È possibile installare la versione supportata di Java Runtime Environment, l'agente guest e l'agente di avvio automatico di Software sulla macchina di riferimento Windows per creare un modello, uno snapshot o un'istanza di macchina Amazon che supporti i componenti di Software.

Informazioni su questa attività

Software supporta l'esecuzione di script con Windows CMD e PowerShell 2.0.

Importante:

poiché il processo di avvio non deve essere interrotto, configurare la macchina virtuale in modo che il processo di avvio non possa essere messo in pausa prima della richiesta di accesso del sistema operativo. Ad esempio, verificare che nessun processo o script richieda l'interazione dell'utente all'avvio della macchina virtuale.

Prerequisiti

  • Identificare o creare una macchina di riferimento.

  • Se è presente un agente guest o un agente di avvio automatico di Software precedentemente installato sulla macchina, rimuovere gli agenti e i registri di runtime. Vedere Aggiornamento dei modelli di macchine virtuali esistenti in vRealize Automation.

  • Se si prevede di accedere in remoto alla macchina virtuale usando Desktop remoto Windows per la risoluzione dei problemi o per altri motivi, installare i servizi RDS (Remote Desktop Services) per Windows.

  • Verificare che tutti gli elementi della configurazione di rete siano rimossi dai relativi file di configurazione.

  • Se si desidera adottare l'approccio più sicuro per stabilire attendibilità fra l'agente guest e la macchina del servizio di gestione, ottenere il certificato SSL in formato PEM dalla macchina del servizio di gestione. Per informazioni sull'installazione di un agente guest in una macchina Windows, consultare Installazione dell'agente guest su una macchina di riferimento Windows. Per ulteriori informazioni su come l'agente guest stabilisce l'attendibilità, consultare Configurazione di un agente guest Windows in modo che consideri attendibile un server.

  • Verificare che l'utente Darwin disponga dei diritti di accesso Log on as a service nella macchina di riferimento Windows.

Procedura

  1. Accedere alla macchina di riferimento Windows come amministratore di Windows e aprire un prompt dei comandi.
  2. Scaricare e installare la versione supportata di Java Runtime Environment da https://vRealize_VA_Hostname_fqdn/software/index.html.
    1. Scaricare il file .zip di Java SE Runtime Environment da https://vRealize_VA_Hostname_fqdn/software/download/jre-version-win64.zip.
    2. Creare una cartella c:\opt\vmware-jre e decomprimere il file .zip JRE nella cartella.
    3. Aprire una finestra del prompt dei comandi e immettere c:\opt\vmware-jre\bin\java -version per verificare l'installazione.

      Viene visualizzata la versione di Java installata.

  3. Scaricare e installare l'agente guest di vRealize Automation da https://vRealize_VA_Hostname_fqdn/software/index.html.
    1. Scaricare GugentZip_version nell'unità C della macchina di riferimento.

      Selezionare GuestAgentInstaller.exe (32 bit) o GuestAgentInstaller_x64.exe (64 bit) a seconda del sistema operativo di cui si dispone.

    2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file e scegliere Proprietà.
    3. Fare clic su Generale.
    4. Fare clic su Sblocca.
    5. Estrarre i file in C:\.

      Verrà creata la directory C:\VRMGuestAgent. Non cambiare il nome di questa directory.

  4. Configurare l'agente guest per la comunicazione con il servizio di gestione.
    1. Aprire un prompt dei comandi con privilegi elevati.
    2. Passare a C:\VRMGuestAgent.
    3. Configurare l'agente guest per cui rendere attendibile la macchina del servizio di gestione.

      Opzione

      Descrizione

      Consente all'agente guest di considerare attendibile la prima macchina alla quale si collega.

      Nessuna configurazione richiesta.

      Installare manualmente il file PEM attendibile.

      Inserire il file PEM del servizio di gestione nella directory C:\VRMGuestAgent\.

    4. Eseguire il comando seguente: winservice -i -h Manager_Service_Hostname_fdqn:portnumber -p ssl.

      Il numero di porta predefinito per il servizio di gestione è 443.

      Opzione

      Descrizione

      Se si utilizza il bilanciamento del carico

      Specificare il nome di dominio completo e la porta relativi al bilanciamento del carico del servizio di gestione. Ad esempio winservice -i -h load_balancer_manager_service.mycompany.com:443 -p ssl.

      Senza bilanciamento del carico

      Specificare il nome di dominio completo e la porta relativi alla macchina del servizio di gestione. Ad esempio winservice -i -h manager_service_machine.mycompany.com:443 -p ssl.

      Se si prepara un'immagine di macchina Amazon

      È necessario specificare che si sta utilizzando Amazon. Ad esempio winservice -i -h manager_service_machine.mycompany.com:443:443 -p ssl -c ec2

  5. Scaricare il file bootstrap agente Software da https://vRealize_VA_Hostname_fqdn/software/index.html.
    1. Scaricare il file dell'agente di avvio automatico Software https://vRealize_VA_Hostname_fqdn/software/download/vmware-vra-software-agent-bootstrap-windows_version.zip.
    2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file e scegliere Proprietà.
    3. Fare clic su Generale.
    4. Fare clic su Sblocca.
      Importante:

      Se la funzionalità di sicurezza Windows non viene disattivata, non è possibile utilizzare il file di bootstrap dell'agente di Software.

    5. Decomprimere il file vmware-vra-software-agent-bootstrap-windows_version.zip nella cartella c:\temp.
  6. Installare l'agente di avvio automatico Software.
    1. Aprire una console CMD di Windows e accedere alla cartella c:\temp.
    2. Immettere il comando per installare l'agente di avvio automatico.
      install.bat password=Password managerServiceHost=manager_service_machine.mycompany.com managerServicePort=443 httpsMode=true cloudProvider=ec2|vca|vcd|vsphere
      

      Il numero di porta predefinito per il servizio di gestione è 443. I valori accettati per cloudprovider sono ec2, vca, vcd e vsphere. Lo script install.bat crea un account utente denominato darwin per l'agente di avvio automatico software utilizzando la password impostata nel comando d'installazione. La password impostata deve soddisfare i requisiti per le password di Windows.

      Se l'installazione non riesce a causa di una dipendenza .NET, consultare il seguente articolo per ricevere assistenza: https://technet.microsoft.com/en-us/library/dn482071.aspx

  7. Verificare che sia presente l'utente darwin.
    1. Immettere lusrmgr.msc al prompt dei comandi.
    2. Verificare che sia presente l'utente darwin_user e che appartenga al gruppo amministratore.
    3. Impostare la password senza scadenza.

      L'impostazione assicura che il modello rimanga utilizzabile dopo 30 giorni.

    Se l'utente non è disponibile, verificare che la password del server Windows sia corretta.

  8. Arrestare la macchina virtuale Windows.

Operazioni successive

Convertire la macchina di riferimento in un modello per la clonazione, un'immagine di macchina Amazon o uno snapshot in modo che gli architetti di IaaS possano utilizzare tale modello quando creano i blueprint.