VMware offre dispositivi, risorse, profili e vService che è possibile configurare o aggiungere alla macchina virtuale.

Non tutti i dispositivi hardware sono disponibili per ogni macchina virtuale. L'host in cui viene eseguita la macchina virtuale e il sistema operativo guest devono supportare i dispositivi aggiunti o le configurazioni apportate. Per verificare il supporto per un dispositivo nell'ambiente, vedere la Guida alla compatibilità di VMware in http://www.vmware.com/resources/compatibility o la Guida all'installazione del sistema operativo guest all'indirizzo http://partnerweb.vmware.com/GOSIG/home.html.

A volte, l'host potrebbe non disporre della licenza vSphere richiesta per una risorsa o un dispositivo. La licenza in vSphere è applicabile a host ESXi, vCenter Server e soluzioni e può essere basata su criteri diversi, in base alle specifiche di ciascun prodotto. Per informazioni sulle licenze di vSphere. vedere la documentazione Gestione vCenter Server e host.

I dispositivi hardware virtuali PCI e SIO fanno parte della scheda madre virtuale, ma non possono essere configurati o rimossi.

A partire da vSphere 8.0, non è possibile aggiungere, rimuovere o configurare unità floppy, porte parallele o dispositivi SCSI. Per informazioni, vedere https://kb.vmware.com/s/article/78978.

Tabella 1. Hardware e descrizioni della macchina virtuale
Dispositivo hardware Descrizione
CPU È possibile configurare una macchina virtuale in esecuzione su un host ESXi in modo da disporre di uno o più processori virtuali. Una macchina virtuale non può avere più CPU virtuali rispetto al numero effettivo di CPU logiche sull'host. È possibile modificare il numero di CPU allocate a una macchina virtuale e configurare funzionalità avanzate della CPU, come la maschera di identificazione della CPU e la condivisione di core hyperthreading.
Chipset

La scheda della scheda utilizza dispositivi proprietari di VMware basati sui seguenti chip:

  • Intel 440BX AGPset 82443BX Host Bridge/Controller
  • Intel 82371AB (PIIX4) PCI ISA IDE Xcelerator
  • National Semiconductor PC87338 ACPI 1.0 e PC98/99 Compliant SuperI/O
  • Controller di interruzione programmabile Intel 82093AA I/O Advanced
Unità DVD/CD-ROM Installato per impostazione predefinita quando si crea una macchina virtuale. È possibile configurare dispositivi DVD/CD-ROM in modo che si connettano a dispositivi client, a dispositivi host o a file ISO del datastore. È possibile aggiungere, rimuovere o configurare dispositivi DVD/CD-ROM.
Disco rigido Archivia il sistema operativo di una macchina virtuale, i file di programma e altri dati associati alle relative attività. Un disco virtuale è un file fisico di grandi dimensioni o un set di file che può essere copiato, spostato, archiviato e di cui è stato eseguito il backup con la facilità di qualsiasi altro file.
IDE 0, IDE 1 Per impostazione predefinita, alla macchina virtuale vengono presentate due interfacce IDE (Integrated Drive Electronics). L'interfaccia IDE (controller) è un modo standard per connettere alla macchina virtuale i dispositivi di storage (unità floppy, dischi rigidi e unità CD-ROM).
Tastiera Fornisce l'input tastiera da qualsiasi console della macchina virtuale.
Memoria Le dimensioni della memoria dell'hardware virtuale determinano la quantità di applicazioni di memoria in esecuzione all'interno della macchina virtuale a disposizione. Una macchina virtuale non può beneficiare di un numero di risorse di memoria maggiore rispetto alle dimensioni della memoria dell'hardware virtuale configurato.
Scheda di rete Le funzionalità di rete ESXi consentono la comunicazione tra macchine virtuali presenti nello stesso host, tra macchine virtuali in host differenti e tra altre macchine virtuali e fisiche. Quando si configura una macchina virtuale, è possibile aggiungere schede di rete (NIC) e specificare il tipo di scheda.
Porta parallela Interfaccia per il collegamento delle periferiche alla macchina virtuale . La porta parallela virtuale può connettersi a un file . È possibile aggiungere, rimuovere o configurare porte parallele virtuali.
Controller PCI Bus sulla scheda madre della macchina virtuale che comunica con componenti come i dischi rigidi e altri dispositivi. Alla macchina virtuale viene presentato un controller PCI. Non è possibile configurare o rimuovere questo dispositivo .
Dispositivo PCI È possibile aggiungere fino a 16 dispositivi PCI vSphere DirectPath a una macchina virtuale. I dispositivi devono essere riservati per il passthrough PCI nell'host in cui è eseguita la macchina virtuale. Gli snapshot non sono supportati con i dispositivi passthrough DirectPath I/O.
Dispositivo di puntamento Effettua il mirroring del dispositivo di puntamento connesso alla console delle macchine virtuali alla prima connessione alla console.
Porta seriale Interfaccia per il collegamento delle periferiche alla macchina virtuale . La porta seriale virtuale può connettersi a una porta seriale fisica, a un file nel computer host o alla rete. Inoltre, può essere utilizzata per stabilire una connessione diretta tra due macchine virtuali o una connessione tra una macchina virtuale e un'applicazione nel computer host. È possibile configurare una macchina virtuale con un massimo di 32 porte seriali . È possibile aggiungere, rimuovere o configurare porte seriali virtuali.
Controller SATA Consente di accedere a dischi virtuali e dispositivi DVD/CD-ROM. Il controller virtuale SATA viene visualizzato in una macchina virtuale come un controller SATA AHCI.
Controller SCSI Consente di accedere ai dischi virtuali. Il controller virtuale SCSI viene visualizzato in una macchina virtuale come tipi di controller diversi, tra cui LSI Logic Parallel, LSI Logic SAS e VMware Paravirtual. È possibile modificare il tipo di controller SCSI, allocare la condivisione del bus per una macchina virtuale o aggiungere un controller SCSI paravirtualizzato.
Controller SIO Fornisce porte seriali e parallele, dispositivi floppy ed esegue attività di gestione del sistema. Nella macchina virtuale è disponibile un controller SIO. Non è possibile configurare o rimuovere questo dispositivo .
Controller USB Chip hardware USB che fornisce le funzioni USB 1.x e USB 2.0 alle porte USB che gestisce. Il controller USB virtuale è la virtualizzazione software del controller host USB 1.x e USB 2.0 nella macchina virtuale.
Controller xHCI USB Chip hardware USB che fornisce la funzione USB 3 alle porte USB che gestisce. Il controller xHCI USB virtuale è la virtualizzazione software della funzione del controller host USB 3 nella macchina virtuale.
Dispositivo USB

