portale dettagli dispositivo e self-service è stato aggiunto un nuovo miglioramento della sicurezza per cui la chiave di ripristino personale FileVault (PRK) viene ruotata automaticamente 15 minuti dopo l'accesso da parte dell'utente o dell'amministratore.
    Per ulteriori informazioni, vedere Rotazione della chiave personale di ripristino
     
  • Controllo delle restrizioni per l'accoppiamento della smart card sui dispositivi macOS 10.12.4 e versioni successive.
    Ora è stato aggiunto un nuovo payload di profilo per configurare le impostazioni e le restrizioni per l'utilizzo della smart card.
    Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di un profilo smart card
     
  • Limitare o consentire l'acquisizione di registrazioni dello schermo e gli screenshot.
    È stata aggiunta una nuova chiave di restrizione che disattiva la capacità dell'utente di acquisire screenshot del monitor o una registrazione dello schermo.
    Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di un profilo di restrizioni

Gestione contenuti mobili

  • Si possono selezionare più file ed eliminarli in una sola volta utilizzando la visualizzazione elenco dei contenuti gestiti di AirWatch.
    Ora la visualizzazione elenco dei contenuti gestiti di AirWatch supporta la rimozione in massa dei file.
    Per ulteriori informazioni, vedere Visualizzazione elenco dei contenuti gestiti.
     

Tunnel

  • Stiamo preparando qualcosa di nuovo. L'app Workspace ONE Tunnel per Windows richiede un nuovo Framework e impostazioni aggiuntive per l'imminente nuova versione.
    Nella UEM Console verranno visualizzate le nuove impostazioni relative a Workspace ONE Tunnel per Windows. Per utilizzare queste impostazioni aggiuntive, dovrà essere disponibile la nuova app.
    Per ulteriori informazioni, vedere Configurare del profilo tunnel per app per l'App Desktop Windows.
  • È il momento di trasferire i domini Safari dal payload del profilo VPN di iOS alla configurazione delle regole di traffico dei dispositivi.
    La sezione Dominio Safari dal file XML del profilo VPN è stata rimossa. Se si esegue l'aggiornamento a 1907 da una versione precedente, pianificare una strategia di migrazione senza interruzioni e trasferire tutti i domini Safari dal payload del profilo VPN di iOS alla configurazione delle regole di traffico dei dispositivi. 

Windows

  • Stai cercando di mantenere i dispositivi Windows 10 configurati secondo le procedure consigliate del settore? La funzionalità Basi di confronto è ora disponibile per tutti i clienti.
    Basi di confronto consente di mantenere i dispositivi sicuri e allineati con gli standard di settore, come i benchmark CIS. Con le basi di confronto, è possibile impostare e gestire le configurazioni preferite completamente over-the-air, senza alcuna dipendenza sulla VPN del dominio. È inoltre possibile creare basi di confronto personalizzate utilizzando i criteri GPO. I nuovi miglioramenti delle basi di confronto includono la modifica e l'eliminazione delle basi di confronto personalizzate.
    Per ulteriori informazioni, vedere Uso delle basi di confronto

Problemi risolti

I problemi risolti sono raggruppati come segue.

1907 Problemi risolti
  • AAPP-6661: l'API utilizzata per recuperare "usa flag VPN" restituisce falso per tutte le applicazioni VPP.

  • AAPP-6868: i dispositivi DEP specifici vengono eliminati dallo stato della registrazione. 

  • AAPP-6884: la registrazione di DEP viene bloccata in attesa configurazione per i dispositivi macOS in diversi scenari che coinvolgono una combinazione di utente di staging e utente della directory.

  • AAPP-6992: il codice XML errato viene inserito in un profilo che contiene più di un dispositivo stampante nel payload della stampante.

  • AAPP-7087: l'inserimento di certificati utente/SMIME in dispositivi macOS non funziona come previsto.

  • AAPP-7129: l'installazione dell'app interna sui dispositivi sorvegliati visualizza un prompt errato.

  • AAPP-7130: il client APN HTTP/2 non funziona come previsto e genera la coda di APNSOutbound.

  • AAPP-7138: la funzionalità Impostazioni gestite da Bluetooth non funziona come previsto.

  • AAPP-7212: SeedScript su un dispositivo iOS non riesce a essere visualizzato sui dispositivi iPad mini 5 e iPad Air 3.

  • AAPP-7228: il client APN HTTP/2 genera un errore di eccezione di autenticazione.

