L'interfaccia Web consente di accedere a quasi tutte le funzioni disponibili.

L'interfaccia utente Web include le funzioni standard di un'applicazione Web. Ad esempio, con la casella di ricerca, è possibile selezionare i criteri di filtro collegati agli oggetti che si stanno cercando. Se la stringa di ricerca include un carattere di sottolineatura, Application Services ignora il carattere di sottolineatura come carattere jolly. Ad esempio, se è presente un'applicazione denominata test_qe e un'altra testapp, quando viene digitata la stringa di ricerca test_ nella relativa casella, nei risultati verranno visualizzate entrambe le applicazioni.

Quando si accede all'appliance Application Services, è possibile accedere ad applicazioni, distribuzioni e all'ambiente cloud, in base al gruppo a cui è associato l'account utente. Tutte le applicazioni campione, i servizi, le attività, i modelli logici, i servizi esterni, i sistemi operativi e i tag inclusi nella libreria di Application Services possono essere visualizzati da tutti gli utenti.

La barra del titolo di Application Services include un menu a discesa che elenca le categorie principali Applicazioni, Distribuzioni, Cloud e Libreria e quelle secondarie in Cloud e Libreria. Dalla barra del titolo di Application Services, è possibile selezionare un'altra categoria per passare da una pagina all'altra.

La pagina Applicazioni consente di organizzare tutte le applicazioni. Da questa pagina, è possibile creare e modificare le applicazioni campione o personalizzate per la distribuzione in un ambiente cloud. Nella pagina Distribuzioni sono riportate tutte le distribuzioni completate e non riuscite. Da questa pagina, è possibile aprire una pagina di riepilogo delle distribuzioni da cui avviare un processo di aggiornamento per scalare i nodi di cluster, modificare la configurazione e disinstallare o eliminare un'applicazione distribuita. La categoria Cloud consente di creare provider di cloud e ambienti di distribuzione. La categoria Libreria consente di creare servizi, servizi esterni, criteri, modelli logici, attività, sistemi operativi e tag, elementi e repository di elementi per l'applicazione. È inoltre possibile usare i servizi campione e altri componenti della libreria per modellare il blueprint di un'applicazione.