Le Note di rilascio di VMware Workspace ONE UEM forniscono informazioni sulle nuove funzionalità e sui miglioramenti di ciascuna versione. Questa pagina comprende un riepilogo delle nuove funzionalità introdotte nella versione 2001, oltre a un elenco dei problemi risolti e dei problemi noti.

Nuove funzionalità di questa versione

  • Applicazione dei filtri desiderati con il nuovo filtro del dispositivo.
    È stato notevolmente migliorato il funzionamento del filtro sui dispositivi inclusi nella visualizzazione elenco dispositivi. Ora è possibile applicare il numero di filtri desiderato impedendo che l'elenco dei dispositivi si aggiorni prima della selezione del pulsante Applica. In questo modo, non è necessario attendere che la console si aggiorni con la selezione di ogni filtro.
  • Presentazione dell'accordo sui Termini di servizio per i clienti SaaS.
    Ai clienti SaaS che accedono alla console per la prima volta viene presentato un accordo sui Termini di servizio per le offerte di servizi VMware Cloud. Dopo l'accettazione, gli amministratori che eseguiranno l'accesso non visualizzeranno gli stessi Termini di servizio. Per informazioni dettagliate sui contenuti dell'accordo, vedere Offerte di servizi VMware Cloud.
  • Visualizzazione di tutti i dispositivi gestiti connessi allo stesso router Wi-Fi nel layout personalizzato della visualizzazione elenco dispositivi.
    È ora possibile includere l'identificatore del set di servizi (SSID), noto comunemente come nome della rete Wi-Fi, nella visualizzazione elenco dispositivi. Questa nuova colonna consente di visualizzare facilmente tutti i dispositivi gestiti connessi allo stesso router Wi-Fi. Attivare questa nuova colonna selezionando l'opzione di layout personalizzato e scegliere SSID nell'elenco delle colonne disponibili.
  • I report non utilizzano più una quantità eccessiva di spazio su disco.
    È stato imposto un limite assoluto di 4 GB per le dimensioni dei report di Workspace ONE UEM. Questo limite impedisce cicli di elaborazione potenzialmente eccessivi dedicati alla creazione di report sovradimensionati. Per ulteriori informazioni, consultare Generazione di report.
  • È ora di eseguire l'aggiornamento di .NET Framework alla versione 4.8.
    Per l'aggiornamento automatico di VMware AirWatch Cloud Connector, i server con ACC installato richiedono .NET Framework 4.8.
  • Possibilità di registrare e gestire i dispositivi di lavoro con gestione Work GMS e non GMS all'interno dello stesso gruppo.
    Per non dover creare più gruppi per la gestione dei dispositivi GMS e non GMS, è stata aggiornata la registrazione del codice QR con un'opzione che forza la registrazione di dispositivi AOSP o in esecuzione su reti chiuse. Quando questa funzionalità è abilitata nelle impostazioni di registrazione del codice QR, il dispositivo viene registrato come AOSP/Rete chiusa, indipendentemente dal tipo di registrazione con gestione Work configurato nelle impostazioni di registrazione di Android. Per ulteriori informazioni, vedere Generazione di un codice QR utilizzando la procedura guidata di configurazione della registrazione.
  • Possibilità di avviare la configurazione, il rinnovo e la revoca dei certificati da UEM Console.
    Con l'estensione Workspace ONE UEM per Chrome OS, è possibile gestire completamente i certificati a livello di utenti e dispositivi. Per ulteriori informazioni, vedere Estensione VMware Workspace ONE UEM per Chrome OS.
  • Aggiornamento delle app personalizzate di Apple con un solo clic.
    Ora è possibile eseguire il push degli aggiornamenti alle app personalizzate di Apple obsolete.
  • Definizione delle assegnazioni della base di confronto con la nuova funzionalità Esclusioni.
    È ora possibile escludere gruppi smart specifici dall'assegnazione delle basi di confronto ai dispositivi Windows 10. Questa funzionalità consente di assegnare la base di confronto a un gruppo smart di grandi dimensioni e di perfezionare l'assegnazione escludendo determinati gruppi smart più piccoli.
  • Verifica della protezione dei dati sui dispositivi Windows 10 anche dopo la cancellazione.
    Il profilo di crittografia ora supporta la crittografia continua del sistema, anche dopo la rimozione del profilo, la cancellazione dei dati del dispositivo o l'eventuale interruzione della comunicazione con Workspace ONE UEM sui dispositivi Windows 10.
  • Supporto del proxy SCEP per i dispositivi Windows 10.
    Se l'autorità di certificazione richiede una connessione proxy, il server dei servizi del dispositivo funge da proxy per le comunicazioni tra l'autorità di certificazione e i dispositivi Windows 10 con un profilo SCEP. Decidere dove archiviare le chiavi private SCEP per i dispositivi Windows 10. Ora è possibile selezionare la posizione per le chiavi private nel profilo SCEP per i dispositivi Windows 10. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di un profilo SCEP (Windows Desktop).

