La soluzione Content Management include l'app Workspace ONE Content, per consentire l'accesso degli utenti finali al contenuto gestito. L'app Workspace ONE Content viene distribuita sui dispositivi degli utenti finali e l'accesso al contenuto gestito viene eseguito nell'app utilizzando i parametri configurati.

Funzionalità

  • Impostazioni dei contenuti per configurare comportamenti delle app univoci.
  • Utilizzare le impostazioni SDK predefinite quando viene configurato come parte della suite di app Workspace ONE UEM.
  • Dashboard di Content Management e visualizzazioni elenco per gestire la distribuzione dei contenuti dalla console UEM.

Sicurezza

  • Crittografia SSL per il transito sicuro dei dati.
  • Crittografia AES a 256 bit per proteggere i contenuti distribuiti.
  • VMware Workspace ONE Content v2.2 e versioni successive per iOS utilizza la classe NSFileProtectionComplete per memorizzare i contenuti.

Capacità Workspace ONE Content per piattaforma

La griglia seguente è applicabile alla versione della piattaforma di VMware Workspace ONE Content disponibile nell'app store.
Nota: VMware Workspace ONE ha annunciato la fine del supporto generale (EOGS) per Workspace ONE Content per Windows a partire dal 31 luglio 2020. Il termine ufficiale è stato fissato al 31 luglio 2021. Per ulteriori informazioni sulla fine del supporto generale, consultare l'articolo della Knowledge base Fine del supporto generale per AirWatch Content Locker per Windows.
Funzionalità iOS Android Win 10
Sicurezza
Autenticazione
Base
AD/LDAP
Token
Codice d'accesso secondo fattore
Crittografia
Crittografia SSL in transito
Crittografia AES a 256 bit a riposo
Crittografia di memoria  
FIPS 140-2
Aggiunta di certificati    
Criteri IT
Rilevamento compromissione
Revoca offline automatica quando il dispositivo è compromesso  
Richiedi la registrazione
Revoca offline automatica alla scadenza del documento
Numero massimo di tentativi di accesso offline
Cancella contenuti al raggiungimento del numero massimo di tentativi di accesso non riusciti
Impedisci la cancellazione dei contenuti obbligatori
DLP
Impedisci Copia/Incolla
Attiva/Disattiva stampa    
Attiva/Disattiva apertura in applicazioni di terze parti
Attiva/Disattiva condivisione via email  
Attiva/Disattiva crittografia a livello di documento
Attiva/Disattiva watermarking documenti

*La funzionalità watermark è disponibile solo per archivi amministratore, archivi utente e contenuti gestiti da Workspace ONE UEM. Non è disponibile per allegati e-mail aperti in Workspace ONE Content

✓* ✓*  
Attiva/Disattiva acquisizione della schermata

** Per Workspace ONE Content, è necessario impostare Attiva acquisizione della schermata su per consentire agli utenti di acquisire le schermate dei documenti e dei contenuti multimediali. Attiva anche la funzione Mirroring dello schermo utilizzando applicazioni di terze parti come Vysor. Se Attiva acquisizione della schermata è impostata su No, gli utenti possono acquisire le schermate solo della schermata principale e delle cartelle di Workspace ONE Content. Anche la funzione Mirroring dello schermo è disattivata.