  • AAPP-7264: i dispositivi iOS 12.2 non sono in grado di attivare o disattivare la crittografia per ogni messaggio. 

  • AAPP-7279: le applicazioni non vengono installate sui dispositivi macOS se l'utente crea un profilo Fusion.

  • AAPP-7551: l'installazione e la rimozione delle app non funzionano come previsto sui dispositivi di check-in/check-out iOS. 

  • AGGL-5025: il profilo utente ChromeOS non riesce ad aggiornare le assegnazioni dei dispositivi.

  • AGGL-5500: impossibile cancellare i dati delle app sui dispositivi Samsung.

  • AGGL-5579: dopo l'aggiornamento 1904, le applicazioni iOS interne non rispettano le impostazioni VPN per le app.

  • AGGL-5605: DeviceManagement -> HmacAuthenticationHandler.TryValidate non riesce a risolvere il tipo IAndroidWorkWebAppBusiness. 

  • AGGL-5609: durante l'assegnazione dei profili Android Enterprise, la pagina di anteprima dei dispositivi visualizza erroneamente i dispositivi legacy.

  • AGGL-5662: il server di applicazioni UEM rileva un utilizzo elevato della CPU quando Memcached non è configurato.

  • AGGL-5694: il salvataggio della configurazione dell'applicazione non riesce nell'applicazione Browser Chrome quando si selezionano un paio di opzioni dell'elenco a discesa.

  • AGGL-5698: la nuova registrazione di questi dispositivi dà come risultato l'errore "Registrazione bloccata. Non sei autorizzato a registrare il tuo dispositivo." 

  • AGGL-5715: la UEM console non riesce a generare un file di profilo XML con i dati del certificato S/MIME quando il certificato viene caricato tramite SSP.

  • AGGL-5732: la configurazione del proxy utilizzando l'URL PAC viene erroneamente applicata su Chrome per Android.

  • AGGL-5745: l'invio di una notifica push superiore a 256 caratteri non funziona come previsto.

  • AMST-14538: la reimpostazione di Windows non riesce a eliminare i certificati obsoleti.

  • AMST-15491: il profilo di restrizione per Windows Desktop non funziona come previsto.

  • AMST-16332: L'agente di protezione Windows registra ripetutamente l'errore "Registrazione HttpRequest per HMAC non riuscita".

  • AMST-16344: il profilo di configurazione BIOS Dell configurato con attributi BIOS personalizzati non riesce a configurare gli attributi sui dispositivi.

  • AMST-16369: la pagina dei dettagli del dispositivo non riesce a visualizzare una descrizione comandi per le descrizioni dello stato installate.

  • AMST-16548: l'installazione del profilo BitLocker non riesce sui dispositivi. 

  • AMST-16577: i contrassegni caratteristiche dei sensori Win10 sono disabilitati dopo l'aggiornamento di SaaS condiviso e di SaaS UEM dedicato. 

  • AMST-16590: il campione dell'attestato di integrità per i dispositivi Windows non funzionava come previsto.

  • AMST-16714: la visualizzazione dei dettagli dispositivo console non riesce a eseguire l'aggiornamento con il nome descrittivo del dispositivo per Windows 10.

  • AMST-16819: il nuovo profilo firewall avviato con la console 1904 UEM non riesce a rimuovere le regole del firewall.

  • AMST-16994: lo stato dell'app in MAL diventa "Rimosso dall'utente" quando l'app viene disattivata nella UEM Console.

  • AMST-17054: impossibile aprire o modificare il profilo del payload Windows di protezione dati.

  • AMST-17058: il servizio di attestazione integrità del dispositivo Windows non funziona come previsto. 

  • AMST-17081: BaseLineAdapter non riesce a risolvere il riferimento del localizzatore del servizio.

  • AMST-17082: WindowsCheckInRequestProcessor non riesce a risolvere WindowsProfilePayloadBusiness.

  • AMST-17102: il profilo di protezione dati Windows (desktop) contenente app desktop con percorsi di file non funziona come previsto.

  • AMST-17106: se si esegue il push del profilo di aggiornamento Windows su un computer 1607 che utilizza 365, i giorni non funzionano come previsto.

  • AMST-17398: impossibile installare le applicazioni BSP su dispositivi x86. 

  • AMST-17560: i dati del sensore Windows non sono segnalati nella console Intelligence.