Problemi risolti

I problemi risolti sono raggruppati come segue.

Problemi risolti della versione 2001
  • AAPP-5341: L'opzione delle app di terze parti sul profilo email nativo di iOS richiede l'aggiornamento del testo dell'interfaccia utente.

  • AAPP-7017: "Consenti modifica ID biometrico" dipende dalla chiave "Consenti sblocco dispositivo tramite ID biometrico" nel profilo delle restrizioni.

  • AAPP-7188: La chiave allowPasswordSharing nel payload delle restrizioni iOS viene convertita in Consenti la condivisione delle password Wi-Fi nell'interfaccia utente.

  • AAPP-7735: Il profilo DEP già assegnato si blocca nello stato "Assegnazione in corso" e non può essere modificato.

  • AAPP-7900: L'API utilizzata per creare il profilo di crittografia macOS restituisce un errore quando il parametro "ForceRestart" viene inviato al corpo del testo.

  • AAPP-8165: Il caricamento di un'app con estensione non riesce quando il payload non è specificato direttamente in IPA.

  • AAPP-8470: In una configurazione multigruppo in cui un'app ha l'aggiornamento automatico abilitato, in caso di errore in uno dei gruppi, il processo viene interrotto.

  • AAPP-8477: Migliorata la gestione degli errori per i dispositivi iOS durante il check-in.

  • AAPP-8493: I nomi delle app di produttività Workspace ONE integrate negli APN per le applicazioni sono errati e obsoleti.

  • AAPP-8530: Impossibile creare un profilo di rete macOS con più payload Wi-Fi.

  • AAPP-8554: Le app VPP non vengono installate sugli iPod, sebbene iPhone e iPod touch rientrino tra i dispositivi supportati.

  • AAPP-8556: Errore durante la modifica dei profili con il payload delle regole di utilizzo della rete.

  • AAPP-8600: Gli APN per i comandi ProfileList e CertificateList non funzionano come previsto.

  • AAPP-8611: Sono stati apportati alcuni miglioramenti dell'interfaccia utente all'eliminazione dell'app VPP. 

  • AAPP-8614: Supporto dell'intestazione "apns-push-type" per APN tramite HTTP/2. 

  • AAPP-8618: Le app VPP non vengono installate sui dispositivi registrati personalizzati.

  • AAPP-8668: I dispositivi degli studenti risultano offline sui dispositivi degli insegnanti.

  • AAPP-8674: La restrizione "Consenti alle app gestite di archiviare i dati" non funziona come previsto sui dispositivi iOS13.

  • AAPP-8725: IMEI errato segnalato sui dettagli del dispositivo per i dispositivi multi-SIM iOS. 

  • AAPP-8960: Miglioramenti delle prestazioni DB per i dispositivi macOS. 

  • AAPP-9006: L'installazione del certificato Entrust non viene eseguita sul dispositivo.

  • AAPP-9060: Miglioramenti delle prestazioni di sincronizzazione dell'elenco.

  • AGGL-5851: Gli stati delle caselle di controllo Rete nascosta e Unione automatica non rispettano il profilo di modifica.

