Gli argomenti degli eventi sono in grado di supportare eventi che possono essere bloccati e a cui è possibile rispondere. Il comportamento di una sottoscrizione al workflow dipende dal fatto che l'argomento supporti o meno questi tipi di evento e da come viene configurata la sottoscrizione stessa.

Argomenti degli eventi che non possono essere bloccati

Gli argomenti degli eventi che non possono essere bloccati consentono di creare solo sottoscrizioni non di blocco. Le sottoscrizioni non di blocco vengono attivate in modo asincrono e non è possibile fare affidamento all'ordine con cui vengono attivate le sottoscrizioni o con cui vengono eseguiti i workflow di vRealize Orchestrator. Le sottoscrizioni non di blocco restituiscono una risposta solo se è possibile rispondere all'argomento.

Argomenti degli eventi che possono essere bloccati

Alcuni argomenti degli eventi supportano il blocco. Se la sottoscrizione a un workflow è contrassegnata come di blocco, tutti i messaggi che soddisfano le condizioni configurate non vengono ricevuti da altre sottoscrizioni al workflow con condizioni corrispondenti fino al completamento del primo workflow. Se si dispone di più sottoscrizioni al workflow di blocco per lo stesso argomento di evento, è necessario impostare una priorità per le sottoscrizioni.

Le sottoscrizioni di blocco vengono eseguite in ordine di priorità. Il valore di priorità più alto è 0 (zero). Se si dispone di più sottoscrizioni di blocco per lo stesso argomento di evento con lo stesso livello di priorità, le sottoscrizioni vengono eseguite in ordine alfabetico in base al nome. Una volta elaborate tutte le sottoscrizioni di blocco, il messaggio viene inviato contemporaneamente a tutte le sottoscrizioni non di blocco. Poiché le sottoscrizioni al workflow di blocco vengono eseguite in modo sincrono, il payload dell'evento modificato include l'evento aggiornato quando vengono notificate le sottoscrizioni al workflow successivo.

È possibile applicare il blocco a una o più sottoscrizioni al workflow a seconda del workflow selezionato e dei propri obiettivi.

Si supponga ad esempio di disporre di due sottoscrizioni al workflow di provisioning in cui il secondo workflow dipende dai risultati del primo. Il primo modifica una proprietà durante il provisioning, mentre il secondo registra una nuova proprietà, ad esempio il nome di una macchina, in un file system. Alla sottoscrizione ChangeProperty viene assegnata la priorità 0, mentre a RecordProperty viene assegnata la priorità 1, poiché utilizza i risultati della sottoscrizione ChangeProperty. Quando viene effettuato il provisioning di una macchina, viene avviata l'esecuzione della sottoscrizione ChangeProperty. Poiché le condizioni della sottoscrizione RecordProperty si basano su condizioni di post-provisioning, un messaggio attiva la sottoscrizione RecordProperty. Tuttavia, poiché il workflow di ChangeProperty è un workflow di blocco, il messaggio viene ricevuto solo dopo che il workflow è stato completato. Quando viene modificato il nome e viene completato il primo workflow, viene eseguito il secondo workflow, registrando il nome nel file system.

Anche nel caso di argomenti degli eventi che supportano il blocco è possibile creare una sottoscrizione al workflow non di blocco se la sottoscrizione al workflow non dispone di workflow successivi dipendenti. La sottoscrizione al workflow viene attivata ed esegue il workflow di vRealize Orchestrator senza ulteriori interazioni provenienti da vRealize Automation o dal sistema esterno.

Argomenti degli eventi a cui è possibile rispondere

Alcuni argomenti degli eventi supportano risposte dal servizio sottoscritto. Il servizio che ha registrato l'argomento dell'evento a cui è possibile rispondere può accettare un evento di risposta che fornisce l'output del workflow, in genere come conseguenza di un'interazione con un sistema o un utente. I parametri di output della risposta devono soddisfare i criteri definiti nello schema di risposta in modo da consentire al servizio vRealize Automation, che ha pubblicato l'evento originale a cui è possibile rispondere, di eseguirlo. Ad esempio, alle sottoscrizioni ai workflow di pre-approvazione e post-approvazione è possibile rispondere. Se si crea un workflow che invia una richiesta di approvazione a un sistema esterno, la risposta, approvata o rifiutata, viene elaborata da vRealize Automation e viene eseguito il provisioning della voce di catalogo oppure l'utente viene avvisato che la richiesta è stata rifiutata.

La risposta può essere fornita dal workflow di vRealize Orchestrator oppure può non essere fornita in caso di timeout o errore del workflow. Se la risposta proviene dai parametri di output del workflow, dovrà essere nel formato dello schema di risposta corretto.