Prima di iniziare a creare modelli di SCVMM e profili hardware da utilizzare nel provisioning delle macchine di vRealize Automation, è necessario conoscere le limitazioni imposte ai nomi dei modelli e dei profili hardware e configurare le impostazioni di rete e storage di SCVMM.

Denominazione di modelli e profili hardware

Le convenzioni di denominazione utilizzate da SCVMM e vRealize Automation per i modelli e i profili hardware non consentono di utilizzare nomi di modelli o profili hardware che iniziano con le parole temporary e profile. Ad esempio, le parole seguenti vengono ignorate durante la raccolta dati:

  • TemporaryTemplate

  • Temporary Template

  • TemporaryProfile

  • Temporary Profile

  • Profile

Configurazione di rete richiesta per i cluster di SCVMM

I cluster di SCVMM espongono solo reti virtuali a vRealize Automation, pertanto è necessario avere una relazione 1:1 tra le reti virtuali e logiche. Utilizzando la console di SCVMM, mappare ciascuna rete logica a una rete virtuale e configurare il cluster di SCVMM per accedere alle macchine attraverso la rete virtuale.

Configurazione di storage richiesta per i cluster di SCVMM

Sui cluster Hyper-V di SCVMM, vRealize Automation raccoglie dati ed esegue il provisioning solo su volumi condivisi. Utilizzando la console di SCVMM, configurare i cluster per utilizzare volumi di risorse condivise per lo storage.

Configurazione di storage richiesta per gli host di SCVMM autonomi

Per gli host di SCVMM autonomi, vRealize Automation raccoglie dati ed esegue il provisioning sul percorso predefinito della macchina virtuale. Utilizzando la console di SCVMM, configurare i percorsi predefiniti della macchina virtuale per gli host autonomi.