  • AGGL-6562: Timeout intermittenti visualizzati durante l'esecuzione del processo di manutenzione tramite cancellazione degli esempi di cronologia

  • AGGL-6596: La richiesta Web di ChromeOS non funziona come previsto.

  • AGGL-6753: I profili non vengono assegnati ai dispositivi Android legacy se il payload delle credenziali viene assegnato a un profilo. 

  •  AGGL-6782: L'account di Play gestito non è nascosto nel lato personale nelle registrazioni COPE.

  • AMST-20029: Rimozione degli errori non necessari dai registri dei pacchetti di provisioning.

  • AMST-20985: Impossibile disattivare l'impostazione di distribuzione del pacchetto software Win Desktop.

  • AMST-21644: I dispositivi accedono all'endpoint campione anche una volta eliminati dalla Console.

  • AMST-21723: "Dispositivo-> Aggiornamenti dispositivo-> Windows" e "Dettagli dispositivo" mostrano il GUID e non i metadati.

  • AMST-21847: Nel profilo del firewall, quando si configura il blocco dell'unione delle regole del firewall/di connessione, viene generato un SyncML con il valore "AllowLocalPolicyMerge' = 'True"' e viceversa.

  • AMST-21934: Impossibile aggiungere nuovamente un'eccezione di percorso al profilo anti-virus Windows dopo che il percorso dell'eccezione è stato cancellato e salvato. 

  • AMST-22045: La connessione Wi-Fi automatica non funziona come previsto per i dispositivi desktop Windows.

  • AMST-22047: Intelligence - Impossibile accedere ai sensori del sotto gruppo per i dispositivi Windows.

  • AMST-22104: Lo stato dell'app Windows Phone 10 non riflette lo stato di installazione corretto nella console.

  • AMST-22146: Gli intervalli degli indirizzi remoti nelle regole del firewall non funzionano come previsto.

  • AMST-22198: Il percorso errato per Dell Command Monitor causa l'errore di installazione e altri errori nei registri.

  • AMST-22432: La registrazione alla Configurazione guidata di Windows non funziona come previsto nella console e viene visualizzato lo stato "in attesa di Hub".

  • AMST-22433: Mancata corrispondenza tra numero di dispositivi con aggiornamenti di Windows assegnati e approvati.

  • AMST-22476: I dispositivi Windows non rispettano l'impostazione di logout automatico. 

  • AMST-22751: I sensori del dispositivo non funzionano a causa di eccezioni Dataplatformservice

  • AMST-22863: Visualizzazione dettagli dispositivo > scheda App; il pulsante di opzione non è attivo per le app Win BSP.

  • AMST-23164: Mancato aggiornamento DB da 19.7.0.1 a 1909 con errore DeviceProfileSettingValue_UpdatePeakShiftToISO8601.

  • AMST-23157: Arresto anomalo della pagina Base di confronto nell'area Profili e risorse. 

  • AMST-23420: L'attivazione della rilevazione dello script non funziona come previsto.

  • ARES-7765: L'indicatore di stato della distribuzione non funziona come previsto quando si creano più gruppi smart e si assegnano dispositivi a gruppi smart diversi.

  • ARES-8564: La registrazione del catalogo autonomo per i dispositivi iOS 12.2 non funziona come previsto.

  • ARES-8624: In Registro eventi > InstallAppRequested viene visualizzata la versione dell'app errata.

  • ARES-10552: L'API begininstall restituisce un errore interno del server.

  • ARES-9682: Impossibile inviare il comando di installazione per l'app interna Android ai dispositivi in cui l'app è segnalata come app di sistema.

  • ARES-10685: Impossibile caricare l'app SDK associata al payload delle credenziali (profilo SDK) in quanto la sproc del database restituisce un errore e non inserisce i dati.

  • ARES-10818: Violazione del vincolo di chiave primaria. 

  • ARES-10904: Il servizio AirWatch Interrogator Queue non funziona come previsto.

  • ARES-10937: Impossibile visualizzare l'opzione Gruppo smart quando si aggiunge o si modifica l'assegnazione per le applicazioni pubbliche in App e libri.

  • ARES-11113: Impossibile inviare le configurazioni dell'app Boxer per le assegnazioni precedenti in cui le configurazioni dell'app non sono salvate nella tabella dei blob.