  • AMST-17617: i servizi dei dispositivi riscontrano un utilizzo CPU elevato dopo l'aggiornamento 1903.

  • ARES-2524: la visualizzazione della griglia delle applicazione interne e la scheda dei dispositivi visualizzano conteggi incoerenti delle applicazioni.

  • AMST-18356: gli errori di connessione al database causano l'annullamento della registrazione dei dispositivi Windows 10. 

  • ARES-2791: il menu Gestisci dispositivi consente di rimuovere le applicazioni rifiutate e visualizza in modo errato lo stato come installato.

  • ARES-2831: l'elenco delle applicazioni gestite visualizza dati non validi.

  • ARES-5063: l'applicazione assegnata al dispositivo tramite il tag del dispositivo non riesce ad attivare il comando di installazione.

  • ARES-6830: il conteggio delle applicazioni per l'applicazione Workspace ONE sulla console UEM non corrisponde ai dati del database.

  • ARES-6859: quando l'applicazione pubblica non è attiva, viene visualizzato "Nessun record trovato" come dispositivi installati nella schermata Gestisci dispositivi.

  • ARES-7065: il metodo GetEulaContent() non funziona come previsto.

  • ARES-7895: Dettagli app -> Altro -> Eventi non riesce a visualizzare gli eventi.

  • ARES-7905: la UEM console mostra erroneamente "VMware Browser" nei criteri di protezione dell'app.

  • ARES-7946: l'impostazione Catalog nella UEM console non funziona come previsto.

  • ARES-7986: il valore da cercare non funziona come previsto per qualsiasi tipo di valore diverso da stringa.

  • ARES-8284: l'applicazione interna di Android impostata a Su-richiesta viene installata automaticamente quando è abilitata la VPN per app.

  • ARES-8381: viene registrato un comportamento incoerente durante il caricamento di nuove versioni delle applicazioni.

  • ARES-8384: le impostazioni DLP per "Elenco applicazioni consentite" non riescono a recuperare le applicazioni.

  • ARES-8414: l'utilizzo di AL per determinare lo stato di installazione non contiene per alcuni flussi il caso delle app gestite dall'utente.

  • ARES-8579: la password non viene visualizzata con caratteri durante la creazione di un nuovo profilo iOS.

  • ARES-8588: "Ritira versione precedente" durante il caricamento di una nuova versione di un'applicazione interna causa erroneamente il ritiro della versione più recente.

  • CMCM-188185: le categorie POST/PUT o awcontents non riescono se il parametro contiene un carattere a byte doppio.

  • CMCM-188204: il diagramma della cronologia di storage del dashboard dei contenuti mostra una diversa separazione dello storage aziendale rispetto allo storage privato. 

  • CMEM-184489: lo stato di sincronizzazione delle cassette postali non funziona come previsto.

  • CMSVC-9924: Il conteggio dei membri di un gruppo di utenti mostra erroneamente 0 nel gruppo secondario per l'utente della directory.

  • CMSVC-10004: i dispositivi presenti nella visualizzazione elenco dell'utente mostrano erroneamente i dispositivi dei gruppi di livello equivalente. 

  • CMSVC-10178: Lotus Domino non riesce a sincronizzare i gruppi di utenti.

  • CMSVC-10250: è impossibile modificare i gruppi di assegnazione.

  • CMSVC-10268: la pagina Assegna tag non funziona come previsto.

  • CRSVC-3888: la registrazione della descrizione nel profilo SDK non funziona come previsto.

  • CRSVC-4672: le impostazioni del profilo SDK personalizzato vengono applicate al browser se un dispositivo è sotto un gruppo secondario ignorato.

  • CRSVC-4906: il caricamento iniziale del payload durante la modifica di un profilo SDK iOS personalizzato assegnato per il Web non funziona come previsto.

  • CRSVC-5154: i dispositivi Android/iOS visualizzano erroneamente CertificateGuid nel nome dell'oggetto del modello di certificato.

  • CRSVC-5272: la cancellazione del dispositivo non riesce a revocare i certificati di accesso dei client boxer.

  • CRSVC-5472: lo stato del check-in di conformità genera un errore di eccezione SQL.

  • CRSVC-5525: le impostazioni di privacy dei dati Bluetooth e USB visualizzano erroneamente tre asterischi.

  • CRSVC-6000: l'icona della privacy non riesce a essere localizzata come previsto.

  • CRSVC-6024: avviene un timeout di registrazione sui dispositivi Android e iOS.