  ✓**  
Raccolta dati
Installa contenuti
Apri/Chiudi contenuti
Disinstalla/Elimina contenuti
Stato sessione
Esperienza mobile
Accesso
Attiva «Resta collegato»
Autenticazione con credenziali di back-end (Active Directory)
Integrazione con Single Sign-On Workspace ONE UEM  
Single-Sign-On Workspace ONE UEM con l'app Hub as Broker  
Consenti accesso offline
MCM autonomo
Personalizza le condizioni per l'utilizzo
Visualizzazioni contenuti
Contenuti consigliati (Cartella, File, Categoria)
Tutti i contenuti (Tutto/Installato/Disinstallato)
Attività recenti (Aggiornate o visualizzate di recente)
Nuovi contenuti
Contenuto preferito
Visualizzazioni affiancate e ad elenco dei contenuti  
Modalità schermo intero per immagini/PDF
Visualizza contenuti necessari  
Scorri tutte le immagini in una cartella/visualizzazione    
Visualizzazione griglia di tutte le immagini    
Gestione file
Riordina contenuti (ordine alfabetico, cronologico, di importanza)
Filtra contenuti (tipo di file, stato di download)
Elimina documenti on-demand
Importa e carica nuovi documenti/nuove versioni
Sincronizzazione bidirezionale per WebDav, condivisioni di rete  
Sincronizzazione bidirezionale per Google Drive, One Drive  
Archiviazione/Estrazione in SharePoint  
Aggiungi commenti ai file da archiviazione SharePoint    
Contenuti generati dall'utente - Acquisisci foto o video in Workspace ONE Content  
Aggiungi, copia, seleziona più file o cartelle
Contenuti generati dagli utenti - Aggiungi file audio    
Contenuti generati dagli utenti - Aggiungi file Office  
Contenuti generati dagli utenti - Aggiungi file di testo  
Metti in coda per il download più documenti contemporaneamente
Gestisci download (Pausa/Riprendi/Annulla/Riordina)  
Gestisci caricamenti (Pausa/Riprendi/Annulla/Riordina)    
Fruibilità
Cerca stringhe all'interno dei documenti (solo PDF)
Anteprima barra di navigazione/dei comandi  
Visualizza sommario
Visualizzazione di documento multi scheda (sono applicate restrizioni per tipo file)  
Segnalibri (solo PDF)
Modifica segnalibri  
Modalità notte (PDF)  
Modalità presentazione (puntatore nativo per presentare i contenuti)    
Supporto per i collegamenti nei PDF
Visualizza aggiornamenti
Cercare documenti in base a parole chiave
Evidenzia i risultati di ricerca
Visualizza l'ultima sincronizzazione corretta (Stato sincronizzazione)
Contenuti gestiti dall'utente (archivio locale)
Gestione file
Aggiungi/Rimuovi file
Aggiungi nuova versione
Sposta file/cartelle
Aggiungi/Rimuovi cartelle
Sposta i file rimossi nel cestino
Carica automaticamente i documenti all'apertura in VMware Workspace ONE Content  
Collaborazione
Aggiungi e salva annotazioni PDF
Modifica e salva documenti di Office (Word, Excel, PPT)  
Visualizza cartelle condivise con file (Comproprietario, Editore, Lettore)
Mostra collaboratori e ruoli per ogni cartella condivisa
Aggiungi commenti alle versioni del file    
Visualizza feed attività dei commenti e cronologia di revisione per documento    
Salva le bozze localmente    
Invia una notifica all'utente quando è disponibile un aggiornamento di un documento
Personalizzazione e integrazione
Integrazione archivio di file esterno
Share Point 2007
Share Point 2010
Share Point 2013
Share Point Online (Office 365)
Condivisione file di rete
WebDAV  
FileServer (HTTP)  
Google Drive
OneDrive
CMIS  
Supporto dell'archivio aggiunto dall'utente
OneDrive for Business  
Box
Azioni cartella repository file esterno
Consenti la condivisione di cartelle di Google Drive tramite e-mail
Consenti la condivisione di cartelle OneDrive tramite e-mail
Consenti la scelta di una cartella preferita
Le cartelle di Google Drive e OneDrive non possono essere eliminate, poiché le autorizzazioni per l'eliminazione non sono disponibili per questi repository
Localizzazione
Arabo
Cinese - Semplificato
Cinese - Tradizionale
Ceco
Danese
Olandese
Inglese
Francese
Ebraico
Tedesco
Italiano
Giapponese
Coreano
Polacco
Portoghese - Brasile
Russo
Spagnolo
Svedese
Turco
Allegati e integrazione email
Consenti visualizzazione degli allegati e salvataggio VMware Workspace ONE Content
Consenti visualizzazione, estrazione e salvataggio degli allegati compressi in VMware Workspace ONE Content
Consenti modifica di allegati email  
Consenti ricondivisione di allegati email  
Seleziona più contenuti e inviali come allegati email (allegati singoli)    
Seleziona cartelle e inviale come allegati email (cartella compressa)    
Integrazione VMware Browser
Consenti visualizzazione e salvataggio dei download di VMware Browser  
*Tipo di file supportato per la modifica.

Griglia dei tipi di file supportati in base alla piattaforma

I tipi di file supportati dall'app Workspace ONE Content su piattaforme diverse sono elencati nella matrice.

La matrice si applica alla versione di VMware Workspace ONE Content disponibile nell'app store.
Tipi di file supportati iOS Android Windows 10 Note
Modifica Visualizza Modifica Visualizza Modifica Visualizza
AD/Azure RMS

App Content v3.5+

App Content v3.5+

AAC (audio/aac) Non è possibile modificare i file audio e video. È possibile aggiungere i file solo dall'app Content iOS e Android.

Tra i file audio, è possibile aggiungere solo i file .m4a.

ALAC (audio/m4a)
WAV (audio/wav)
MP3 (audio/mpeg)
MOV (video/quicktime)
MP4 (video/mp4)
M4B, M4R  
M4V
CSV (.csv)
ePub (.epub)
iBooks
iWorks - Keynote (.key) application/vnd.apple.keynote
Applicazioni iWorks - Numbers (.numbers) /vnd.apple.numbers
Applicazioni iWorks - Pages (.pages)/vnd.apple.pages
Applicazioni MS Office - Excel (.xls/.xlsx)/vnd.ms-excel
XLSM
Applicazioni MS Office - PowerPoint (.ppt/.pptx)/vnd.ms-powerpoint
PPTM
Applicazioni MS Office - Word (.docx)/msword Per i file .doc non è supportata la modifica
DOCM

MS Office - Protetto da password (.docx, .pptx, .xlsx MS Office 2007 o versioni successive)

Per i file .doc non è supportata la modifica
MS Office - Documenti con tabelle pivot
Testo HTML (.html)/html Il Visualizzatore HTML non supporta JavaScript
PDF (.pdf) application/pdf
Rich Text Format (.rtf) application/rtf
Rich Text Format Directory (.rtfd) application/octet-stream
XML (.xml) application/xml
PNG (.png) image/png È possibile aggiungere le immagini ma non modificare i file.
JPG (.jpg) image/jpeg
TIF (.tif, .tiff) image/tif
Bitmap (.bmp) image/bmp
GIF (.gif) image/gif
Zip (.zip) application/zip
Zip protetto da password
RAR (.rar) application/rar
RAR protetto da password
GZIP (.gzip) application/zip
BZIP (.bzip) application/zip
BZIP2 (.bzip2) application/zip
TAR (.tar) application/zip
TXT
MSG

Configura i contenuti di VMware Workspace ONE

Fornire agli utenti finali l'accesso lato dispositivo ai contenuti aziendali utilizzando l'app Workspace ONE Content. Le configurazioni effettuate nella console UEM definiscono il grado di flessibilità offerto agli utenti per l'accesso ai contenuti aziendali mediante il proprio dispositivo.
  1. Passare a Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni > Contenuti > Applicazioni > App Workspace ONE Content.
  2. Configura le impostazioni per Impostazioni e criteri.
    Impostazioni Descrizione
    Profilo applicazione

    Configurare questa impostazione per definire le impostazioni e i criteri di sicurezza utilizzati da questa applicazione.

