Separare dal database i contenuti gestiti da Workspace ONE UEM memorizzandoli in un archivio file dedicato. Per configurare un archivio file, è necessario determinare la posizione dei file e la capacità di archiviazione, configurare i requisiti di rete e creare un account di rappresentazione.

Importante: Archivio file è necessario per la distribuzione software di Windows 10.

Creare la cartella condivisa su un server nella rete interna

  • L'archivio file può trovarsi in un server separato o in uno degli altri server dell'applicazione Workspace ONE UEM nella rete interna. L’archivio è accessibile solo dai componenti che ne richiedono l'accesso, come il server della console e il server dei servizi del dispositivo.
  • Se il server dei servizi del dispositivo e della console e il server che ospita la cartella condivisa non risiedono sullo stesso dominio, è necessario definire il dominio durante la configurazione del servizio nel formato <domain\username>. Per evitare errori di autenticazione, è possibile definire anche l'affidabilità a livello di dominio.

Configurare i requisiti della rete

  • Se si utilizza Samba/SMB - TCP: 445, 137, 139. UDP: 137, 138
  • Se si utilizza NFS - TCP e UDP: 111 e 2049

Allocare capacità del disco rigido sufficiente

I requisiti di archiviazione specifici possono variare a seconda di come verrà utilizzato l'archivio file. La posizione dell'archivio file deve disporre di spazio sufficiente per contenere le app interne, i contenuti gestiti o i report che verranno utilizzati. Prendi in considerazione i punti seguenti.

  • Se abiliti la memorizzazione nella cache per i contenuti o le app interne, è consigliabile dimensionare il server Servizi dispositivo su un valore pari al 120% della dimensione cumulativa di tutte le app e di tutti i contenuti da pubblicare.
  • Per i report, i requisiti di archiviazione dipendono dal numero di dispositivi, dalla quantità giornaliera di report e dalla frequenza con cui vengono rimossi. Come punto di partenza, è consigliabile pianificare l'allocazione di almeno 50 GB per dimensioni di distribuzione fino a 250.000 dispositivi, che eseguono circa 200 report giornalieri. Modifica questi valori in base alla quantità effettivamente osservata nella distribuzione. Se abiliti la memorizzazione nella cache, applica queste dimensioni anche al server della Console.

Creare un account di servizio con le autorizzazioni corrette

  • Creare un account nel dominio della directory dell'archivio condiviso.
  • Assegna all'utente locale le autorizzazioni di lettura/scrittura/modifica sulla condivisione file utilizzata per il percorso dell'archivio file.
  • Configurare l'utente della rappresentazione dell'archivio file in Workspace ONE UEM con l'account di dominio nel formato <domain\username>.
  • Se la directory dell'archivio condiviso non si trova in un dominio, creare un utente e una password locale identici sul server utilizzato per Archivio file, Console e Servizi dispositivo. In questo caso, fornire l'account utente locale nel formato <nomeutente>.

Puoi anche utilizzare l'account di un servizio di dominio anziché un account utente locale.

Configurare l'archivio file per il gruppo globale

Configura le impostazioni dell'archivio file a livello di gruppo globale dalla console UEM.