Per utilizzare e gestire i cluster TKG configurare un editor di testo predefinito per kubectl.

Utilizzo del comando di modifica kubectl

Dopo aver eseguito il provisioning di un cluster TKG, è necessario gestirlo e mantenerlo. Le attività tipiche includono la scalabilità dei nodi del cluster e l'aggiornamento della versione della TKR. Per eseguire tali attività, aggiornare il manifesto del cluster utilizzando il comando modifica kubectl.

Il comando kubectl edit CLUSTER-KIND/CLUSTER-NAME apre il manifesto del cluster nell'editor di testo definito dalla variabile di ambiente KUBE_EDITOR o EDITOR. Quando si salvano le modifiche del manifesto, kubectl segnala che le modifiche sono state registrate correttamente e il cluster viene aggiornato.

Ad esempio:
kubectl edit tanzukubernetescluster/tkg-cluster-1
tanzukubernetescluster.run.tanzu.vmware.com/tkg-cluster-1 edited
Per annullare le modifiche, chiudere l'editor senza salvare.
kubectl edit tanzukubernetescluster/tkg-cluster-1
Edit cancelled, no changes made.

Configurazione della modifica di kubectl

Per utilizzare il comando kubectl edit, su Linux è impostata la variabile d'ambiente EDITOR. In alternativa, creare una variabile di ambiente KUBE_EDITOR e specificare l'editor di testo preferito come valore della variabile. Aggiungere il flag watch ( -w) in modo che kubectl sappia quando è stato eseguito il commit (salvataggio) delle modifiche.

Fare riferimento alle istruzioni specifiche del sistema operativo in uso.

Linux

Per configurare kubectl edit in Linux (ad esempio Ubuntu), EDITOR della riga di comando predefinito è Vim. In questo caso, non è necessaria alcuna azione ulteriore per utilizzare il comando kubectl edit.

Se si desidera utilizzare un editor di testo diverso, creare una variabile di ambiente denominata KUBE_EDITOR con il valore impostato sul percorso dell'editor di testo preferito.

Mac OS

Per configurare kubectl edit nel sistema operativo Mac, creare una variabile di ambiente denominata KUBE_EDITOR con il valore impostato sul percorso dell'editor di testo preferito. Aggiungere il flag watch ( -w) al valore in modo che kubectl sappia quando è stato eseguito il commit (salvataggio) delle modifiche.

Ad esempio, la seguente aggiunta al .bash_profile imposta Sublime come editor di testo predefinito per kubectl e include il flag watch in modo che kubectl sappia quando vengono salvate le modifiche.
export KUBE_EDITOR="/Applications/Sublime.app/Contents/SharedSupport/bin/subl -w"
Windows

Per configurare kubectl edit in Windows, creare una variabile di ambiente di sistema denominata KUBE_EDITOR con il valore impostato sul percorso dell'editor di testo preferito. Aggiungere il flag watch ( -w) al valore.

Ad esempio, la seguente variabile di ambiente imposta Visual Studio Code come editor di testo predefinito per kubectl e include il flag watch in modo che Kubernetes sappia quando si salvano le modifiche:
KUBE_EDITOR=code -w

Per configurare Sublime come editor kubectl su Windows, aggiungere la directory del programma Sublime al percorso del sistema e creare una variabile di sistema per l'eseguibile Sublime. Ad esempio:

Aggiunta PATH del sistema
C:\Program Files\Sublime Text 3\
Nome e valore della variabile di sistema:
KUBE_EDITOR=sublime_text.exe -w