    Lasciare su Predefinito e configurare le impostazioni SDK predefinite consigliate per definire il comportamento delle app utilizzando le raccomandazioni di Workspace ONE UEM.

    In alternativa, selezionare Personalizzato per utilizzare le impostazioni personalizzate per l'applicazione e sovrascrivere le impostazioni SDK predefinite, configurando una serie univoca di comportamenti per l'app.

    Profilo iOS Seleziona un profilo SDK personalizzato dall'elenco a discesa.
    Profilo Android Seleziona un profilo SDK personalizzato dall'elenco a discesa.
  3. Configura le impostazioni in Generale.
    Impostazioni Descrizione
    Numero di giorni durante i quali i contenuti rimangono nuovi Seleziona il numero di giorni in cui i documenti recentemente aggiunti verranno considerati nuovi in Workspace ONE Content.
    Blocca la registrazione tramite Content, Boxer e Web

    Abilita questa opzione per impedire la registrazione tramite Workspace ONE Content, VMware Workspace ONE Boxer e VMware Workspace ONE Web.

    Se Workspace ONE Content utilizza l'SDK VMware Workspace ONE per iOS in Objective-C, perché l'impostazione SDK funzioni correttamente è necessaria la registrazione MDM per il Single Sign-On.

    Attiva Modifica/Annotazione Abilita questa opzione per fornire agli utenti finali le funzionalità massime di modifica o annotazione quando si visualizzano i file in Workspace ONE Content.
    Modifica del nome del repository per il contenuto gestito Attiva questa impostazione per cambiare il nome dell'archivio nel campo Nome archivio principale visualizzato.
    Nome archivio principale Inserisci il nuovo nome dell'archivio che vuoi utilizzare.
    Consenti collegamenti ipertestuali Consenti agli utenti di aprire i collegamenti ipertestuali presenti nei documenti, utilizzando il campo Apri collegamenti Internet con visualizzato.
    Apri collegamenti Internet con Seleziona l'applicazione con cui aprire i collegamenti ipertestuali.
    Archivio locale

    Attiva questa impostazione per fornire un archivio alternativo per i contenuti degli utenti.

    Carica solo su Wi-Fi Attiva questa impostazione per consentire i caricamenti solo da Workspace ONE Content alle connessioni Wi-Fi.
  4. Implementa le Condizioni per l'utilizzo della tua app.
  5. Assegnare le Notifiche alle applicazioni di Workspace ONE Content per la piattaforma specificata.
    Impostazione Descrizione
    Tipo di applicazione Indica se è di Sistema o Interna.
    Nome applicazione Da assegnare all'applicazione.
    ID pacchetto Da assegnare all'applicazione.
    Conteggio badge

    Imposta su Necessario, Solo aggiornamenti o Nessuno.

    Necessario: il valore Conteggio badge rappresenta il numero di documenti richiesti che l'utente non ha aperto tramite Workspace ONE Content. (Solo Windows) Il Conteggio badge tiene traccia dello stato di "lettura" per i documenti richiesti per singolo utente su più dispositivi. Quando un utente con dispositivi multipli legge un documento richiesto, il documento risulta letto su tutti gli altri dispositivi.

    Solo aggiornamenti (per i contenuti scaricati): Conteggio badge rappresenta il numero di documenti scaricati per i quali sono disponibili aggiornamenti o nuove versioni.

    Nessuno: conteggio Badge è disattivato per Workspace ONE Content.

  6. Seleziona Salva.

Panoramica integrazione di VMware Workspace ONE Content

L'integrazione richiede agli utenti finali di rivedere e consultare materiali e video di formazione prima di ottenere l'accesso completo a VMware Workspace ONE Content sul proprio dispositivo.

Ottimizzare le funzionalità di integrazione configurando i contenuti richiesti ed eseguendo il push di un profilo con modalità app singola ai dispositivi degli utenti. Una volta terminata l'integrazione, rimuovi il profilo per consentire agli utenti di accedere a tutte le funzioni del dispositivo.

In alternativa, puoi configurare l'integrazione senza la modalità app singola per offrire agli utenti un'esperienza d'uso più flessibile. Questa configurazione non consente agli utenti di accedere a Workspace ONE Content finché non avranno visualizzato i contenuti richiesti, ma consente l’utilizzo del proprio dispositivo.
  Con modalità app singola Senza modalità app singola
Contenuti di VMware Workspace ONE Bloccato nella visualizzazione dei contenuti necessari Bloccato nella visualizzazione dei contenuti necessari
Altre app del dispositivo Non accessibile. Il dispositivo rimane bloccato nella visualizzazione dei contenuti necessari. Accessibile. Gli utenti finali possono continuare a utilizzare il proprio dispositivo.

Prima di applicare la visualizzazione dei contenuti, è necessario valutare in che modo le scelte effettuate influiscano sulla user experience. Ad esempio, se si esegue il push dei contenuti richiesti a un dispositivo sul campo, è possibile che gli utenti si confondano e chiamino l'help desk per aprire un ticket. In linea di massima, l'integrazione o scenari guidati simili forniscono un livello di contesto appropriato in merito al comportamento limitato del dispositivo, riducendo in questo modo eventuali incomprensioni da parte degli utenti.