  • CRSVC-6094: i check-in frequenti del dispositivo causano un utilizzo elevato della memoria sul server di servizi del dispositivo.

  • CRSVC-6253: la registrazione del dispositivo non va a buon fine se il nome utente è un indirizzo e-mail. 

  • CRSVC-6270: i token BlobHandler senza stato passati agli URL non riescono a interrompere la richiesta in caso di errore token.

  • ENRL-1057: un nome di OG errato viene compilato automaticamente nel campo di registrazione OG durante la registrazione di un dispositivo dalla pagina di stato della registrazione.

  • ENRL-1135: le impostazioni di registrazione della UEM console non riescono a visualizzare il nome del prodotto VMware Identity Manager.

  • ENRL-1147: l'accesso dell'utente finale non riesce ad accettare l'accordo di licenza con l'utente finale se il dominio è preceduto dal nome dell'utente.

  • ENRL-1172: il branding non viene caricato come previsto dopo che Intelligent HUB reindirizza alla gestione del dispositivo.

  • ENRL-1222: la registrazione di dispositivi Android M Zebra TC51 e TC56 attraverso l'hub 19.05.0.14 nella console 9.3.0.31 genera l'errore "Registrazione bloccata".

  • FBI-178096: il report dei dettagli di applicazione del dispositivo non funziona come previsto.

  • FBI-178097: il report dei ruoli di utente amministratore mostra la data dell'ultimo accesso errata.

  • FBI-178100: il report dei dettagli applicazione in lista nera o fuori dalla lista bianca per dispositivo contiene applicazioni erroneamente inserite in lista bianca.

  • FCA-189489: Telecom > Esportazione visualizzazione elenco non utilizza la logica della pagina delle esportazioni e sta causando il crash/reset del pool dell'app Console.

  • FCA-189553: la selezione dell'elenco a discesa della lingua dalla pagina di accesso SSP non riesce a selezionare le lingue selezionate per l'OG specifico.

  • FCA-189746: nelle caselle di testo della risorsa Gruppi e impostazioni vengono visualizzate le autorizzazioni Help Desk nella versione della console 19.02 e successive.

  • FCA-189973: impossibile accedere al registro del dispositivo condiviso.

  • FCA-190033: la pagina di visualizzazione elenco profili non consente di trasferire alcune etichette e la pagina non restituisce il punto originale.

  • FCA-190204: la chiamata API /API/mdm/devices/search non riesce a compilare le informazioni del nome utente se l'utente non dispone di un valore per il nome in Active Directory.

  • FCA-190396: dopo l'aggiornamento della console, gli amministratori non sono in grado di accettare i Termini di utilizzo.

  • FCA-190542: il flusso del link e-mail per la password dimenticata non rispetta l'autenticazione a due fattori.

  • FCA-190589: l'esempio API Swagger visualizzato per /system/groups/id non è corretto.

  • FCA-191283: l'eliminazione di un OG causa un errore FK.

  •  FDB-2639: la pagina dei dettagli del dispositivo non riesce a essere caricata per alcuni dispositivi.

  • PPAT-4820: l'handshake TLS non riesce a eseguire l'override della configurazione del tunnel.

  • PPAT-4825: le applicazioni che dipendono dalle regole di traffico dei dispositivi non sono visibili dopo l'override.

  • PPAT-5248: le app interne per Android con tunnel AFW non vengono visualizzate nelle regole di traffico del dispositivo.

  • PPAT-5454: il controllo del proxy nella lista bianca non riesce se la stringa del nome di host della console contiene "VPN".

  • RUGG-6698: la UEM console supporta erroneamente le modifiche delle condizioni del prodotto.

  • RUGG-6718: i segnalibri non sono elencati nell'opzione segnalibri del programma di avvio. 

  • CRSVC-7075: l'univocità del certificato non forza l'autenticazione Mutual TLS per Android. 

19.7.0.2 Problemi della patch risolti
  • CRSVC-6712: Aweventlog MSMQ esegue il backup e viene visualizzata un'eccezione nel registro ChangeEventQueue. 

  • INTEL-13485: gli errori di esportazione delta in Intelligence, dovuto a eccezioni di oggetti mancanti, possono causare la perdita di dati.

