Quando si creano blueprint di XaaS, azioni risorsa personalizzate e risorse personalizzate, è possibile modificare i moduli di blueprint, azioni e risorse utilizzando il designer modulo. È possibile modificare la rappresentazione e definire cosa mostrare ai clienti dell'elemento o dell'azione quando questi richiedono l'elemento del catalogo o eseguono l'operazione post-provisioning.

Per impostazione predefinita, tutti moduli dei blueprint di di XaaS, delle azioni risorsa e delle risorse personalizzate vengono generati in base alla presentazione del workflow in vRealize Orchestrator.

Rappresentazione del workflow Create cluster nell'interfaccia utente di Orchestrator.

I passaggi nella presentazione di vRealize Orchestrator sono rappresentati come pagine del modulo, mentre i gruppi della presentazione di vRealize Orchestrator sono rappresentati come sezioni separate. I tipi di input del workflow selezionato sono visualizzati come campi differenti nel modulo. Ad esempio, il tipo vRealize Orchestrator di string è rappresentato da una casella di testo. Un tipo complesso come VC:VirtualMachine è rappresentato da una casella di ricerca o da un albero, che permettono ai clienti di cercare una macchina virtuale digitando un valore alfanumerico o di selezionarla esplorare una struttura.

Rappresentazione del workflow Create cluster nell'interfaccia utente di vCloud Automation Center.

È possibile cambiare il modo in cui un oggetto viene rappresentato in designer modulo. Ad esempio, è possibile modificare la rappresentazione predefinita di VC:VirtualMachine per cambiarla da una casella di ricerca a un albero. È anche possibile aggiungere nuovi campi come caselle di controllo, menu a discesa e così via, nonché applicare svariati vincoli. Se i nuovi campi aggiunti non sono validi o non sono correttamente mappati agli input del workflow di vRealize Orchestrator, all'esecuzione del workflow da parte del cliente, vRealize Orchestrator salterà i campi non validi o mappati erroneamente.