Inoltre, è necessario valutare l'impatto della distribuzione di Workspace ONE Content con la modalità app singola, poiché limita la funzionalità del dispositivo a un'unica app, in questo caso Workspace ONE Content. Se prevedi di rimuovere la restrizione alla modalità app singola a un orario definito, assicurati che gli utenti finali non accedano ad altre app. Inoltre, verificare che gli utenti finali eseguano attività lavorative sui propri dispositivi mentre è attiva la restrizione.

Abilitare l'integrazione di VMware Workspace ONE Content

L'integrazione consente di distribuire Workspace ONE Content in modo da bloccare l'app in una visualizzazione che mostra esclusivamente i contenuti richiesti finché tali contenuti non vengono visualizzati.
  1. Soddisfare i requisiti minimi di app e sistema operativo.
  2. Determinare e configurare il processo di registrazione.
  3. Vai su Contenuti > Impostazioni > Avanzate > Integrazione.
  4. Imposta Integrazione su Attivata e configura le impostazioni visualizzate.
    Impostazione Descrizione
    Codice di sblocco dell'amministratore Imposta questo codice per sostituire la modalità controllata come amministratore.
    Messaggio d'ingresso Invia un messaggio agli utenti finali spiegando che devono visualizzare i contenuti necessari per poter utilizzare il proprio dispositivo.
    Messaggio d'uscita Invia un messaggio agli utenti finali spiegando che hanno visualizzato tutti i contenuti necessari e adesso sono liberi di utilizzare il loro dispositivo.

Configurare le estensioni dei documenti

Le estensioni dei documenti consentono agli utenti finali di interagire con i file di VMware Workspace ONE Content sui dispositivi iOS, direttamente dalle applicazioni di terze parti. Questa funzionalità richiede configurazioni specifiche all'interno della console UEM e considerazioni speciali per determinati tipi di server dei file aziendali.

Assicurarsi che la funzionalità delle estensioni dei documenti compaia sui dispositivi con Workspace ONE Content v3.1 e versioni successive, compilando le configurazioni richieste nella console UEM.
  • Disabilita tipo di autenticazione
    Le applicazioni con tipo di autenticazione abilitato limitano il caricamento dei file dall'app Workspace ONE Content da parte degli utenti utilizzando le estensioni dei documenti. Per consentire all'utente di caricare i file nelle applicazioni di terze parti, è necessario disabilitare il tipo di autenticazione.
    1. Passare a Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni > App > Impostazioni e criteri > Criteri di sicurezza.
    2. Selezionare Disattivato dal menu a discesa Tipo di autenticazione, quindi selezionare Salva.
  • Disabilita lista consentita delle applicazioni
    La lista consentita delle applicazioni deve essere disabilitata per consentire agli utenti di aprire documenti prodotti con app di terze parti in Workspace ONE Content.
    1. Passare a Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni > App > Impostazioni e criteri > Criteri di sicurezza.
    2. Imposta Limita i documenti in modo che vengano aperti solamente con applicazioni approvate su No.
    3. Seleziona Salva.
  • Abilita Consenti apertura in applicazioni di terze parti
    L'opzione Consenti apertura in applicazioni di terze parti deve essere abilitata in modo che gli utenti finali possano utilizzare la funzionalità di esportazione nelle app di terze parti.
    1. Selezionare Contenuti > Archivi > Archivi amministratori.
    2. Seleziona l'icona Modifica accanto al Server file aziendali che esegue la sincronizzazione con i dispositivi degli utenti finali.

    3. Nella scheda Sicurezza seleziona Consenti apertura in applicazioni di terze parti e quindi scegli Salva.

Abilita accesso archivio

Gli utenti finali possono accedere ai file e all'archivio da applicazioni di terze parti solo quando l'accesso al file e all'archivio è abilitato per Workspace ONE Content sui dispositivi Android.

Per abilitare l'accesso all'archivio, completare le configurazioni richieste nella console.
  • Attivare l'accesso all'archiviazione dalle app di terze parti utilizzando le impostazioni predefinite SDK Android
    Aggiungi una chiave di configurazione nel profilo SDK predefinito per abilitare l'accesso a file e archivi di contenuto prodotti con applicazioni di terze parti.
    1. Passa ad App > Impostazioni e criteri > Impostazioni > Impostazioni personalizzate.
    2. Seleziona Abilita impostazioni personalizzate e incolla {"PolicyEnableFileProvider" :"true"}.
    3. Seleziona Salva.
  • Attivare l'accesso all'archiviazione dalle app di terze parti utilizzando il profilo SDK Android personalizzato
    Aggiungere una chiave di configurazione nel profilo SDK personalizzato per Workspace ONE Content per abilitare l'accesso a file e archivi di contenuto prodotti con applicazioni di terze parti.
    1. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni > Profili > Profilo personalizzato > Payload impostazioni personalizzate.
    2. Se si desidera aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > Android > Impostazioni personalizzate > Payload impostazioni personalizzate.
    3. Incolla {"PolicyEnableFileProvider": "true"}, e seleziona Salva.

      Se disponi di più impostazioni personalizzate, aggiungi la chiave PolicyEnableFileProvider dopo la chiave personalizzata esistente tra { }. Ad esempio, { "CustomSetting Default": "true”, "PolicyEnableFileProvider": "true" }.

  • È inoltre necessario attivare l'impostazione Consenti apertura in applicazioni di terze parti per consentire agli utenti finali di accedere ai file da app di terze parti. Consultare Abilita Consenti apertura in applicazioni di terze parti.