  • AAPP-7410: nuove opzioni DEP di base necessarie per le versioni Apple in uscita nell'autunno 2019

  • RUGG-6947: si è verificato un deadlock nella tabella CSI del database, quando cinque prodotti con quattro azioni di file sono stati inseriti in 12.000 dispositivi.

  • RUGG-6951: i processi della coda dei comandi per il motore dei criteri sono stati messi in coda anche se il manifesto non corrisponde al profilo o all'applicazione di installazione.

  • RUGG-6964: i comandi sospesi non vengono rilasciati correttamente a causa della violazione della chiave primaria verificatasi in ReleaseMultipleCommands per la tabella dbo.DeviceQueueCommandsReleased. 

  • RUGG-6977: i relay server devono consegnare le app già selezionate prima di poter prelevare qualsiasi altra app.

  •  RUGG-6133: i comandi di impostazione del profilo vengono creati inutilmente quando si attivano i relay server nel gruppo principale.

19.7.0.5 Problemi della patch risolti
  • PPAT-5748: il comando di sincronizzazione del registro Dell non viene emesso insieme al profilo di installazione. 

  • RUGG-6906: il servizio di consegna dei contenuti si interrompe bruscamente causando problemi di push del prodotto.

  •   FCA-191302: la chiamata API verifica erroneamente il token di recupero da VidmOAuthTokenService.

19.7.0.7 Problemi della patch risolti
  • AMST-19365: la funzionalità di base non è visibile nel gruppo delle posizioni dipendenti. 

  • PPAT-5850: il servizio dei dispositivo nel pool di applicazioni si arresta e si traduce in un errore 503 di servizio non disponibile quando si pubblica il profilo tunnel per 50.000 dispositivi Android. 

  • PPAT-5874: sono state effettuate chiamate non necessarie ai microservizi di Tunnel.

  • RUGG-7025: si verificano deadlock nella tabella del database Interrogator.ManagedApplicationList

  • RUGG-7026: la creazione di eventi per la modifica di un attributo personalizzato non rispetta le modifiche del gruppo di app. 

  • RUGG-6265: il motore dei criteri non crea comandi del dispositivo quando il server di inoltro non presenta alcun lavoro o dipendenza. 

19.7.0.8 Problemi della patch risolti
  • PPAT-5903: il campo dei domini Safari è nascosto dal payload del profilo VPN di VMware Tunnel.

  • ENRL-1248: il criterio di restrizione della registrazione viene applicato al gruppo di utenti se creato per il gruppo. 

  • AGGL-6166: configurazione dell'app non creata al momento della registrazione. 

  • CMSVC-10750: il database sperimenta un'eccezione SQL durante l'aggiornamento del gruppo smart tramite la patch API. 

  • PPAT-5908: le applicazioni in base alle regole DTR sono mancanti dopo l'aggiornamento da 1902 a 1907. 

  • ARES-9653: procedura memorizzata nel database deviceApplication.SyncAppsOnDevice con deadlock. 

  • RUGG-7059: componente PolicyEngineService con deadlock.

19.7.0.10 Problemi della patch risolti
  • ARES-8483: timeout della stored procedure del database devicecommandqueue. threshhold_updatedevicequeuestatusbythreshholdid, a causa del grande numero di dispositivi. 

  • AGGL-3270: i dettagli dell'applicazione non mostrano le informazioni di Play Store nell'app Hub. 

  • AAPP-7867: il servizio di pianificazione accoda la notifica dell'applicazione oltre il limite massimo corrente. 

  • ARES-9512: si sono verificati deadlock nella procedura SelectiveApplicationList_Save memorizzata nel database. 

  • CMSVC-10747: Timeout dell'aggiunta di 10.000 o più utenti al gruppo smart utilizzando la patch API. 

     

  • CRSVC-7061: la SPROC eventLog.EventLog_Save restituisce dati ridondanti. 

  • RUGG-7067: il motore dei criteri non registra i dati corretti o il contesto, e questo rende difficile la risoluzione dei problemi.

  • CRSVC-7186: la registrazione DEP non riesce con la configurazione NIAP, a causa di una dipendenza mancante.

  • FCA-191530: L'API di ricerca dei dispositivi MDM carica le informazioni degli utenti anziché la proprietà UserId.

  •  CRSVC-7237: interrogator.savetransationinformation richiede troppo tempo durante la pubblicazione di più (10) prodotti su 500.000 dispositivi. 

19.7.0.12 Problemi della patch risolti
  • CMSVC-10638: la procedura di memorizzazione Interrogator.SaveRestrictionsSamples è richiamata circa 2000 volte al minuto.

