Quando si rendono inattivi gli utenti nel servizio di directory, questo influisce in modo simile sull'account Workspace ONE UEM e Workspace ONE Express corrispondente, ma solo presupponendo le seguenti condizioni preliminari.

  • La sincronizzazione degli utenti rimossi funziona solo con Active Directory.
  • Il nome utente immesso nell'opzione Binding nome utente deve disporre dei privilegi di amministratore di Active Directory.
    • Verificare questo nome passando a Gruppi e impostazioni > Tutte le impostazioni > Sistema > Integrazione aziendale > Servizi di directory e nella scheda Server cercare la casella di testo Binding nome utente.
    • I clienti di Workspace ONE Express possono trovare la casella di testo Binding nome utente nella stessa scheda Server passando a Gruppi e impostazioni, quindi selezionando Servizi di directory nella colonna Nome.
  • È possibile consentire a chi non è amministratore di Active Directory di accedere al contenitore degli oggetti eliminati, purché siano seguiti i passaggi descritti nel seguente articolo del Supporto tecnico Microsoft. https://support.microsoft.com/en-in/help/892806/how-to-let-non-administrators-view-the-active-directory-deleted-object.
  • Inoltre, il cestino deve essere abilitato utilizzando il Centro di amministrazione di Active Directory, ma solo se si eliminano gli utenti in AD.
    1. Aprire il Centro di amministrazione di Active Directory.
    2. Selezionare il dominio, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sul dominio.
    3. Selezionare Abilita cestino. Una volta abilitato, il cestino non può essere disabilitato.