Limitazione dell'accesso all'archivio dalle app di terze parti (solo Android)

Nell'elenco seguente sono descritte le limitazioni di accesso all'archivio da applicazioni di terze parti.

  • L'impostazione Consenti apertura in applicazioni di terze parti viene utilizzata per consentire o negare l'accesso ad applicazioni di terze parti. L'impostazione di autorizzazione "Consenti apertura in email" non viene utilizzata per un file poiché non è possibile determinare (in base all'ID applicazione) se l'applicazione di terze parti è o meno un'app email.
  • Il supporto per framework di Android per fornire file di contenuti e accesso all'archivio da applicazioni di terze parti è disattivato per impostazione predefinita per gestire i container di app e i dati condivisi tra loro.
  • Non è possibile accedere ai file dell'archivio locale poiché la funzionalità Apertura in applicazioni di terze parti è disattivata per impostazione predefinita.
  • Se l'autenticazione di Workspace ONE Content è abilitata, per poter accedere a Workspace ONE Content da applicazioni di terze parti è necessario che Content Locker sia sbloccato (viene visualizzato un messaggio).
  • Se l'amministratore ha configurato una lista consentita e l'app di terze parti non è presente al suo interno, non sarà possibile aprire o creare file tramite Workspace ONE Content.
  • Per i contenuti gestiti, tutti i contenuti sono disponibili scorrendo un'applicazione di terze parti. Per gli altri archivi, i contenuti sono disponibili (per un livello) solo per le cartelle sincronizzate in Workspace ONE Content.

Scansione del codice QR per accedere a URL personalizzati (solo Android)

Utilizzare gli URL personalizzati per consentire agli utenti finali di accedere direttamente ai file nell'applicazione Workspace ONE Content. Al momento della scansione, il codice QR contenente gli URL personalizzati consente all'utente finale di cercare o visualizzare il file, se il file è stato scaricato.

È necessario utilizzare come URL personalizzato una query di ricerca o un ID specifico di contenuto. Gli ID dei contenuti vengono generati automaticamente per ogni file caricato in Workspace ONE UEM Console. Quando si punta al nome del file, il percorso del file visualizza gli ID dei contenuti.

Gli URL personalizzati sono:
  • awscl://search/?query=testo
  • awscl://search?query=testo
  • awscl://search/?query=“testo”
  • awscl://search?query=“testo”
  • awscl://contentid={ID contenuto}
  • awscl://contentid="{ID contenuto}"
La query di ricerca cerca la stringa di testo specificata e l'ID contenuto specifico apre direttamente il documento specificato.

Il comportamento cambia per Content su iOS con l'uso di Swift SDK

Workspace ONE Content 5.0 per iOS è la prima versione di Content a utilizzare Workspace ONE Swift SDK. Le versioni precedenti di Content utilizzavano la versione Objective C di Workspace ONE SDK. Questo cambiamento dell'architettura comporta alcune modifiche che potrebbero influire sul funzionamento dell'app Content a cui gli utenti finali sono abituati.

Nell'elenco seguente sono descritte queste modifiche al funzionamento:
  • Workspace ONE SDK non supporta la funzione di logout in modalità autonoma.
    Nota: Gli utenti devono utilizzare Intelligent Hub in modalità registrata sui propri dispositivi. Gli utenti non devono tentare di accedere all'app Content in modalità autonoma con dispositivi non gestiti da MDM o che non dispongono di Workspace ONE Intelligent Hub.
  • L'opzione di lavoro offline nella schermata del nome utente/password non è più supportata. L'utente può lavorare offline accedendo alle impostazioni dell'app e abilitando il lavoro offline. È ancora possibile effettuare chiamate di rete e il lavoro offline viene riconosciuto solo dalle interazioni specifiche di Content.
  • Le schermate di autenticazione SDK sono state aggiornate con una nuova esperienza utente.
  • Se l'SDK non riesce a recuperare le impostazioni di Content dopo l'avvio, all'utente viene visualizzato un messaggio di errore.
  • Le operazioni di modifica dell'utente sono ora senza Check-In Check-Out (CICO) in caso di codice d'accesso dimenticato.

    Per ulteriori informazioni sulle modifiche al funzionamento dell'app Content, vedere https://ikb.vmware.com/s/article/78206

Limitazione delle importazioni in Workspace ONE Content (solo iOS)

È possibile limitare o consentire l'importazione di contenuti da applicazioni di terze parti in Workspace ONE Content utilizzando determinate chiavi di configurazione in UEM console. Queste chiavi di configurazione consentono l'importazione di contenuti solo da elenchi di applicazioni native approvati.

Utilizzare le seguenti chiavi di configurazione per limitare o consentire l'importazione di contenuti da applicazioni di terze parti in Workspace ONE Content.
Chiave di configurazione Tipo valore Valori supportati Descrizione
{"ContentImportRestriction"} Boolean true = limitazione attivata false = limitazione disattivata Ad esempio, {"ContentImportRestriction": true} Se abilitata, gli utenti dei dispositivi non possono importare i contenuti dalle applicazioni di terze parti non incluse nella lista consentita, comprese le applicazioni iOS native in Workspace ONE Content.
{"ContentImportAllowNativeApps"} Boolean true = sono autorizzate importazioni da applicazioni native false = non sono autorizzate importazioni da applicazioni native , ad esempio, {"ContentImportAllowNativeApps": "true"} Se abilitata, gli utenti dei dispositivi possono importare contenuti dalle applicazioni native quando è abilitata la limitazione di importazione.

