Le etichette del dispositivo consentono di identificare un particolare dispositivo senza che sia necessario un profilo del dispositivo, un gruppo smart o un criterio di conformità senza la creazione di una nota.

Ad esempio, se un dispositivo presenta una batteria difettosa o ha lo schermo rotto, puoi usare le etichette per identificare il dispositivo nella console. Le etichette ti consentono anche di identificare le varianti hardware in modo più evidente, anziché ricorrere al numero del modello o alla descrizione per distinguere i vari dispositivi.

Ad esempio, si supponga che due PC abbiano lo stesso codice di modello, ma le loro CPU siano leggermente differenti, oppure la quantità di memoria, o la scheda video siano state personalizzate. L'etichettatura avanzata dell'hardware consente di identificare facilmente quei dispositivi nella console.

Etichette e gruppi smart

La funzionalità delle etichette è integrata con i gruppi smart ed è pertanto possibile utilizzare le etichette per distinguere un gruppo smart.

Ad esempio. se hai etichettato tutti i dispositivi della flotta con danni estetici, puoi creare un gruppo smart contenente quei dispositivi. ed escluderli dal gruppo di dispositivi che si assegnano temporaneamente agli ospiti.

Un altro esempio consiste nell'etichettare i dispositivi con livelli inferiori di prestazioni. Puoi creare un gruppo smart con quei dispositivi etichettati ed escluderli dall'uso nei compiti strategici per l'azienda.

Etichette del dispositivo e autorizzazioni dei ruoli

Tutte le attività relative alla funzione etichetta del dispositivo richiedono autorizzazioni per il ruolo assegnato agli amministratori. Se desideri che gli amministratori abbiano la responsabilità di creare le etichette, devi aggiungere quella autorizzazione (nota come Risorse nella console) al ruolo che assegni all'amministratore. Lo stesso vale per la visualizzazione, la modifica, l'eliminazione, l'assegnazione e la ricerca di etichette.