È possibile registrare utenti e gruppi esistenti di servizi Directory come Active Directory (AD), Lotus Domino e Novell e-directory. Se non si dispone di un'infrastruttura di questo tipo o si sceglie di non effettuare l'integrazione, è necessario effettuare la registrazione di base in Workspace ONE UEM powered by AirWatch.

La registrazione di base prevede la creazione manuale degli account utente nella console UEM.

Nota: Anche se Workspace ONE UEM supporta sia utenti registrati a servizi di directory che utenti di base, in genere per effettuare la registrazione iniziale di utenti e dispositivi si utilizza solo un tipo di utente.

Pro e contro

Pro Contro

Registrazione di base

  • Può essere utilizzata per qualsiasi metodo di distribuzione.
  • Non richiede integrazione tecnica.
  • Non richiede alcuna infrastruttura aziendale.
  • Possono potenzialmente registrarsi a più gruppi.
  • Le credenziali sono valide solo in Workspace ONE UEM e non corrispondono necessariamente alle credenziali aziendali esistenti.
  • Non offre alcuna protezione centralizzata.
  • Single Sign-On non supportato.
  • Workspace ONE UEM archivia tutti i nomi utente e le password.
  • Non può essere utilizzato per la registrazione diretta di Workspace ONE.

Registrazione a servizi di directory

  • Gli utenti possono autenticarsi con le credenziali aziendali esistenti.
  • Rileva e sincronizza automaticamente le modifiche dal sistema di directory in Workspace ONE UEM. Ad esempio, quando si disabilitano gli utenti in AD, il corrispondente account utente in Workspace ONE UEM console è contrassegnato come inattivo.
  • Metodo sicuro per l'integrazione del servizio di directory esistente.
  • Pratica di integrazione standard.
  • Può essere utilizzato per la registrazione diretta di Workspace ONE.
  • Le distribuzioni SaaS che utilizzano AirWatch Cloud Connector non richiedono alcuna modifica del firewall e offrono una configurazione protetta ad altre infrastrutture come i server Microsoft ADCS, SCEP e SMTP.
  • Richiede un'infrastruttura del servizio di directory esistente.
  • Le distribuzioni SaaS richiedono configurazioni aggiuntive, in quanto AirWatch Cloud Connector è installato dietro al firewall o in una DMZ.