In VMware Host Client è possibile aggiungere vari controller alle macchine virtuali, ad esempio controller USB, SCSI, SCSI paravirtuali e SATA. È inoltre possibile modificare la configurazione della condivisione del bus SCSI e il tipo di controller SCSI.

Aggiunta di un controller USB a una macchina virtuale

Per supportare il passthrough USB da un host ESXi o da un computer client a una macchina virtuale, è possibile aggiungere un controller USB alla macchina virtuale.

vSphere Client consente di aggiungere i controller xHCI ed EHCI+UHCI. Dalla versione hardware 11 alla versione 16, il numero supportato di porte hub root per ogni controller xHCI corrisponde a otto (quattro porte USB 3.1 SuperSpeed logiche e quattro porte USB 2.0 logiche). Con la versione hardware 17, il numero supportato di porte hub root per ogni controller xHCI è otto (quattro porte USB 3.1 SuperSpeedPlus logiche e quattro porte USB 2.0 logiche).

Le condizioni per l'aggiunta di un controller variano a seconda della versione del dispositivo, del tipo di passthrough (computer host o client) e del sistema operativo guest.

Tabella 1. Supporto controller USB
Tipo di controller Versione dispositivo USB supportata Supportato per il passthrough dall'host ESXi a una macchina virtuale Supportato per il passthrough dal computer client a una macchina virtuale
EHCI+UHCI 2.0 e 1.1
xHCI 3.1, 2.0 e 1.1

Solo dispositivi USB 3.1, 2.0 e 1.1.

Windows 8 (o versioni successive), Windows Server 2012 (o versioni successive) oppure un sistema operativo guest Linux con un kernel 2.6.35 (o versioni successive).

Per i sistemi Mac OS X, il controller EHCI+UHCI è abilitato per impostazione predefinita ed è necessario per l'accesso a un mouse e una tastiera USB.

Per le macchine virtuali con sistemi operativi guest Windows o Linux, è possibile aggiungere uno o due controller di tipi diversi. Non è possibile aggiungere due controller dello stesso tipo.

Per il passthrough USB da un host ESXi a una macchina virtuale, USB Arbitrator può monitorare un massimo di 15 controller USB. Se il sistema include più di 15 controller e si collegano i dispositivi USB a tali controller, i dispositivi non saranno disponibili per la macchina virtuale.

Prerequisiti

  • Verificare che negli host ESXi siano presenti i moduli e l'hardware del controller USB in grado di supportare i dispositivi USB 3.1, 2.0 e 1.1.
  • Verificare che nei computer client siano presenti i moduli e l'hardware del controller USB che supportano i dispositivi USB 3.1, 2.0 e 1.1.
  • Per utilizzare il controller xHCI in un sistema guest Linux, verificare che la versione del kernel Linux sia la 2.6.35 (o versioni successive).
  • Verificare che la macchina virtuale sia accesa.
  • Privilegio richiesto (passthrough hostESXi): Macchina virtuale.Configurazione.Aggiungi o rimuovi dispositivo

Procedura

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'inventario di vSphere e selezionare Modifica impostazioni.
  2. Nella scheda Hardware virtuale, fare clic su Aggiungi nuovo dispositivo e dal menu a discesa selezionare Controller USB.
    Il controller viene visualizzato nell'elenco dei dispositivi Hardware virtuale.
  3. Per modificare il tipo di controller USB, espandere Nuovo controller USB.
    Se vengono visualizzati errori di compatibilità, è necessario correggerli prima di poter aggiungere il controller.
  4. Fare clic su OK.

Operazioni successive

Aggiungere uno o più dispositivi USB alla macchina virtuale.

Aggiunta di controller SCSI in VMware Host Client

È possibile aggiungere controller SCSI a una macchina virtuale esistente aggiungendo dischi rigidi su numeri di bus SCSI inutilizzati.

L'aggiunta di un nuovo disco rigido su un numero di bus SCSI inutilizzato crea un nuovo controller SCSI.

Prerequisiti

Spegnere la macchina virtuale.

Procedura

  1. Fare clic su Macchina virtuali nell'inventario di VMware Host Client.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'elenco e selezionare Modifica impostazioni dal menu a comparsa.
  3. Nella scheda Hardware virtuale selezionare Aggiungi disco rigido e scegliere Nuovo disco rigido dal menu a discesa.
  4. Espandere il disco rigido per visualizzare tutte le opzioni.
  5. Nella sezione Posizione controller selezionare un numero di bus SCSI inutilizzato dal menu a discesa.
    Ad esempio, i numeri di bus e dispositivo da 0:0 a 0:15 vengono utilizzati dal controller SCSI iniziale. Il secondo controller SCSI utilizza numeri di bus e dispositivo che vanno da 1:0 a 1:15.
  6. Fare clic su Salva.

risultati

Il nuovo disco rigido e il nuovo controller SCSI vengono creati contemporaneamente.