È possibile aggiungere più dispositivi USB a una macchina virtuale, come i dongle di sicurezza e i dispositivi di storage di massa. I dispositivi USB possono essere connessi a un host ESXi o a un computer client.

VMCI Dispositivo interfaccia di comunicazione della macchina virtuale. Fornisce un canale di comunicazione ad alta velocità tra una macchina virtuale e l'hypervisor . Non è possibile aggiungere o rimuovere dispositivi VMCI .
Controller NVMe Controller NVM Express. NVMe è una specifica dell'interfaccia del dispositivo logico per accedere ai supporti di storage non volatili collegati tramite un bus PCI Express (PCIe) nell'hardware reale e virtuale.
Controller NVDIMM Consente di accedere alle risorse di memoria non volatile dell'host.
Dispositivo NVDIMM Modulo della memoria in linea doppia non volatile. I moduli NVDIMM sono dispositivi di memoria che si trovano in un normale canale di memoria, ma contengono memoria non volatile. È possibile aggiungere fino a 64 dispositivi NVDIMM virtuali a una macchina virtuale .
Dispositivo TPM Trusted Platform Module. Quando si aggiunge un dispositivo TPM 2.0 virtuale a una macchina virtuale, il sistema operativo guest utilizza il dispositivo per archiviare informazioni sensibili, eseguire attività crittografiche o verificare l'integrità della piattaforma guest.
Dispositivo orologio di precisione virtuale Un dispositivo di clock virtuale che fornisce a una macchina virtuale l'accesso all'ora di sistema dell'host ESXi primario.
Dispositivo Timer Watchdog virtuale Per garantire l'auto dipendenza correlata alle prestazioni del sistema all'interno di una macchina virtuale. Se il sistema operativo guest smette di rispondere e non può eseguire il ripristino in autonomia a causa di problemi o errori software. il timer watchdog attende un intervallo di tempo predefinito e quindi riavvia il sistema.
Dispositivo vSGX vSGX (Virtual Intel® Software Guard Extensions) fornisce a una macchina virtuale una sicurezza aggiuntiva per i carichi di lavoro. Intel SGX è una tecnologia specifica del processore che definisce le regioni private di memoria, denominate enclave. Intel SGX protegge i contenuti dell'enclave dalla divulgazione e dalla modifica in modo tale che il codice eseguito al di fuori dell'enclave non possa accedervi.
Disco RDM È possibile utilizzare una mappatura di un'unità raw (RDM) per archiviare i dati della macchina virtuale direttamente in un LUN SAN, anziché in un file del disco virtuale.
Controller PS2 Il controller PS2 fornisce l'accesso alla tastiera virtuale e punta all'interfaccia PS2.
Scheda video Scheda grafica virtuale che offre accelerazione grafica e capacità di visualizzazione per le console delle macchine virtuali.