  • AAPP-7936: Impossibile cancellare il passcode per i dispositivi registrati iOS/iPados 13.

  • AGGL-6069: la procedura di memorizzazione del database interrogator.SaveRestrictionsSamples non funziona come previsto.

  • RUGG-7130: la coda di AWPolicyListSample esegue il backup a causa delle attese del database.

  • RUGG-7139: la procedura di memorizzazione DevicePolicyCompliance_DeleteByPolicyID strowed scade alla disattivazione di un prodotto assegnato a 1 milione di dispositivi. 

  • CRSVC-7353: solo i messaggi di verifica della connessione vengono inviati al Syslog.

19.7.0.13 Problemi della patch risolti
  •  AMST-19972: la modifica del codice di accesso ai dispositivi Windows 10 con account utente di base non funziona come previsto.

  • ARES-9392: le pianificazioni delle ore non funzionano come previsto per gli incrementi di "tutto il giorno".

19.7.0.16 Problemi della patch risolti
  • AAPP-7835: i dispositivi DEP ricevono il token errato da un gruppo di inferiore.

  • AAPP-8178: supporto di "apns-push-type" per APN tramite HTTP/2

  • FCA-191637: impossibile eliminare i dispositivi in blocco nella visualizzazione elenco dispositivi.

  • PPAT-6095: le applicazioni abilitate per il proxy di Tunnel non funzioneranno se i certificati server non sono conformi ai nuovi criteri di certificazione Apple TLS per iOS 13

19.7.0.17 Problemi della patch risolti
  • CMSVC-10898: errore di creazione a causa della scadenza del certificato

Problemi noti

  • AGGL-5484: sui dispositivi Chrome OS, la data di registrazione viene aggiornata all'ultima ora di sincronizzazione.

    La data e l'ora di registrazione vengono aggiornate al momento della sincronizzazione più recente per i dispositivi Chrome OS quando i dispositivi vengono recuperati da Google Cloud. Deve invece apparire l'orario effettivo di registrazione del dispositivo condiviso nella risposta di Google Cloud.

  • AGGL-5725: le assegnazioni delle app non possono essere salvate quando è abilitato NSX.

    Quando NSX è abilitato, i gruppi di sicurezza delle assegnazioni di applicazioni non possono essere salvati.

    Come soluzione alternativa, disabilitare NSX, aggiungere le assegnazioni delle app e riattivare NSX.

  • AGGL-5744: le app approvate non riescono a essere installate in modo intermittente da Play Store ai dispositivi Xiaomi.

    Le app approvate sul server UEM non sono visibili in modo intermittente sui dispositivi Xiaomi quando sono registrati in Android Enterprise. 

  • AGGL-5906: il dispositivo Android Enterprise crea un codice di accesso al dispositivo invece del codice di accesso del dispositivo di lavoro.

    L'hub del motivo mostra la notifica per impostare il codice di accesso del dispositivo quando viene inviato il codice di accesso del profilo di lavoro perché il codice XML del profilo include entrambi i criteri dei codici di accesso ai dispositivi (com.airwatch.android.androidwork.passwordpolicy) e il criterio del codice di accesso di lavoro (com.airwatch.android.androidwork.apppasswordpolicy)

    Selezionare la notifica "Modifica codice di accesso di lavoro dell'app" e impostare il codice di accesso del dispositivo registrato per il lavoro.

  • AGGL-6014: Lo staging di un utente singolo non funziona come previsto.

    Lo staging di un utente singolo non viene completato a causa di errori HMAC.

  • AMST-17019: l'installazione dei criteri di contesto e rilevamento non è modificabile per la nuova versione MSP se è stata distribuita la versione precedente. 

    Se un MSP viene aggiunto a un MSI già distribuito, i criteri di contesto e di rilevamento dell'installazione non sono modificabili dopo il salvataggio, nonostante la nuova versione sia in uno stato sconosciuto. 

  • AMST-17022: gli errori di installazione dell'applicazione non vengono aggiornati nella UEM console.

    L'esempio dell'elenco delle app selettive non viene accodato in caso di errori di installazione dell'app e quindi necessita di un campione nell'elenco delle app per aggiornare lo stato. 

  • AMST-17581: lo stato dell'app cambia in "Non installata" e "Installazione in corso" nella scheda App. Dopo che la disinstallazione dell'app ha avuto esito negativo, lo stato cambia in "Non installata" e viene restituito un errore di esecuzione.

