Per creare modelli di macchine virtuali personalizzate da usare in Application Services, verificare che vengano soddisfatti alcuni requisiti di software e di virtualizzazione e che alcuni comandi Linux e Windows siano disponibili.

Tabella 1. Requisiti delle macchine virtuali per i modelli personalizzati
Requisito Descrizione
Sistema operativo

Per i requisiti della versione corrente della release, vedere la documentazione relativa alla Support Matrix di vRealize Automation disponibile all'indirizzo https://www.vmware.com/support/pubs/vcac-pubs.html.

  • Red Hat Enterprise Linux
  • Windows Server
  • CentOS
  • SUSE Linux Enterprise
  • Ubuntu
JRE

Installare JRE 1.7.0.

Servizio di bootstrap dell'agente Windows

Scaricare il file http://Application_Director_IP/agent/vmware-appdirector-agent-bootstrap-windows_6.0.0.0.zip dall'appliance virtuale Application Services.

Per installare il servizio di bootstrap dell'agente su un modello di macchina virtuale basato su Windows, vedere Preparare i modelli di macchine virtuali Windows di vCenter Server.

Agente guest di vRealize Automation

Per i modelli Windows, scaricare il file seguente dalla pagina di installazione della console di gestione di vRealize Automation Appliance.

https:// vcac-va-hostname_or_IPaddress :5480/installer/LinuxGuestAgentPkgs.zip

Il file include l'agente guest di vRealize Automation per Windows e Linux, ma è necessario scaricare il file soltanto per un modello Windows. Per un modello Linux, il file viene scaricato automaticamente.

Per installare l'agente guest Windows e Linux in un modello, vedere Preparare i modelli di macchine virtuali Windows di vCenter Server e Preparare i modelli di macchine virtuali Linux di vCenter Server.

Esecuzione script di Windows supportata Application Services supporta l'esecuzione di script con Windows CMD, PowerShell 2.0 e BeanShell 1.3.0.
Esecuzione script di Linux supportata Application Services supporta l'esecuzione di script con Bash e BeanShell 1.3.0.
Comandi Linux

È necessario che nella macchina virtuale siano disponibili i seguenti comandi Linux:

  • wget
  • unzip
  • sha256sum
  • grep
  • sed
  • setsid
  • awk
  • ifconfig
  • apt-get
  • yum
  • chkconfig
  • dmidecode
  • perl
Servizi facoltativi Se si prevede di accedere in remoto alla macchina virtuale usando l'accesso Linux ssh o il Desktop remoto Windows per la risoluzione dei problemi o per altri motivi, è necessario che il client e il server OpenSSH per Linux oppure gli RDS (Remote Desktop Services) per Windows siano installati ed eseguiti correttamente.
Importante: poiché il processo di avvio non deve essere interrotto, configurare la macchina virtuale in modo che il processo di avvio non possa essere messo in pausa prima della richiesta di accesso del sistema operativo. Ad esempio, verificare che nessun processo o script richieda l'interazione dell'utente quando la macchina virtuale viene avviata. Tale requisito si applica soltanto ai modelli di macchine virtuali create per la libreria di Application Services.