L'uso di un indirizzo IP flessibile consente di eseguire rapidamente il failover su un'altra macchina in un ambiente cloud dinamico Amazon Web Services. In vRealize Automation, l'indirizzo IP flessibile è disponibile a tutti i gruppi di business che hanno diritti sulla regione.

Un amministratore può allocare indirizzi IP flessibili per l'account Amazon Web Services utilizzando AWS Management Console. Ci sono due gruppi di indirizzi IP flessibili in ogni data regione, un intervallo viene allocato per le istanze non Amazon VPC e un altro intervallo per le istanze Amazon VPC. Se si allocano indirizzi solo in una regione non Amazon VPC, gli indirizzi non sono disponibili in una Amazon VPC. È vero anche il contrario. Se si allocano indirizzi solo in una Amazon VPC, gli indirizzi non sono disponibili in una regione non Amazon VPC.

L'indirizzo IP flessibile viene associato al proprio account Amazon Web Services, non a una determinata macchina, ma può essere utilizzato da una sola macchina alla volta. L'indirizzo resta associato all'account di Amazon Web Services finché non si sceglie di rilasciarlo. È possibile rilasciarlo per associarlo a una specifica istanza di macchina.

Un architetto IaaS può aggiungere una proprietà personalizzata a un blueprint per assegnare un indirizzo IP flessibile alle macchine durante il provisioning. I proprietari e gli amministratori delle macchine possono visualizzare gli indirizzi IP flessibili assegnati alle macchine, mentre i proprietari o gli amministratori delle macchine che dispongono dei diritti per la modifica delle macchine possono assegnare indirizzi IP flessibili dopo il provisioning. Tuttavia, se l'indirizzo è già associato all'istanza di una macchina e l'istanza fa parte della distribuzione Amazon Virtual Private Cloud, Amazon non assegna l'indirizzo.

Per ulteriori informazioni sulla creazione e l'uso degli indirizzi IP flessibili di Amazon, consultare la documentazione di Amazon Web Services.