Un provider di storage è un componente software fornito da VMware o sviluppato da terze parti tramite vSphere APIs for Storage Awareness (VASA). Il provider di storage può anche essere chiamato provider VASA. I provider di storage si integrano con varie entità di storage che includono astrazione dello storage fisico esterno, ad esempio vSAN e Virtual Volumes. I provider di storage possono anche supportare soluzioni software, ad esempio filtri di I/O.

Concetti relativi al provider di storage

In genere, vCenter Server e ESXi utilizzano i provider di storage per ottenere informazioni sulla configurazione, sullo stato e sui servizi dedicati di storage offerti nell'ambiente. Queste informazioni vengono visualizzate in vSphere Client. Le informazioni consentono di prendere decisioni appropriate sul posizionamento delle macchine virtuali, di impostare requisiti di storage e di monitorare l'ambiente di storage.
Provider di storage di persistenza
I provider di storage che gestiscono array e astrazioni di storage vengono denominati provider di storage di persistenza. I provider che supportano Virtual Volumes o vSAN appartengono a questa categoria. Oltre allo storage, i provider di persistenza possono fornire altri servizi dati, come la replica.
Provider di servizi dati
Un'altra categoria di provider è quella dei provider di storage con filtro I/O o i provider di servizi dati. Questi provider offrono servizi dati che includono la memorizzazione nella cache basata sull'host, la compressione e la crittografia.
Sia i provider di storage di persistenza sia i provider di servizi dati possono appartenere a una di queste categorie.
Provider di storage integrati
I provider di storage integrati sono offerti da VMware. In genere non richiedono la registrazione. Ad esempio, i provider di storage che supportano i filtri vSAN o I/O vengono creati e registrati automaticamente.
Provider di storage di terze parti
Quando una terza parte offre un provider di storage, è in genere necessario registrare il provider. Un esempio di provider di questo tipo è il provider Virtual Volumes. vSphere Client consente di registrare e gestire ciascun componente del provider di storage.
Per ulteriori informazioni, Gestione dei provider di storage per vSphere Virtual Volumes.

Il grafico seguente illustra in che modo diversi tipi di provider di storage facilitano le comunicazioni tra vCenter Server, ESXi e altri componenti dell'ambiente di storage. Ad esempio, i componenti potrebbero includere array di storage, storage Virtual Volumes e filtri I/O.

Tipi diversi di provider di storage facilitano le comunicazioni tra vCenter Server ed ESXi e altri componenti dell'ambiente di storage.

Provider di storage e rappresentazione dei dati

Le informazioni fornite dal provider di storage possono essere suddivise nelle seguenti categorie:

  • Funzionalità e servizi dati di storage. Questo tipo di informazioni è essenziale per tali funzionalità come i filtri vSAN, Virtual Volumes e I/O. Il provider di storage che rappresenta queste funzionalità si integra con il meccanismo SPBM (Storage Policy Based Management). Il provider di storage raccoglie informazioni sui servizi dati offerti dalle entità di storage sottostanti o dai filtri I/O disponibili.

    Si fa riferimento a questi servizi dati quando si definiscono i requisiti di storage per le macchine virtuali e i dischi virtuali in un criterio di storage. In base all'ambiente in uso, il meccanismo SPBM garantisce un posizionamento di storage appropriato per una macchina virtuale o abilita servizi dati specifici per i dischi virtuali. Per informazioni dettagliate, vedere Creazione e gestione dei criteri di storage della macchina virtuale vSphere.

  • Stato dello storage. Questa categoria include la creazione di report sullo stato di varie entità di storage. Include inoltre allarmi ed eventi per la notifica delle modifiche della configurazione.

    Questo tipo di informazioni consente di risolvere i problemi relativi alla connettività di storage e alle prestazioni. Consente inoltre di correlare gli eventi e gli allarmi generati dall'array alle prestazioni corrispondenti e alle modifiche del carico nell'array.

  • Informazioni storage DRS per la pianificazione delle risorse distribuite su dispositivi a blocchi o file system. Queste informazioni consentono di assicurarsi che le decisioni di storage DRS siano compatibili con le decisioni di gestione delle risorse interne ai sistemi di storage.

Requisiti e considerazioni relativi ai provider di storage

Quando si utilizzano provider di storage di terze parti, i fornitori sono responsabili della fornitura dei provider di storage. Il programma VMware VASA definisce un'architettura che integra i provider di storage di terze parti nell'ambiente di vSphere, in modo che gli host vCenter Server e ESXi possano comunicare con i provider di storage.

Per utilizzare i provider di storage, attenersi ai requisiti seguenti:

  • Assicurarsi che ogni provider di storage utilizzato sia certificato da VMware e distribuito correttamente. Per informazioni sulla distribuzione dei provider di storage, contattare il fornitore di storage.
  • Assicurarsi che il provider di storage sia compatibile con le versioni vCenter Server e ESXi. Vedere Guida alla compatibilità di VMware.
  • Non installare il provider VASA sullo stesso sistema di vCenter Server.
  • Se l'ambiente contiene versioni precedenti dei provider di storage, la funzionalità esistente continua a funzionare. Tuttavia, per utilizzare le nuove funzionalità, aggiornare il provider di storage a una nuova versione.

Gestione dei provider di storage

Potrebbe essere necessario registrare determinati tipi di provider di storage per stabilire la loro connessione a vCenter Server. È quindi possibile rivedere e gestire i provider di storage.

Registrazione dei provider di storage

Utilizzare vSphere Client per registrare un provider di storage separato per ogni host di in un cluster.