I valori di configurazione ContentImportRestriction e ContentImportAllowNativeApps possono essere utilizzati in combinazione per configurare la limitazione di importazione in base alle tue esigenze. Se si desidera consentire l'importazione di contenuti da tutte le app native, abilitare la chiave ContentImportAllowNativeApps. La chiave ContentImportAllowNativeApps è abilitata per impostazione predefinita e consente di importare da tutte le app native, ad esempio, e-mail nativa iOS, File, Safari, AirDrop e simili. Se abilitata, gli utenti dei dispositivi possono aprire e importare i contenuti dalle app non inserite nella lista consentita in Workspace ONE Content utilizzando le versioni Web delle applicazioni non consentite (tramite Safari).

Se si desidera consentire solo applicazioni specifiche, disabilitare la chiave ContentImportAllowNativeApps e aggiungere le applicazioni consentite nell'apposita lista.

Se si desidera limitare l'importazione dei contenuti da applicazioni native specifiche, disabilitare la chiave ContentImportAllowNativeApps e aggiungere le applicazioni consentite nell'apposita lista.

Nota: è necessario abilitare l'opzione Limita i documenti in modo che vengano aperti solamente con applicazioni approvate nelle impostazioni di Prevenzione della perdita dati prima di abilitare i valori della chiave di configurazione. Safari e AirDrop non possono essere inseriti nella lista consentita poiché non è presente alcun ID pacchetto associato.

Configurare la limitazione delle importazioni utilizzando il profilo SDK predefinito

Aggiungi le chiavi di configurazione nel profilo SDK predefinito per limitare le importazioni di contenuto da applicazioni di terze parti in Workspace ONE Content.
  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Da Tutte le impostazioni, vai su App > Impostazioni e criteri > lmpostazioni.
  3. Seleziona Abilita impostazioni personalizzate e incolla le chiavi di configurazione in base ai tuoi requisiti.
    • Per consentire l'importazione solo da app native, { "ContentImportRestriction": true, "ContentImportAllowNativeApps": true}.
  4. Consentire l'importazione da un elenco specifico di app (lista consentita).
    1. Passa a Impostazioni e criteri > Criteri di sicurezza.
    2. Seleziona la casella di testo Elenco di app consentite ed elenca le applicazioni per cui desideri consentire agli utenti di importare i contenuti in Workspace ONE Content.
  5. Seleziona Salva.

Configurare la limitazione delle importazioni utilizzando un profilo SDK personalizzato

Aggiungere le chiavi di configurazione in un profilo SDK personalizzato per limitare le importazioni di contenuto da applicazioni di terze parti in Workspace ONE Content.
  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Profilo personalizzato > Impostazioni personalizzate.
  3. Per aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > iOS > Impostazioni personalizzate.
  4. Da Impostazioni personalizzate, selezionare Configura e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze. Per consentire l'importazione solo da app native, { "ContentImportRestriction": true, "ContentImportAllowNativeApps": true}.
  5. Nella sezione Limitazione, selezionare Limita i documenti da aprire nelle seguenti app e aggiungere l'elenco delle app che si desidera autorizzare (lista consentita).
  6. Seleziona Salva.

Salvataggio automatico dei PDF in Workspace ONE Content (solo iOS)

Da v4.13.2 Workspace ONE Content, gli utenti dei dispositivi possono abilitare o disabilitare la funzionalità Salvataggio automatico in PDF utilizzando l'impostazione Abilita salvataggio automatico in PDF nell'app Workspace ONE Content.

L'impostazione Salvataggio automatico in PDF è disabilitato per impostazione predefinita. La funzione Salvataggio automatico in PDF può essere impostata su 30 secondi, 60 secondi e 120 secondi rispettivamente, utilizzando l'impostazione del tempo di salvataggio automatico in secondi in Workspace ONE Content. Gli amministratori possono usare la chiave di configurazione fornita da Workspace ONE UEM nella Workspace ONE UEM Console per consentire o impedire all'utente di disabilitare la funzionalità di salvataggio automatico del PDF nell'app Workspace ONE Content. Se viene attivata utilizzando la chiave di configurazione, gli utenti dei dispositivi non possono disabilitare la funzione di salvataggio automatico PDF e l'impostazione Abilita salvataggio automatico in PDF non è disponibile in Workspace ONE Content. Se la funzione Salvataggio automatico in PDF è abilitata, le modifiche apportate a un file PDF quando è in corso un salvataggio automatico non vengono salvate. Dopo ogni istanza di un salvataggio automatico, il documento PDF viene ricaricato.

Utilizzare la chiave di configurazione seguente per abilitare la funzione Salvataggio automatico in PDF in Workspace ONE Content:
Chiave di configurazione Tipo valore Valori supportati Descrizione
{ "ContentPDFAutoSaveEnabled" } Boolean true = abilitato false = può essere abilitato o disabilitato dall'utente del dispositivo Se impostata su True, la funzionalità Salvataggio automatico in PDF è abilitata e gli utenti dei dispositivi non possono disabilitare l'impostazione. L'impostazione Abilita salvataggio automatico in PDF in Workspace ONE Content non è disponibile per gli utenti dei dispositivi.

Configurare il salvataggio automatico dei PDF utilizzando il profilo SDK predefinito

Aggiungere la chiave di configurazione nel profilo SDK predefinito per consentire o impedire agli utenti di disabilitare la funzionalità di salvataggio automatico dei PDF.
  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Da Tutte le impostazioni, selezionare App > Impostazioni e criteri > lmpostazioni.
  3. Seleziona Abilita impostazioni personalizzate e incolla le chiavi di configurazione in base ai tuoi requisiti. Per abilitare il salvataggio automatico dei PDF, { "ContentPDFAutoSaveEnabled": true }.
  4. Seleziona Salva.

