Se occorre contare sulla massima robustezza del sistema, configurare il sistema vRealize Automation per l'alta disponibilità secondo le linee guida di VMware.

Appliance vRealize Automation

L'vRealize Automation appliance supporta l'alta disponibilità attiva-attiva per tutti i componenti ad eccezione del database dell'appliance. Per abilitare l'alta disponibilità per queste appliance, posizionarle sotto un bilanciamento del carico. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione del bilanciamento del carico. A partire dalla versione 7.0, il database dell'appliance e vRealize Orchestrator vengono inseriti automaticamente in cluster e resi disponibili per l'uso.

Server di database di vRealize Automation Appliance

Il database dell'appliance viene inserito automaticamente in cluster nell'vRealize Automation appliance, tuttavia il failover è un'operazione manuale. In caso di errore, è necessario promuovere un nodo nel ruolo di nuovo master dalla console di gestione dell'appliance virtuale, scheda Impostazioni vRA > Database.

Gestione directory di vRealize Automation

Ogni vRealize Automation appliance include un connettore che supporta l'autenticazione utente, sebbene in genere viene configurato un solo connettore per eseguire la sincronizzazione delle directory. Non è importante quale sia il connettore scelto per la sincronizzazione. Per supportare l'alta disponibilità di Gestione directory, è necessario configurare un secondo connettore che corrisponda alla seconda vRealize Automation appliance, si connetta al provider di identità e punti alla stessa Active Directory. Con questa configurazione, se in un'appliance si verifica un errore, l'altra la sostituisce per la gestione dell'autenticazione degli utenti.

In un ambiente ad alta disponibilità, tutti i nodi devono servire lo stesso set di Active Directory, utenti, metodo di autenticazione e così via. Il metodo più diretto per implementare questa configurazione consiste nel promuovere il provider di identità nel cluster impostando l'host di bilanciamento del carico come host del provider di identità. Con questa configurazione, tutte le richieste di autenticazione vengono indirizzate al bilanciamento del carico, che a sua volta le inoltra al connettore appropriato.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione di Gestione directory per l’alta disponibilità, vedere Configure Directories Management for High Availability.

Server Web infrastruttura

Tutti i componenti del server Web dell'infrastruttura supportano l'alta disponibilità attiva-attiva. Per abilitare l'alta disponibilità per questi componenti, posizionarli sotto un bilanciamento del carico.

Servizio di gestione dell'infrastruttura

Il componente servizio di gestione supporta l'alta disponibilità attiva-passiva. Per abilitare l'alta disponibilità per questo componente, posizionare due servizi di gestione sotto un bilanciamento del carico. Dato che non possono esserci due servizi di gestione attivi simultaneamente, disabilitare il servizio di gestione passivo nel cluster e arrestare il servizio di Windows.

Se il servizio di gestione attivo ha un problema, arrestare il servizio di Windows, se non già arrestato sotto il bilanciamento del carico. Abilitare il servizio di gestione passivo e riavviare il servizio di Windows sotto il bilanciamento del carico. Vedere Installazione del servizio di gestione primario.

Agenti

Gli agenti supportano l'alta disponibilità attiva-attiva. Per informazioni sulla configurazione degli agenti per l'alta disponibilità, consultare la documentazione sulla configurazione di vRealize Automation. Verificare il servizio di destinazione per l'alta disponibilità.

Distributed Execution Manager Worker

Un Distributed Execution Manager (DEM) in esecuzione con il ruolo di Worker supporta l'alta disponibilità attiva-attiva. Se un'istanza di DEM Worker ha un problema, il DEM Orchestrator rileva il problema e annulla i workflow che l'istanza del DEM Worker sta eseguendo. Quando l'istanza del DEM Worker ritorna online, riconosce che il DEM Orchestrator ha annullato i workflow dell'istanza e ne interrompe l'esecuzione. Per evitare l'annullamento prematuro dei workflow, lasciare l'istanza di un DEM Worker offline per qualche minuto prima di annullare i suoi workflow.

Distributed Execution Manager Orchestrator

I DEM in esecuzione con il ruolo di Orchestrator supportano l'alta disponibilità attiva-attiva. Quando si avvia, un DEM Orchestrator cerca un altro DEM Orchestrator in esecuzione.

  • Se non trova istanze di DEM Orchestrator in esecuzione, inizia l'esecuzione come DEM Orchestrator primario.

  • Se trova un altro DEM Orchestrator in esecuzione, monitora l'altro DEM Orchestrator primario per rilevarne un'eventuale interruzione.

  • Se rileva un'interruzione, prende il posto di istanza primaria.

Quando l'istanza primaria precedente torna online, rileva che un altro DEM Orchestrator ha preso il posto di istanza primaria e monitora l'istanza primaria di Orchestrator in attesa di eventuali problemi.

Server di database MSSQL per componenti dell'infrastruttura

vRealize Automation supporta i gruppi SQL AlwaysON solo con Microsoft SQL Server 2016. Quando si installa SQL Server 2016, il database deve essere creato in modalità 100. Se si utilizza una versione precedente di Microsoft SQL Server, utilizzare un'istanza cluster failover con dischi condivisi. Per ulteriori informazioni sulla configurazione dei gruppi SQL AlwaysOn con MSDTC, vedere https://msdn.microsoft.com/it-it/library/ms366279.aspx.

vRealize Orchestrator

Come parte di vRealize Automation appliance viene fornita un'istanza ad alta disponibilità interna di vRealize Orchestrator.