    Il client SFD invia zero nel campione quando la disinstallazione dell'applicazione viene messa in coda. Questo fa in modo che lo stato dell'app nella console cambi in Non installata e quindi in Errore di installazione, anziché Errore di disinstallazione.

  • AMST-17591: "Il file esiste" visualizza il numero di versione errato.

    Il criterio "Il file esiste" visualizza le informazioni sulla versione che appartengono al criterio "L'app esiste".

  • AMST-17881: la modifica del payload del profilo non funziona come previsto.

    Se tutte le configurazioni nei nuovi payload sono impostate su Non configurato, il payload deve essere ripristinato allo stato di Non configurato. Al momento continuiamo a mostrare il payload evidenziato nella barra verde, l'icona di modifica, l'icona del cestino e così via.

  • AMST-18107: i criteri di distribuzione dell'applicazione non riescono se nella configurazione vengono utilizzate le virgolette.

    con l'utilizzo dei criteri del registro di sistema, o di contingenze con virgolette incluse nella configurazione, non è possibile distribuire l'applicazione.

  • AMST-18160: l'intestazione Aggiungi contingenze mostra Aggiungi criteri

    Quando, aggiungendo le contingenze, il testo dell'intestazione/tipo fa riferimento a "criteri". Idealmente, nell'intestazione deve apparire "Aggiungi contingenze" e il testo del tipo dovrebbe indicare "Tipo di contingenza".

  • AMST-18221: il profilo delle restrizioni blocca tutti i cookie di terze parti, anche se i cookie del profilo sono impostati come consentiti. 

    Quando l'utente imposta un criterio di restrizione e consente i cookie del browser, il browser Edge blocca ancora i cookie di terze parti. 

    Come soluzione alternativa, utilizzare qualsiasi altro browser.

  • AMST-18762: le app gestite visualizzano un messaggio di stato errato. 

    Si deve supporre che le app gestite con un errore di disinstallazione rimangano nello stato di "rimozione in sospeso". 

  • ARES-8578: l'ultima azione eseguita non viene aggiornata per la rimozione dell'applicazione Microsoft Store for Business con il flag di conteggio della funzionalità MAM attivo.

    Lo stato dell'applicazione non viene aggiornato per l'applicazione BSP.

  • ARES-8427: Lo staging di un utente singolo non funziona come previsto a causa di errori HMAC.

    Lo staging di un utente singolo non funziona come previsto a causa di errori HMAC.

  • CMCM-188249: il download del contenuto gestito da AirWatch non funziona come previsto. 

    contentavailable_search richiede troppo tempo per rispondere.

  • CMCM-188259: il contenuto assegnato all'OG dipendente non riesce a essere applicato al dispositivo se la categoria viene creata in corrispondenza dell'OG di pari livello.

    Il contenuto di AW non deve essere assegnato agli OG di pari livello con categorie create in altri OG di pari livello.

    Come soluzione alternativa, assegnare il contenuto ad altri OG di pari livello o creare la categoria in corrispondenza all'OG assegnato.

  • CMEM-185217: la configurazione SEG viene visualizzata nel pannello di amministrazione

    il parametro MemConfig di SEG viene visualizzato nella voce Monitor-> Pannello di amministrazione.

  • ENRL-1292: la notifica degli eventi API non riesce ad attivare la modifica dell'attributo del dispositivo.

    La sottoscrizione della notifica degli eventi non viene attivata quando viene configurata per la modifica dell'attributo del dispositivo o durante la modifica del gruppo organizzativo del dispositivo

  • FCA-190413: con la richiesta di configurazione dell'hub, il ToS cloud tenant non viene caricato o ritarda durante il caricamento.

    Con la richiesta di configurazione dell'hub, il PDF ToS del cloud tenant non viene caricato nei browser Firefox e Chrome o richiede molto tempo per il caricamento

    Come soluzione alternativa, utilizzare il browser Chrome per scorrere oltre i termini del servizio.

  • PPAT-5464: la pagina dei proxy in uscita in STR non viene aggiornata automaticamente.

    Se si elimina un proxy in uscita dall'elenco STR, nell'interfaccia utente viene creata una voce duplicata.

    Come soluzione alternativa, chiudere la pagina e ricaricarla.

check-circle-line exclamation-circle-line close-line
Scroll to top icon