  • CMSVC-10132: Con l'importazione in blocco, la colonna "Gruppo di registrazione" nel modello avanzato non acquisisce il nome del gruppo, ma ne acquisisce l'ID.

  • CMSVC-10894: L'opzione Assegna tag non funziona come previsto in Internet Explorer.

  • CMSVC-10964: Il gruppo di utenti oggetto della ricerca mostra il formato GUID e non viene salvato.

  • CMSVC-11002: Gli attributi dell'utente amministratore non si aggiornano in Workspace ONE UEM Console dopo la sincronizzazione.

  • CMSVC-11004: Il salvataggio delle impostazioni di ottimizzazione delle prestazioni reimposta il valore dell'impostazione batchsizebysmartgroup su 0.

  • CMSVC-11077: Il gruppo con più di 180K utenti viene sincronizzato parzialmente con Workspace ONE UEM Console.

  • CMSVC-11087: La chiamata all'API AddTag non riesce se il carattere speciale "&" è presente nel campo TagName.

  • CMSVC-11117: L'API Merge non mostra il codice di risposta corretto quando l'unione non riesce.

  • CMSVC-12757: La chiamata all'API effettuata per recuperare un elenco di amministratori con il parametro PageSize 1000 elenca solo 21 utenti, fornendo un totale errato.

  • CMSVC-12821: Impossibile sincronizzare più di 1000 utenti in un gruppo di utenti durante l'integrazione con VDS.

  • CMSVC-12893: L'attributo di mappatura Azure Active Directory è obbligatorio quando la directory è impostata su Nessuna e AD Azure per i servizi di identità è abilitato nella pagina delle impostazioni dei servizi directory.

  • CMSVC-12930: Il filtro stato utente (attivo e inattivo) non funziona.

  • CMSVC-12957: Server non corretto utilizzato durante l'aggiunta di utenti mancanti. 

  • CRSVC-7992: Il modello di messaggio specifico per la piattaforma non viene selezionato durante la registrazione dei dispositivi.

  • CRSVC-8623: Gli errori di API intermittenti si verificano dopo la richiesta di base ad alcune API.

  • ENRL-1572: Il nome descrittivo dell'ultimo dispositivo nell'elenco viene aggiornato durante l'eliminazione. 

  • ENRL-1596: L'opzione Re-invia messaggio per il token nella pagina di visualizzazione dell'elenco "Stato registrazione" estende il token di registrazione quando l'autenticazione token è abilitata per la registrazione. 

  • ENRL-1598: La registrazione basata su token mostra una data di emissione futura durante l'inserimento di un dispositivo nella lista bianca. 

  • ENRL-1740: Impossibile registrare i dispositivi quando è selezionata l'opzione "solo dispositivi registrati".

  • FCA-189719: Le istanze di "nome utente" in Workspace ONE UEM devono essere aggiornate per modernizzare la messaggistica dell'utente finale.

  • FCA-191478: UEM Console si disconnette automaticamente dopo 4 ore.

  • FCA-191523: La pagina della Guida introduttiva mostra un valore percentuale non corrispondente nello stato completato.

  • FCA-191934: La chiamata all'API di ricerca dei dettagli dell'azienda non fornisce risultati per posizione e paese.

  • FCA-192112: La query del report sui dettagli di utilizzo del dispositivo causa l'overflow.

  • INTEL-16242: "Numero build/revisione sistema operativo" aggiunto a "Versione sistema operativo".

  • INTEL-5248: Il report personalizzato con il campo device_eas_device_identifier non include i dati relativi ai dispositivi Android.

  • PPAT-6200: Impossibile caricare alcune pagine Tunnel durante la distribuzione di UEM con URL di console e API distinti.

  • PPAT-6241: La configurazione Tunnel a volte non viene caricata a causa delle autorizzazioni di lettura/scrittura per il servizio AirWatch Tunnel in esecuzione nella UEM Console.

  • PPAT-6301: La configurazione Tunnel non viene salvata quando un'autorità di certificazione esistente corrisponde all'ID del gruppo.

