Per consentire ai blueprint di vCenter Server di creare distribuzioni clone, è necessario preparare i modelli di macchine virtuali Windows di vRealize Automation. Application Services utilizza i blueprint di vRealize Automation per distribuire applicazioni e servizi basati su Windows nell'ambiente vSphere.

Prerequisiti

  • Aderire ai requisiti della versione corretta della release in uso. Vedere la documentazione relativa alla Support Matrix di vRealize Automation disponibile all'indirizzo https://www.vmware.com/support/pubs/vcac-pubs.html.
  • Verificare che vCenter Server 5, 5.1 o 5.5 sia installato e configurato.
  • Verificare che sia disponibile una macchina virtuale Windows vSphere. Vedere Requisiti delle macchine virtuali per la creazione dei modelli personalizzati per vRealize Automation.
  • Verificare che sulla macchina virtuale di Windows vSphere non sia installata una versione precedente dell'agente guest di vRealize Automation 5.2 o 6.0 o del bootstrap dell'agente di Application Services. Vedere la documentazione di vSphere.
  • Familiarizzare con le modalità di conversione in un modello e di creazione di una specifica di personalizzazione per un sistema operativo. Vedere la documentazione di vSphere.
  • Rimuovere il servizio agente di vRealize Automation esistente e il servizio di bootstrap dell'agente di Application Services. Vedere vRealize Automation.
  • Verificare che tutti gli elementi della configurazione di rete siano rimossi dai relativi file di configurazione.

Procedura

  1. Accedere a vSphere Client e aprire una macchina virtuale Windows.
  2. Immettere le credenziali di amministratore Windows e aprire il prompt dei comandi.
  3. Scaricare e installare il Java SE 7 Runtime Environment supportato da http://Application_Director_IP/agent/jre-1.7.0_72-win64.zip.
    1. Creare una cartella \opt\vmware-jre e decomprimere il file JRE nella cartella.
    2. Aprire una finestra di comando PowerShell e immettere type \opt\vmware-jre\bin\java -version per verificare l'installazione.
      Viene visualizzata la versione di Java installata.
  4. Come installare l'agente guest di vRealize Automation.
    1. Modificare la directory in C:\.
    2. Scaricare il file GugentZip.zip per le piattaforme a 32 bit oppure GugentZip_64.zip per le piattaforme a 64 bit dalla pagina di installazione della console di gestione dell'appliance vRealize Automation alla pagina https://vcac-va-hostname_or_IPaddress:5480/installer/.
    3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file ZIP scaricato e selezionare Sblocca dal menu di scelta rapida.
      La selezione sblocca i contenuti del file ZIP.
    4. Decomprimere il file di installazione in C:\.
      Ad esempio, C:\VRMGuestAgent\WinService.exe.
  5. Scaricare il file di bootstrap dell'agente di Application Services da http://Application_Director_IP/agent/vmware-appdirector-agent-bootstrap-windows_VersionNumber.zip.
    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file ZIP scaricato e selezionare Sblocca dal menu di scelta rapida.
      Importante: se la funzionalità di sicurezza Windows non viene disattivata, non è possibile utilizzare il file di bootstrap dell'agente di Application Services.
    2. Decomprimere il file vmware-appdirector-agent-bootstrap-windows_version.zip nella cartella \temp.
    3. Eseguire l'utilità rktools.exe e aggiungere l'utilità NTRights.exe alla cartella \temp.
      L'utilità NTRights.exe viene utilizzata nello script install.bat per configurare l'esecuzione del servizio di bootstrap dell'agente nell'account utente darwin. L'utilità è inclusa in Windows Server 2003 Resource Kit Tools ( rktools.exe), che è possibile scaricare dal sito Web di Microsoft.
    4. (Facoltativo) Se l'utilità NTRights.exe non è disponibile, configurare manualmente il servizio di bootstrap dell'agente per l'esecuzione in un account agente specifico, dopo aver eseguito lo script install.bat.
  6. Per installare il servizio di bootstrap dell'agente di vRealize Automation, completare i passaggi seguenti.
    1. Aprire una console CMD di Windows e accedere alla cartella \temp.
    2. Immettere il comando per installare il bootstrap dell'agente.
      install.bat password=Password cloudProvider=vcac vcacServer=IaaS_Server_FQDN httpsMode=true

      Lo script install.bat crea un account utente denominato darwin per il servizio di bootstrap dell'agente e usa la password impostata. La password deve soddisfare i requisiti per le password di Windows.

  7. Verificare che sia presente l'utente darwin_user.
    1. Immettere lusrmgr.msc al prompt dei comandi.
    2. Verificare che sia presente l'utente darwin_user e che appartenga al gruppo amministratore.
    3. Impostare la password senza scadenza.
      L'impostazione assicura che il modello rimanga utilizzabile dopo 30 giorni.
    Se l'utente non è disponibile, verificare che la password del server Windows sia corretta.
  8. Verificare che i servizi Application Services e VRM Agent siano installati.
  9. Arrestare la macchina virtuale Windows.
  10. Creare una specifica di personalizzazione per la macchina virtuale Windows.
    La specifica di personalizzazione consente di modificare le proprietà del sistema operativo Windows quali il nome host, le impostazioni di rete e di licenza. La personalizzazione dei sistemi operativi può essere d'aiuto nella prevenzione di problemi derivanti da macchine virtuali con impostazioni identiche distribuite con nomi host duplicati.
    1. Selezionare Home > Gestione specifiche di personalizzazione.
    2. Fare clic su Nuovo per creare la specifica di personalizzazione.
    3. Nella procedura guidata Personalizzazione guest Windows di vSphere Client, specificare il relativo nome.
    4. Nella sezione NetBIOS, fare clic su Usa nome della macchina virtuale e, nella sezione Password amministratore, immettere la password dell'amministratore per il sistema operativo Windows.
    5. Accettare le impostazioni predefinite e fare clic su Fine.
      Il blueprint di vRealize Automation basato su Windows utilizza le informazioni delle specifiche di personalizzazione per creare una distribuzione di un clone o di un clone collegato.
  11. Nell'inventario, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale Windows e selezionare Modello > Converti in modello.
    vCenter Server contrassegna la macchina virtuale come modello e visualizza le attività nel riquadro Attività recenti.

Operazioni successive

Creare un blueprint di vRealize Automation per una distribuzione di un clone o di un clone collegato. Vedere vRealize Automation oppure Creare e configurare il blueprint di vRealize Automation per la distribuzione di cloni collegati.