Un criterio di accesso client utilizza le credenziali di autenticazione client di Office 365 per accedere alle applicazioni Office 365 nella distribuzione di Workspace ONE. Un client Office 365, ad esempio VMware Boxer, Microsoft Outlook e i client e-mail nativi di iOS e Android, raccoglie le credenziali nella propria interfaccia utente per l'autenticazione. Un criterio di accesso client consente a Workspace ONE UEM di gestire le credenziali raccolte per l'autenticazione. I criteri di accesso client consentono inoltre di impostare altri parametri di accesso per le applicazioni di Office 365. I criteri impostati in una singola applicazione di Office 365 si applicano a tutte le applicazioni di Office 365. Tutte le modifiche ai criteri di accesso client influiscono sulla capacità degli utenti di accedere a tali applicazioni.

Ordine dei criteri di accesso client

Disporre in ordine i criteri di accesso client in quando il sistema li applica dall'alto verso il basso. Il sistema utilizza il primo criterio per autenticare un client o negare l'accesso.

Ad esempio, se si crea un criterio che nega l'accesso a tutti i tipi di dispositivi e lo si trascina sopra un criterio che consente l'accesso ai dispositivi Android, il sistema nega comunque l'accesso a tutti i dispositivi che tentano di utilizzare un nome utente e una password. Il sistema non applica quindi il criterio che consente l'accesso ai dispositivi Android. Il primo criterio che nega l'accesso ha priorità.