  • RUGG-5294: L'icona di attivazione non viene visualizzata quando si modifica un prodotto attivo.

  • RUGG-6991: È stata rimossa App Remote View poiché presenta problemi ed è obsoleta. 

  • RUGG-7282: I comandi sospesi non vengono rilasciati correttamente a causa della violazione della chiave primaria per la procedura DevicePolicyDevic_Delete.

  • RUGG-7369: Nella pagina Aggiungi prodotto > scheda Distribuzione, il parametro "Data e ora server" viene visualizzato in modo errato quando l'impostazione dell'account amministratore corrente è configurata con il fuso orario non GMT.

  • RUGG-7493: Impossibile aggiungere il file con estensione .bat o .PS1 in Aggiungi file/Azioni. 

  • RUGG-7558: Le chiamate all'API MaintainProduct per l'aggiornamento dei prodotti funzionano come previsto. Tuttavia, quando tentano di utilizzare un gruppo smart creato a un livello inferiore rispetto al prodotto, nella console viene visualizzato l'errore "404 Gruppo smart non valido".

Problemi noti

  • AAPP-8699: Il nome del dispositivo segnalato viene visualizzato in modo errato sull'interfaccia utente della Console.

    DeviceReportedName non si aggiorna sulla query quando si imposta la funzionalità relativa al nome descrittivo personalizzato in Impostazioni > Tutte le impostazioni > Dispositivi e utenti > Generale > Nome descrittivo.

    Disattivare l'impostazione Nome descrittivo in Impostazioni > Tutte le impostazioni > Dispositivi e utenti > Generale > Nome descrittivo.

  • AAPP-8799: Il cliente può configurare in modo errato l'impostazione di Siri iOS per le espressioni volgari in base al testo sulla Console.

    Il testo della Guida per la restrizione del filtro per le espressioni volgari di Siri iOS è errato

    L'amministratore può verificare nella documentazione di Apple la chiave

    forceAssistantProfanityFilter
  • AAPP-9004: Il cliente potrebbe riscontrare lentezza a causa di un carico indesiderato causato dall'accodamento in blocco del comando Pianifica aggiornamento sistema operativo.

    Il comando Pianifica aggiornamento sistema operativo della visualizzazione elenco dispositivi non limita l'azione in blocco al valore configurato nelle impostazioni della gestione in blocco.

    L'amministratore non deve selezionare un numero elevato di dispositivi per pianificare l'aggiornamento del sistema operativo per i dispositivi iOS.

  • AAPP-9058: Gli utenti finali non possono utilizzare il catalogo dei libri a causa di un URL errato.

    Il catalogo dei libri non viene caricato quando si utilizza {SecureDeviceUdid} nell'URL.

    Trasferimento di DeviceUUID nel catalogo dei libri

  • AGGL-6074: La registrazione e l'inserimento dei dispositivi nella lista bianca o nera tramite numero di serie e codice IMEI non funzionano per i dispositivi Android Q.

    Eventuali restrizioni applicate sulla base del numero di serie e del codice IMEI non verranno eseguite durante il ciclo di vita del dispositivo, poiché il supporto per recuperare questi dettagli dal dispositivo è stato rimosso per motivi di privacy

    Utilizzare l'UDID anziché il numero di serie o l'IMEI

  • AMST-23768: Impossibile scaricare l'app interna di Windows caricata tramite un link utilizzando SFD

    Quando si carica un link per inviare un'app interna di Windows e l'opzione "Download e distribuzione tramite server UEM WS1" non è selezionata, l'applicazione non viene installata

    Se l'amministratore seleziona l'opzione "Download e distribuzione tramite server UEM WS1", l'applicazione verrà installata

  • AMST-23975: Il motivo indicato per la mancata installazione di un'applicazione è errato.

    Se si esegue il push di un'applicazione gestita nel dispositivo e l'installazione ha esito negativo, sulla console viene indicato "MDM rimosso" anziché "Esecuzione non riuscita".

