Quando viene creato un blueprint personalizzato di vRealize Automation, è possibile consentire a una distribuzione clone di sottoporre a provisioning servizi e applicazioni di Application Services basate su Windows o su Linux in ambiente vSphere. Un clone collegato è una copia di una macchina virtuale basata su uno snapshot. Questa occupa uno spazio ridotto su disco, consente un provisioning rapido, ideale quando le prestazioni non rappresentano una priorità.

Prerequisiti

  • Verificare che vRealize Automation 6.1 o versione successiva sia installato e configurato.
  • Verificare che il gruppo di business di vRealize Automation che si prevede di utilizzare con Application Services sia creato e configurato.
  • Verificare che sia disponibile una macchina virtuale vCenter Server affinché il blueprint di vRealize Automation possa creare distribuzioni clone collegate.

    È necessario disporre di un nome della specifica di personalizzazione per il blueprint di vRealize Automation basato su Windows. Vedere Preparare i modelli di macchine virtuali Windows di vCenter Server.

  • Familiarizzare con le modalità di creazione di un blueprint in vRealize Automation. Vedere Configurazione IaaS per le piattaforme virtuali.

Procedura

  1. Accedere alla console vRealize Automation come amministratore tenant.
  2. Selezionare Nuovo blueprint > Virtuale > vSphere (vCenter) e denominare il blueprint. Ad esempio, denominare il blueprint vCAC_Clone.
  3. Specificare le informazioni nella scheda Informazioni blueprint.
  4. Nella scheda Informazioni build, selezionare l'opzione Clona dal menu a discesa Azione.
  5. Nel menu a discesa Clona da, selezionare il modello di vCenter Server creato per l'uso in vRealize Automation.
  6. Per un blueprint di vRealize Automation basato su Windows, digitare il nome della specifica di personalizzazione nella casella di testo Specifiche personalizzazione.
    La specifica di personalizzazione è stata creata come parte della preparazione del modello della macchina virtuale vCenter Server, come indicato nella sezione dei prerequisiti.
  7. Fare clic su OK per salvare le modifiche.
  8. Selezionare il blueprint, richiedere una macchina dal menu a discesa e accettare le impostazioni predefinite. Ad esempio, selezionare il blueprint denominato vCAC_Clone.
    Le informazioni richieste derivano dalle risorse definite nel modello di vCenter Server.
    Quando la richiesta della macchina viene elaborata, viene visualizzata nel menu Infrastruttura > Macchine > Macchine gestite. Al nome della macchina vCAC_Clone viene accodata una serie univoca di lettere e numeri, come ad esempio vCAC_Clone-VFF17Y0.
  9. Accedere alla macchina, ad esempio vCAC_Clone-VFF17Y0, e interrompere i servizi Application Services e vRealize Automation che dipendono dal sistema operativo Windows o Linux.
    Servizio Descrizione
    vmware-appdirector-agent-service-vcac Servizio di bootstrap di Application Services per Linux
    vrm-agent Servizio agente di vRealize Automation per Linux
    AppDAgentBootstrap Servizio di bootstrap di Application Services per Windows
    VRMAgent o winservice Servizio agente di vRealize Automation 6.1 o versioni successive per Windows
  10. Eseguire lo script Windows agent_reset.bat o lo script Linux agent_reset.sh per rimuovere i file del registro di runtime dalla macchina, ad esempio la macchina vCAC_Clone-VFF17Y0.
  11. Spegnere la macchina, ad esempio la macchina vCAC_Clone-VFF17Y0.

Operazioni successive

Creare uno snapshot del blueprint per una distribuzione di cloni collegati. Vedere Creare uno snapshot da un blueprint di vRealize Automation.