Configurare il salvataggio automatico dei PDF utilizzando un profilo SDK personalizzato

Aggiungere la chiave di configurazione nel profilo SDK personalizzato per consentire o impedire all'utente di disattivare la funzionalità di salvataggio automatico del PDF nell'app Workspace ONE Content.
  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Profilo personalizzato > Impostazioni personalizzate.
  3. Per aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > iOS > Impostazioni personalizzate.
  4. Da Impostazioni personalizzate, selezionare Configura e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze. Per abilitare il salvataggio automatico dei PDF, { "ContentPDFAutoSaveEnabled": true }.
  5. Seleziona Salva.

Impostazioni della privacy per Workspace ONE Content (solo iOS e Android)

È possibile eseguire ulteriori procedure di divulgazione e raccolta dati soggette a privacy utilizzando determinate chiavi di configurazione in UEM console.

Gli utenti finali che eseguono l'aggiornamento o iniziano a utilizzare l'ultima versione di Workspace ONE Content visualizzeranno la nuova finestra di dialogo sulla privacy all'avvio dell'applicazione.

La schermata della finestra di dialogo sulla privacy illustra all'utente le seguenti informazioni:
  • Dati raccolti dall'app: fornisce un riepilogo dei dati raccolti ed elaborati dall'applicazione. Alcuni di questi dati sono visibili agli amministratori della console di amministrazione di Workspace ONE UEM.
  • Autorizzazioni dispositivo: fornisce un riepilogo delle autorizzazioni dispositivo richieste per permettere all'app di abilitare funzionalità del prodotto, ad esempio le notifiche push al dispositivo.
  • Criterio della privacy dell'azienda: per impostazione predefinita, l'utente visualizza un messaggio che invita a contattare il datore di lavoro per ulteriori informazioni. Puoi configurare l'URL del criterio della privacy nella console UEM. Una volta configurato, l'utente può accedere al criterio della privacy del datore di lavoro dall'app.
Utilizza le seguenti chiavi di configurazione per abilitare le impostazioni della notifica sulla privacy e della condivisione dei dati in Workspace ONE Content:
Chiave di configurazione Tipo valore Valori supportati Descrizione
{ "DisplayPrivacyDialog" } Numero intero 0 = 1 disabilitato 1 = abilitato (impostazione predefinita) Se impostata su "1" (abilitata), Workspace ONE Content visualizza una notifica sulla privacy per gli utenti sui dati raccolti e sulle autorizzazioni richieste sul dispositivo per il funzionamento ottimale dell'app.
{ "PolicyAllowFeatureAnalytics" } Numero intero 0 = 1 disabilitato 1 = abilitato (impostazione predefinita) Se impostata su "1" (abilitata), Workspace ONE Content visualizza una notifica per gli utenti sulla possibilità di scegliere di fornire analisi anonime sull'utilizzo che aiuteranno VMware a migliorare la funzionalità dei propri prodotti e a svilupparne di nuove. Se impostata su "0", non vengono visualizzati avvisi e non vengono raccolti dati dal dispositivo per ottimizzare l'esperienza con l'app.
{ "PolicyAllowCrashReporting" } Boolean Vero= abilitata Falso = disabilitata Se impostata su True, gli arresti anomali dell'app vengono segnalati a VMware.
{ "PrivacyPolicyLink" } Stringa "https://www.url.com" Indica l'URL del criterio che vuoi venga visitato dagli utenti quando selezionano il criterio della privacy dell'azienda nell'avviso sulla privacy.

Configurare le impostazioni della privacy utilizzando il profilo SDK predefinito

Aggiungi le chiavi di configurazione nel profilo SDK predefinito per abilitare o disabilitare la visualizzazione delle notifiche relative a raccolta dei dati e privacy.

  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Da Tutte le impostazioni, selezionare App > Impostazioni e criteri > lmpostazioni.
  3. Seleziona Abilita impostazioni personalizzate e incolla le chiavi di configurazione in base ai tuoi requisiti. Per attivare i report sugli arresti anomali, {"PolicyAllowCrashReporting": true}.
  4. Seleziona Salva.

Configurare le impostazioni della privacy utilizzando un profilo SDK personalizzato

Aggiungere le chiavi di configurazione nel profilo SDK personalizzato per abilitare o disabilitare la visualizzazione delle notifiche relative a raccolta dei dati e privacy.
  1. Selezionare Gruppi e impostazioni > > Tutte le impostazioni.
  2. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Profilo personalizzato > Impostazioni personalizzate.
  3. Per aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > iOS > Impostazioni personalizzate.
  4. Da Impostazioni personalizzate, selezionare Configura e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze.
  5. Seleziona Salva.

Limitazione per il timeout della schermata in Workspace ONE Content (solo iOS)

È possibile impedire agli utenti dei dispositivi di disattivare il timeout della schermata nell'app Workspace ONE Content utilizzando determinate chiavi di configurazione in Workspace ONE UEM console.
Chiavi di configurazione Tipo valore Valori supportati Descrizione
{ "PolicyAllowScreenTimeoutToggle"} Boolean True (predefinito) = False abilitato = disabilitato Impostare su True o False per controllare l'impostazione del timeout nell'app Content. Se un valore non è impostato, viene applicata l'impostazione predefinita e gli utenti possono modificare l'impostazione del timeout. Quando è impostato su false, gli utenti non sono autorizzati ad attivare/disattivare l'impostazione del timeout.