Dopo la registrazione, vCenter Server può rilevare e utilizzare la funzionalità della versione più recente di VASA.
Nota: I provider di storage integrati non richiedono la registrazione. Ad esempio, i provider di storage che supportano vSAN o i filtri I/O sono integrati. Vengono registrati e visualizzati automaticamente nell'elenco dei provider di storage. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione Amministrazione di VMware vSAN e Filtri I/O delle macchine virtuali in vSphere.

Prerequisiti

Verificare che il componente del provider di storage sia installato sul lato storage e ottenere le relative credenziali dall'amministratore di storage.

Procedura

  1. Passare a vCenter Server.
  2. Fare clic sulla scheda Configura, quindi su Provider di storage.
  3. Fare clic sull'icona Aggiungi.
  4. Immettere le informazioni di connessione per il provider di storage, inclusi il nome, l'URL e le credenziali.
  5. Fare clic su OK.

risultati

vCenter Server registra il provider di storage e stabilisce una connessione sicura con tale provider.

Operazioni successive

Per risolvere i problemi di registrazione del provider di storage, vedere l'articolo della Knowledge base VMware https://kb.vmware.com/s/article/49798.

Visualizzazione delle informazioni sul provider di storage

Dopo aver registrato un componente del provider di storage in vCenter Server, il provider di storage viene visualizzato nell'elenco dei provider di storage. Alcuni provider di storage sono autoregistrati e vengono visualizzati automaticamente nell'elenco dopo aver configurato l'entità che rappresentano, ad esempio i filtri vSAN o I/O.

Utilizzare vSphere Client per visualizzare le informazioni e i dettagli generali del provider di storage per ogni componente di storage.

Procedura

  1. Passare a vCenter Server.
  2. Fare clic sulla scheda Configura, quindi su Provider di storage.
  3. Nell'elenco Provider di storage, visualizzare i provider di storage registrati con vCenter Server.
    L'elenco include informazioni generali tra cui il nome, l'URL e lo stato del provider di storage, nonché la versione delle API VASA.
  4. Per visualizzare ulteriori dettagli, fare clic sull'icona accanto al nome del provider.
    Nota: Un singolo provider di storage è in grado di supportare sistemi di storage provenienti da diversi fornitori.
    È possibile visualizzare informazioni sui certificati del provider e sulle entità di storage che rappresenta.

Gestione dei provider di storage

Utilizzare vSphere Client per eseguire diverse operazioni di gestione nei provider di storage registrati.

Procedura

  1. Passare a vCenter Server.
  2. Fare clic sulla scheda Configura, quindi su Provider di storage.
  3. Fare clic sull'icona per eseguire una delle seguenti azioni globali per tutti i provider.
    Icona Descrizione
    Sincronizza i provider di storage Sincronizzare tutti i provider di storage con lo stato corrente dell'ambiente.
    Esegui nuovamente autenticazione dei client VASA dell'host Eseguire nuovamente l'autenticazione di tutti gli host con datastore Virtual Volumes rispetto ai rispettivi provider di storage. Questa icona è disponibile solo per i provider Virtual Volumes.
    Nota: Questa operazione richiede molto tempo.
  4. Per gestire un provider di storage specifico, passare al provider e fare clic sull'icona azione Azioni riga (tre puntini) accanto al nome del provider.
    Il grafico mostra le opzioni del menu per l'icona Azioni riga.
  5. Nel menu Azioni riga selezionare una delle opzioni seguenti.
    La disponibilità delle opzioni di menu dipende dal tipo di provider di storage utilizzato. Ad esempio, non è possibile annullare la registrazione o aggiornare manualmente determinati provider di storage forniti da VMware, come i provider di storage con filtro I/O o vSAN.
    Opzione Descrizione
    Nuova scansione Aggiornare i dati di storage per il provider.

    vCenter Server aggiorna periodicamente i dati di storage nel proprio database. Gli aggiornamenti sono parziali e rispecchiano solo le modifiche che i provider di storage comunicano a vCenter Server in quel momento. Se necessario, è possibile eseguire una sincronizzazione completa del database per il provider di storage selezionato.

    Rimozione Annullare la registrazione dei provider di storage che non si utilizzano. Dopo questa operazione, vCenter Server chiude la connessione e rimuove il provider di storage dalla sua configurazione.
    Aggiorna certificato vCenter Server avvisa quando un certificato assegnato a un provider di storage sta per scadere. È possibile aggiornare il certificato per continuare a utilizzare il provider.

    Se non si aggiorna il certificato prima della scadenza, vCenter Server interrompe l'utilizzo del provider.

    Aggiorna provider di storage Quando vCenter Server segnala che è disponibile una nuova versione di VASA, accettare questa versione per abilitarla nell'ambiente vSphere. vCenter Server attiva le nuove funzionalità esposte dal provider di storage e comunica queste informazioni a tutti gli host nell'inventario.

    Quando si esegue questa azione, è necessario immettere le credenziali del provider di storage.

    Non è possibile selezionare una versione di VASA specifica per un aggiornamento se sono disponibili più versioni. vCenter Server viene aggiornato solo alla versione più recente.
    Nota: È comunque possibile eseguire l'aggiornamento in base alle proprie esigenze. Per ulteriori informazioni, vedere Sicurezza di vSphere Virtual Volumes.
    Esegui nuovamente autenticazione di vCenter Server Eseguire nuovamente l'autenticazione di vCenter Server rispetto al provider di storage.

    Questa azione autorizza nuovamente vCenter Server con il provider di storage se ha perso l'autenticazione e necessita di credenziali.

    È necessario immettere le credenziali del provider di storage.