Modifica della configurazione della condivisione del bus SCSI in VMware Host Client

È possibile impostare il tipo di condivisione del bus SCSI per una macchina virtuale e indicare se condividere il bus SCSI. In base al tipo di condivisione, le macchine virtuali possono accedere contemporaneamente allo stesso disco virtuale sullo stesso server o su qualsiasi server.

È possibile modificare la configurazione del controller SCSI per una macchina virtuale solo se la macchina virtuale si trova in un host ESXi.

Prerequisiti

Spegnere la macchina virtuale.

Procedura

  1. Fare clic su Macchina virtuali nell'inventario di VMware Host Client.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'elenco e selezionare Modifica impostazioni dal menu a comparsa.
  3. Nella scheda Hardware virtuale espandere il controller SCSI che si desidera modificare.
  4. Selezionare il tipo di condivisione nell'elenco Condivisione bus SCSI.
    Opzione Descrizione
    Nessuno

    I dischi virtuali non possono essere condivisi da altre macchine virtuali.

    Virtuale

    I dischi virtuali possono essere condivisi da macchine virtuali sullo stesso server.

    Fisico

    I dischi virtuali possono essere condivisi da macchine virtuali su qualsiasi server.

  5. Fare clic su Salva.

Modifica del tipo di controller SCSI in VMware Host Client

È possibile collegare dischi virtuali e RDM alle macchine virtuali configurando in queste ultime il controller SCSI virtuale.

La scelta del controller SCSI non incide sul fatto che il disco virtuale sia IDE o SCSI. La scheda IDE è sempre ATAPI. Il valore predefinito del sistema operativo guest è già selezionato. Sistemi operativi guest precedenti prevedono come controller predefinito una scheda BusLogic.

Se si crea una macchina virtuale LSI Logic e si aggiunge un disco virtuale che utilizza schede BusLogic, la macchina virtuale verrà avviata dal disco delle schede BusLogic. La tecnologia LSI Logic SAS è disponibile solo per macchine virtuali con versione hardware 7 o successiva. Quando vengono utilizzati in schede LSI Logic SAS, VMware Paravirtual e LSI Logic parallelo, i dischi con snapshot potrebbero non ottenere miglioramenti in termini di prestazioni.

Attenzione: La modifica del tipo di controller SCSI potrebbe causare un errore di avvio della macchina virtuale.

Prerequisiti

Spegnere la macchina virtuale.

Procedura

  1. Fare clic su Macchina virtuali nell'inventario di VMware Host Client.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'elenco e selezionare Modifica impostazioni dal menu a comparsa.
  3. Fare clic sulla scheda Hardware virtuale ed espandere un controller SCSI.
  4. Selezionare un tipo di controller SCSI dal menu a discesa.
  5. Fare clic su Salva.

Informazioni sui controller SCSI paravirtuali VMware

I controller SCSI paravirtuali VMware sono controller di storage ad alte prestazioni capaci di garantire maggiore velocità effettiva e minore utilizzo della CPU. Questi controller sono i più indicati per gli ambienti di storage ad alte prestazioni

e sono disponibili per macchine virtuali dotate di ESXi 4.x e versioni successive. I dischi su tali controller potrebbero non garantire prestazioni ottimali se sono presenti snapshot o in caso di overcommit della memoria nell'host ESXi. Questo comportamento non compromette tuttavia i vantaggi in termini di miglioramento generale delle prestazioni offerti dall'uso dei controller SCSI paravirtuali VMware rispetto ad altre opzioni di controller SCSI.

Per il supporto della piattaforma per i controller SCSI paravirtuali VMware, vedere la Guida alla compatibilità di VMware all'indirizzo http://www.vmware.com/resources/compatibility.

Aggiunta di un controller SCSI paravirtuale in VMware Host Client

È possibile aggiungere un controller di storage SCSI paravirtuale ad alte prestazioni VMware per garantire maggiore velocità effettiva e minore utilizzo della CPU.

I controller SCSI paravirtuali VMware sono i più indicati per gli ambienti, come in particolare quelli SAN, in cui si eseguono applicazioni ad uso intensivo di I/O.

Prerequisiti

  • Verificare che nella macchina virtuale sia installato un sistema operativo guest con VMware Tools.
  • Verificare che la macchina virtuale disponga della versione hardware 7 o successiva.
  • Acquisire dimestichezza con le limitazioni dei controller SCSI paravirtuali VMware. Vedere Amministrazione delle macchine virtuali vSphere.
  • Per accedere ai dispositivi del disco di avvio collegati a un controller SCSI paravirtuale VMware, verificare che la macchina virtuale disponga di un sistema operativo guest Windows 2003 o Windows 2008.
  • In alcuni sistemi operativi, prima di modificare il tipo di controller è necessario creare una macchina virtuale con un controller LSI Logic e installare VMware Tools.

