Informazioni sull'utilizzo dell'utilità PacketCapture per diagnosticare i problemi di rete come la connessione lenta, la perdita di pacchetti e i problemi di connettività

PacketCapture è un'utilità tcpdump leggera che acquisisce e archivia solo la quantità minima di dati necessaria per diagnosticare il problema della rete. L'utilità PacketCapture è integratanel servizio rhttpproxy di ESXi e vCenter Server. È possibile avviare e arrestare PacketCapture modificando il file di configurazione XML del servizio rhttpproxy.

Procedura

  1. Avviare l'acquisizione dei pacchetti.
    1. Aprire una connessione SSH e accedere all'host ESXi o a vCenter Server.
    2. Aprire il file config.xml per la modifica.
      Componente vSphere Posizione file
      ESXi /etc/vmware/rhttpproxy/config.xml
      vCenter Server /etc/vmware-rhttpproxy/config.xml
    3. Apportare le seguenti modifiche.
      <config>
        <packetCapture>
          <enabled>true</enabled>
    4. (Facoltativo) Configurare le opzioni di PacketCapture.
      Opzione e valore predefinito Descrizione
      <validity>72</validity> All'avvio, eliminare tutti i file pcap e pcap.gz che sono stati modificati l'ultima volta prima del numero di ore specificato e non fanno parte del processo corrente.
      <directory>/directory_path</directory> Directory in cui vengono archiviati i file pcap e pcap.gz. La directory deve esistere ed essere accessibile.
      <maxDataInPcapFile>52428800</maxDataInPcapFile> Quantità di dati acquisiti in byte che ogni file pcap e pcap.gz è in grado di archiviare prima di passare al file successivo. Le dimensioni minime sono 5 MB in vCenter Server e 2,5 MB in ESXi.
      Nota: Lo storage di 50 MB di dati acquisiti in un file pcap richiede un file pcap di circa 67,5 MB.
      <maxPcapFilesCount>5</maxPcapFilesCount> Numero di file pcap o pcap.gz per la rotazione. Il numero minimo è 2.
    5. Salvare e chiudere il file config.xml.
    6. Ricaricare il file config.xml eseguendo il comando seguente.
      kill -SIGHUP `pidof rhttpproxy`
  2. Interrompere l'acquisizione dei pacchetti.
    1. Aprire una connessione SSH e accedere all'host ESXi o a vCenter Server.
    2. Aprire il file config.xml per la modifica.
    3. Apportare le seguenti modifiche.
      <config>
        <packetCapture>
          <enabled>false</enabled>
    4. Salvare e chiudere il file config.xml.
    5. Ricaricare il file config.xml eseguendo il comando seguente.
      kill -SIGHUP `pidof rhttpproxy`
  3. Raccogliere i dati acquisiti.
    I file pcap o pcap.gz vengono archiviati nelle seguenti directory predefinite.
    Componente vSphere Posizione file
    ESXi /var/run/log
    vCenter Server /var/log/vmware/rhttpproxy

Operazioni successive

Copiare i file pcap e pcap.gz in un sistema che esegue uno strumento di analisi di rete, ad esempio Wireshark, ed esaminare i dettagli del pacchetto.

Prima di analizzare i file pcap e pcap.gz acquisiti da un host ESXi, usare l'utilità TraceWrangler per correggere i metadati delle dimensioni dei frame. Per ulteriori informazioni, vedere https://kb.vmware.com/kb/52843