Disabilitare il timeout dello schermo utilizzando il profilo SDK predefinito

Aggiungi le chiavi di configurazione nel profilo SDK predefinito per impedire agli utenti dei dispositivi di disattivare il timeout dello schermo nell'app Workspace ONE Content.
  1. Selezionare Gruppi e impostazioni > > Tutte le impostazioni.
  2. Da Tutte le impostazioni, vai su App > Impostazioni e criteri > lmpostazioni.
  3. Seleziona Abilita impostazioni personalizzate e incolla le chiavi di configurazione in base ai tuoi requisiti. Disabilitare il timeout dello schermo, { "PolicyAllowScreenTimeoutToggle": false }.
  4. Seleziona Salva.

Disabilitare il timeout dello schermo utilizzando un profilo SDK personalizzato

Aggiungi le chiavi di configurazione nel profilo SDK personalizzato per impedire agli utenti dei dispositivi di disattivare il timeout schermo nell'app Workspace ONE Content.
  1. Selezionare Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Profilo personalizzato > Impostazioni personalizzate.
  3. Per aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > iOS > Impostazioni personalizzate.
  4. Da Impostazioni personalizzate, selezionare Configura e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze. Disabilitare il timeout dello schermo, {"PolicyAllowScreenTimeoutToggle": false}.
  5. Seleziona Salva.

Controllo della sincronizzazione automatica per i repository (solo Android)

Aggiungere una chiave di configurazione nel profilo SDK predefinito o personalizzato per controllare la sincronizzazione automatica e la verifica dell'autenticazione per i repository che non sono di tipo registro contenuti gestiti.
Chiave di configurazione Tipo valore Valori supportati Descrizione
{ "AutoSyncEnabled"} Boolean TRUE (predefinito) = abilitata FALSE = disabilitata Quando impostate su False, la sincronizzazione automatica e la verifica dell'autenticazione per il repository avvengono solo quando l'utente accede al repository. Quando viene applicato il valore predefinito, la sincronizzazione e la verifica dell'autenticazione avvengono quando viene eseguita una sincronizzazione automatica o manuale.

Disattivare la sincronizzazione automatica di repository utilizzando il profilo SDK predefinito

Aggiungi una chiave di configurazione nel profilo SDK predefinito per controllare la sincronizzazione automatica e la verifica dell'autenticazione per i repository che non sono di tipo registro contenuti gestiti o registro contenuti personali.
  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Da Tutte le impostazioni, vai su App > Impostazioni e criteri > lmpostazioni.
  3. Seleziona Abilita impostazioni personalizzate e incolla le chiavi di configurazione in base ai tuoi requisiti. Disabilitare la sincronizzazione automatica, { "AutoSyncEnabled": false }
  4. Seleziona Salva.

Disattivare la sincronizzazione automatica di repository utilizzando un profilo SDK personalizzato

Aggiungi una chiave di configurazione nel profilo SDK personalizzato per controllare la sincronizzazione automatica e la verifica dell'autenticazione per i repository che non sono di tipo registro contenuti gestiti o registro contenuti personali.
  1. Selezionare Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.

    2. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Profilo personalizzato > Impostazioni personalizzate.

    3. Per aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > Android > Impostazioni personalizzate.

    4. Da Impostazioni personalizzate, selezionare Configura e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze. Disabilitare la sincronizzazione automatica, { "AutoSyncEnabled": false }.

    5. Selezionare Salva.

Supporto del contenuto di Workspace ONE Send

Integrando Workspace ONE Send con Workspace ONE Content, è possibile limitare l'apertura dei file in Workspace ONE Content solo tramite Workspace ONE Send. Per forzare l'apertura dei file tramite l'app Send, aggiungere una chiave di configurazione nella console UEM.

Utilizzare la chiave di configurazione seguente per limitare l'apertura dei file tramite Workspace ONE Send.
Chiave di configurazione Tipo valore Valori supportati Descrizione
{ "PolicyAllowAIPFilesToOpenInOffice"

}

Boolean True = Attivato

False = Disattivato

Se impostato su True, i file vengono aperti tramite Workspace ONE Send.

Aprire file su Send utilizzando il profilo SDK predefinito

Aggiungere la chiave di configurazione nel profilo SDK predefinito per consentire l'apertura dei file solo tramite Workspace ONE Send.

1. Selezionare Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.

2. Da Tutte le impostazioni, selezionare App > Impostazioni e criteri > lmpostazioni.

3. Selezionare Abilita impostazioni personalizzate e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze. Abilitare la limitazione per aprire il file tramite Send, {"PolicyAllowAIPFilesToOpenInOffice": true }.

4. Selezionare Salva.

Aprire file su Send utilizzando un profilo SDK personalizzato

Aggiungere la chiave di configurazione nel profilo SDK personalizzato per consentire l'apertura dei file solo tramite Workspace ONE Send.
  1. Vai su Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni.
  2. Se si dispone di un profilo personalizzato esistente, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Profilo personalizzato > Impostazioni personalizzate.
  3. Per aggiungere un profilo personalizzato, selezionare App > Impostazioni e criteri > Profili > Aggiungi profilo > Profilo SDK > iOS > Impostazioni personalizzate.
  4. Da Impostazioni personalizzate, selezionare Configura e incollare le chiavi di configurazione in base alle specifiche esigenze. Abilitare la limitazione per aprire i file tramite Send { "PolicyAllowAIPFilesToOpenInOffice": true }
  5. Seleziona Salva.