È possibile utilizzare il processo di migrazione automatico per migrare la propria distribuzione di vRealize Automation 6.2.x a 7.1 usando la clonazione automatica del database IaaS.

Informazioni su questa attività

Sebbene questa procedura automatizzi la maggior parte del processo di migrazione, la sua corretta realizzazione dipende dalle seguenti condizioni:

  • Deve esistere una buona connettività tra il nodo Model Manager e i Microsoft SQL Server di origine e target. Le reti con una ridotta larghezza di banda possono essere soggette a timeout mentre si trasferisce una grande quantità di dati tra i server.

  • I Microsoft SQL Server di origine e target devono trovarsi nello stesso dominio.

  • Gli accessi al database IaaS di Microsoft SQL Server target devono corrispondere a quelli configurati nel database IaaS di Microsoft SQL Server di origine.

Procedura

  1. Ottenere la chiave di crittografia dalla distribuzione di vRealize Automation 6.2.x.
    1. Eseguire il seguente comando in un prompt dei comandi amministrativo sulla macchina virtuale che ospita il servizio di gestione attivo per ottenere la chiave di crittografia.

      C:\Program Files (x86)\VMware\vCAC\Server\ConfigTool\EncryptionKeyTool\DynamicOps.Tools.EncryptionKeyTool.exe" key-read -c "C:\Program Files (x86)\VMware\vCAC\Server\ManagerService.exe.config" -v

      Se la directory di installazione non si trova nella posizione predefinita, C:\Program Files (x86)\VMware\vCAC, è necessario modificare il percorso con la directory di installazione personale.

    2. Copiare e salvare la chiave visualizzata dopo l'esecuzione del comando.

      La chiave rappresenta una lunga stringa di caratteri simili a quella illustrata di seguito:

      NRH+f/BlnCB6yvasLS3sxespgdkcFWAEuyV0g4lfryg=

  2. Nell'ambiente vRealize Automation 7.1 target, aprire la console di gestione della propria appliance virtuale utilizzando il nome di dominio completo, https://va-hostname.domain.name:5480.
  3. Accedere utilizzando il nome utente root e la password specificati al momento della distribuzione dell'appliance.
  4. Selezionare Impostazioni vRA > Migrazione.
  5. Assicurarsi che la casella di controllo Clona automaticamente database IaaS di origine sia selezionata.
  6. Selezionare o deselezionare la casella di controllo Attivare migrazione SSO2 a seconda del modo in cui sono stati migrati i propri tenant e gli archivi identità.
  7. Immettere le informazioni richieste per l'appliance SSO2 vRA di origine.

    Opzione

    Descrizione

    Nome host

    Nome host per il server identità SSO2 vRealize Automation 6.2.x di origine.

  8. Immettere le informazioni richieste per l'appliance vRA di origine.

    Opzione

    Descrizione

    Nome host

    Nome host per l'appliance vRealize Automation 6.2.x

    Nome utente radice

    root

    Password root

    La password root immessa durante la distribuzione dell'appliance vRealize 6.2.

    Reimmettere la password

    Reimmettere la password root.

  9. Immettere le informazioni richieste per l'appliance vRA target.

    Opzione

    Descrizione

    Tenant predefinito

    Il tenant che è stato creato durante la configurazione del single sign-on nella procedura guidata di installazione, ad esempio vsphere.local.

    Nome utente amministratore

    Il nome utente amministratore tenant predefinito immesso durante la distribuzione dell'appliance vRealize 7.1, ad esempio amministratore@vsphere.local.

    Password amministratore

    La password amministratore immessa durante la distribuzione dell'appliance vRealize 7.1.

    Reimmettere la password

    Reimmettere la password amministratore.

    Nome utente radice

    root

    Password root

    La password root immessa durante la distribuzione dell'appliance vRealize 7.1, ad esempio.

    Reimmettere la password

    Reimmettere la password root.

  10. Immettere le informazioni richieste per il server di database IaaS vRA di origine.

    Opzione

    Descrizione

    Nome host database

    Il nome dell'host di database Microsoft SQL IaaS di vRealize Automation 6.2.x.

    Nome database

    Il nome immesso durante la distribuzione dell'appliance vRealize Automation 6.2.x. Il nome predefinito è vCAC.

    Chiave di crittografia

    Stringa della chiave di crittografia ricavato dalla distribuzione di vRealize Automation 6.2.x di origine.

    Protezione database

    Meccanismo di autenticazione di SQL Server. Selezionare Autenticazione Windows o Autenticazione SQL. Se si seleziona Autenticazione SQL, è necessario immettere il nome utente e la password.

    Se il database di vRealize Automation 6.2.x e di 7.1 si trovano in domini diversi, l'autenticazione Windows non avrà esito positivo.

  11. Immettere le informazioni richieste per il server di database IaaS vRA target.

    Opzione

    Descrizione

    Nome host database

    Il nome dell'host di database Microsoft SQL IaaS di vRealize Automation 7.1.

    Nome nuovo database

    Nome del nuovo database a cui si sta eseguendo la migrazione.

    Crea database

    Accettare la selezione predefinita.

    Passphrase

    Nuova passphrase per crittografare di nuovo il contenuto sensibile archiviato nel database Microsoft SQL migrato. Una passphrase è una serie di parole utilizzate per generare una chiave di crittografia per proteggere i dati mentre a riposo nel database, come credenziali endpoint. Utilizzare questa passphrase ogni volta che si installa un nuovo componente.

    Protezione database

    Meccanismo di autenticazione di SQL Server. Selezionare Autenticazione Windows o Autenticazione SQL. Se si seleziona Autenticazione SQL, è necessario immettere il nome utente e la password.

    Se il database di vRealize Automation 6.2.x e di 7.1 si trovano in domini diversi, l'autenticazione Windows non avrà esito positivo.

  12. Fare clic su Migra.

    L'opzione Stato migrazione mostra l'avanzamento della migrazione e un messaggio al termine della migrazione.

    Ulteriori dettagli sulla migrazione si trovano nei seguenti file registro. È possibile unirli per osservare l'avanzamento della migrazione.

    • Appliance virtuale vRealize Automation 6.2.x: /var/log/vcac/migration-package.log

    • Appliance virtuale vRealize Automation 7.1: /var/log/vcac/migration-package.log

    • Nodi Iaas: C:\Programmi (x86)\VMware\vCAC\InstallLogs-YYYYMMDDHHMMSS\Migrate.log

      La directory di installazione dei nodi IaaS potrebbe trovarsi in una posizione non predefinita.

  13. Al termine della migrazione, inviare la chiave di licenza di vRealize Automation 7.1.
    1. Nella console di gestione, fare clic su Gestione licenze.
    2. Immettere la chiave di licenza di vRealize Automation 7.1 nella casella di testo Nuova chiave di licenza.
    3. Fare clic su Invia chiave.
  14. Se si esegue la migrazione a un ambiente di cluster, accedere alla console di gestione su ogni nodo secondario e unire il nodo secondario al nodo master.
    1. Selezionare Impostazioni vRA > Cluster.
    2. Fare clic su Unisci cluster.
  15. Se si esegue la migrazione a un ambiente di cluster, configurare ogni nodo secondario nel bilanciamento del carico.

Operazioni successive

Convalida della migrazione nell'ambiente vRealize Automation