  • AMST-24067: L'app Office 365 viene segnalata come installata prima del completamento dell'installazione

    Quando un cliente configura l'applicazione Office 365 e ne esegue il push in un dispositivo Windows, l'applicazione viene prematuramente visualizzata come installata. In caso di mancata installazione, l'applicazione continuerà ad apparire come installata ma nell'ultima operazione risulterà un comando di installazione non riuscito

  • AMST-42002: Il riavvio forzato, ove richiesto, avviene subito dopo l'installazione dell'app

    Quando si carica un'app che richiede il riavvio forzato, questa viene riavviata immediatamente, senza permettere all'utente di salvare il proprio lavoro, quando Intelligent Hub non è installato sul dispositivo

    Installare Intelligent Hub sul dispositivo oppure sostituire l'impostazione di riavvio dell'app con "Riavvio attivato dall'utente", modificare la scadenza in 0 e reimpostarla per forzare il riavvio.

  • CMCM-188366: L'aggiunta di una versione dei contenuti gestiti da AirWatch non riesce e viene visualizzato un errore blob in determinate situazioni.

    Un amministratore può riscontrare il seguente problema per gli ambienti on-Prem: Impossibile aggiungere la versione del contenuto gestito in AirWatch per un documento esistente (.pdf, .txt, ecc.). Gli errori generici vengono visualizzati all'amministratore.

    • Aprire le impostazioni di IIS nel server della console.
    • Andare a .NET Globalization.
    • Modificare le impostazioni relative a cultura e impostazioni cultura dell'interfaccia utente in "Lingua invariante (paese invariante)"
    • Nota: la percentuale di successo di questa soluzione alternativa non è il 100%.
  • FCA-192253: Impossibile caricare nel Portale self-service un certificato che contiene caratteri di markup nella password.

     Se l'utente tenta di caricare un certificato dall'SSP e la password del certificato contiene caratteri di markup, viene generata un'eccezione di convalida

    Utilizzare la password del certificato senza caratteri di markup

  • FCA-192286: Se l'utente è disconnesso dalla console e fa clic su un link di abbonamento report dall'interno di un'e-mail, il report (legacy) non viene scaricato dopo l'accesso.

    Se l'utente amministratore non è connesso a UEM Console e fa clic su un link di abbonamento report in un'e-mail, la Console si aprirà e richiederà l'accesso. Una volta eseguita l'autenticazione, il download del report non viene avviato e la Console non esegue il reindirizzamento alla pagina dei report.

    Gli utenti amministratori possono accedere alla Console prima di fare clic sul link di abbonamento report.

  • FCA-192383: L'utente non è in grado di cancellare i dati nel dispositivo dopo aver eseguito tale operazione su un altro dispositivo e aver modificato il nome descrittivo sul dispositivo corrente.

    Se l'utente amministratore registra due dispositivi (A e B) e cancella i dati su uno (dispositivo A), non può eseguire la stessa operazione sull'altro dispositivo (dispositivo B) se ha modificato il nome descrittivo del dispositivo (dispositivo B) nella stessa sessione, in quanto la finestra di conferma appare momentaneamente e scompare.

    Gli utenti amministratori possono aggiornare la pagina e riprovare.

  • PPAT-6440: Se AWCM non funziona correttamente a livello di gruppo, è possibile che si connettano dispositivi non conformi durante l'attesa della revoca tramite API

    Quando Tunnel è configurato nel gruppo principale e i dispositivi sono registrati nel sotto gruppo, il messaggio AWCM relativo al certificato VPN non viene recapitato al server Tunnel

  • ARES-11178: Windows non supporta il downgrade delle app.

    Di seguito è riportato l'attuale schema per il ritiro e la disattivazione delle applicazioni Windows, poiché Windows non supporta il downgrade delle app:
    Ritiro della versione più recente: Non viene eseguita nessuna operazione in quanto Windows non supporta il downgrade. Le nuove registrazioni avranno la versione precedente, ma i dispositivi esistenti dotati della versione più recente la manterranno.

    L'amministratore attiva la rimozione manuale. Adottiamo questo approccio per evitare periodi di inattività prolungati tra la rimozione e la reinstallazione delle app.

check-circle-line exclamation-circle-line close-line
Scroll to top icon