Spegnere la macchina virtuale.

Procedura

  1. Fare clic su Macchina virtuali nell'inventario di VMware Host Client.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'elenco e selezionare Modifica impostazioni dal menu a comparsa.
  3. Nella scheda Hardware virtuale fare clic su Aggiungi altro dispositivo e selezionare Controller SCSI dal menu a discesa.
    I nuovi controller SCSI verranno visualizzati nell'elenco dell'hardware.
  4. Fare clic su Nuovo controller SCSI e selezionare VMware paravirtuale dal menu a discesa.
  5. Fare clic su Salva.

Aggiunta di un controller SATA a una macchina virtuale in VMware Host Client

Se una macchina virtuale dispone di più dischi rigidi o dispositivi CD/DVD-ROM, è possibile aggiungere un massimo di tre controller SATA aggiuntivi a cui assegnare i dispositivi. Quando si assegnano dispositivi a controller diversi, è possibile migliorare le prestazioni ed evitare la congestione del traffico dati. È inoltre possibile aggiungere controller se è necessario superare il limite di trenta dispositivi per un singolo controller.

È possibile avviare macchine virtuali da controller SATA e utilizzarle per dischi rigidi virtuali dalla capacità elevata.

Non tutti i sistemi operativi guest supportano i controller AHCI SATA. In genere, quando si creano macchine virtuali compatibili con ESXi 5.5 e versioni successive e provviste di sistemi operativi guest Mac OS X, per impostazione predefinita viene aggiunto un controller SATA per il disco rigido virtuale e i dispositivi CD/DVD-ROM. La maggior parte dei sistemi operativi guest, inclusi Windows Vista e versioni successive, dispone di un controller SATA predefinito per i dispositivi CD/DVD-ROM. Per la verifica vedere la Guida alla compatibilità di VMware disponibile all'indirizzo http://www.vmware.com/resources/compatibility.

Prerequisiti

  • Verificare che la compatibilità della macchina virtuale sia ESXi 5.5 e versioni successive.
  • Accertarsi di avere familiarità con il comportamento e le limitazioni dei controller di storage. Vedere Amministrazione delle macchine virtuali vSphere.
  • Verificare di disporre del privilegio Macchina virtuale.Configurazione.Aggiungi o rimuovi dispositivo sulla macchina virtuale.
  • Spegnere la macchina virtuale.

Procedura

  1. Fare clic su Macchina virtuali nell'inventario di VMware Host Client.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'elenco e selezionare Modifica impostazioni dal menu a comparsa.
  3. Nella scheda Hardware virtuale selezionare Aggiungi altro dispositivo, quindi scegliere Controller SATA nel menu a discesa.
    Il controller SATA verrà visualizzato nell'elenco dell'hardware.
  4. Fare clic su Salva.

Aggiunta di un controller NVMe in VMware Host Client

Se una macchina virtuale dispone di più dischi rigidi, è possibile aggiungere fino a quattro controller NVMe virtuali a cui assegnare i dischi. L'utilizzo di un controller NVMe riduce significativamente il sovraccarico del software per l'elaborazione dell'I/O del sistema operativo guest rispetto ai controller AHCI SATA o SCSI.

I controller NVMe funzionano al meglio con i dischi virtuali in un array di dischi all-flash, in un SSD NVMe locale e in uno storage PMem.

Prerequisiti

  • Verificare che la macchina virtuale disponga di un sistema operativo guest che supporti NVMe.
  • Verificare che la compatibilità della macchina virtuale sia ESXi 6.5 o versioni successive.
  • Verificare di conoscere il comportamento e le limitazioni dei controller di storage. Per ulteriori informazioni, vedere la guida Amministrazione delle macchine virtuali.
  • Verificare di disporre del privilegio Macchina virtuale.Configurazione.Aggiungi nuovo disco nella macchina virtuale.

Procedura

  1. Fare clic su Macchina virtuali nell'inventario di VMware Host Client.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una macchina virtuale nell'elenco e selezionare Modifica impostazioni dal menu a comparsa.
  3. Nella scheda Hardware virtuale fare clic sull'icona Aggiungi altro dispositivo e selezionare Controller NVMe dal menu a discesa.

risultati

Alla macchina virtuale verrà aggiunto un nuovo controller NVMe.

Operazioni successive

È possibile aggiungere un disco rigido alla macchina virtuale e assegnarlo al controller NVMe.