Per creare una relazione padre-figlio tra le proprietà personalizzate, si esegue il binding (collegamento) del padre con il figlio. Quando si aggiungono le proprietà personalizzate di padre e figlio a un blueprint, l'utente richiedente seleziona un valore per la proprietà padre. Dal valore del padre selezionato dipendono i possibili valori per la proprietà figlio.

Informazioni su questa attività

  • La definizione della proprietà personalizzata padre può essere un elenco statico o un valore esterno che viene stabilito da un'azione vRealize Orchestrator. Fornisce possibili parametri di input a una definizione di proprietà figlio.

  • La definizione di proprietà personalizzata figlio deve richiamare un'azione vRealize Orchestrator. Nella proprietà personalizzata figlio si esegue il binding della proprietà personalizzata padre affinché fornisca un valore al parametro di input.

Ad esempio, il proprio team di sviluppo lavora ai sistemi di produzione e di non produzione. Si dispone inoltre di cinque data center. Tre data center servono per eseguire test per lo sviluppo e gli altri due per fornire servizi ai propri clienti interni. Per assicurarsi che gli sviluppatori possano distribuire lo stesso blueprint a entrambi gli ambienti, ovvero i data center per il test o quelli per i clienti interni, si crea e si esegue il binding di due definizioni di proprietà personalizzate. Utilizzando la prima proprietà personalizzata, l'utente richiedente può selezionare l'ambiente di produzione o non di produzione. Sulla base dell'ambiente che l'utente seleziona nel modulo di richiesta, la seconda proprietà personalizzata mostra uno dei seguenti valori:

  • L'elenco di tre data center di test per gli ambienti non di produzione.

  • I due data center per clienti interni come ambienti di produzione.



Esempio di proprietà personalizzate padre-figlio in un modulo di richiesta di catalogo.

L'obiettivo di questa procedura è di creare due proprietà personalizzate di cui si esegue il binding nella relazione padre-figlio. Nel binding è possibile selezionare la posizione adeguata in base allo stato di produzione selezionato.

Prerequisiti

  • Per questo esempio, creare un'azione vRealize Orchestrator che fornisca nomi di data center come informazioni sulla posizione. Assegnare un nome all'azione datacenters_prod, aggiungere un parametro di input denominato prod come tipo di stringa e utilizzare questo script di esempio per lo script di azione.

    if(prod == null) {
    	return ['Empty1', 'Empty2'];
    } else if (prod.equals('nonprod')) {
    	return ['WestDC for development testing', 'EastDC for QA automation testing', 'CentralDC for scale testing'];
    } else {
    	return ['NorthDC for AMEA clients', 'SouthDC for Asia Pacific clients'];
    }

    Per informazioni sullo sviluppo di workflow e su creazione e uso di azioni di script di vRealize Orchestrator, vedere Sviluppare con VMware vCenter Orchestrator.

  • Accedere alla console di vRealize Automation come amministratore tenant o amministratore di struttura.

Procedura

  1. Creare una definizione di proprietà personalizzata affinché gli utenti possano selezionare l'ambiente di produzione o non di produzione.
    1. Selezionare Amministrazione > Dizionario proprietà > Definizioni proprietà.
    2. Configurare le opzioni di proprietà personalizzata.

      Esempio della definizione di proprietà personalizzata production.ready

      Opzione

      Valori di esempio

      Nome

      production.ready

      Etichetta

      Ambiente

      Descrizione

      Selezionare l'ambiente di produzione o non di produzione.

      Ordine visualizzazione

      1

      Selezionare 1 per assicurarsi che questa proprietà personalizzata venga visualizzata per prima nel blueprint.

      Tipo di dati

      Stringa

      Visualizza come

      Elenco a discesa

      Valori

      Elenco statico

      Valori di elenco statico

      Aggiungere le seguente coppie di chiavi.

      • Production e prod

      • Non-Production e nonprod

    3. Fare clic su OK.

    La proprietà personalizzata production.ready è configurata e aggiunta pronta all'uso.

  2. Creare una definizione di proprietà personalizzata per l'azione vRealize Orchestrator che esegue la propria azione di posizione personalizzata.
    1. Selezionare Amministrazione > Dizionario proprietà > Definizioni proprietà.
    2. Configurare le opzioni di proprietà personalizzata.

      Esempio della proprietà personalizzata del data center con il binding per production.ready

      Opzione

      Valori di esempio

      Nome

      datacenter

      Etichetta

      Data center target

      Descrizione

      Selezionare la base del data center a seconda che si distribuisca un blueprint di produzione o non di produzione.

      Ordine visualizzazione

      2

      Selezionare 2 per assicurarsi che questa proprietà personalizzata venga visualizzata dopo la proprietà personalizzata production.ready nel blueprint.

      Tipo di dati

      Stringa

      Visualizza come

      Elenco a discesa

      Valori

      Valori esterni

      Azione di script

      Fare clic su Seleziona e individuare l'azione datacenters_prod.

      La tabella dei parametri di input include un parametro prod.

    3. Nella tabella dei parametri di input, selezionare la riga prod e fare clic su Modifica.
    4. Selezionare la casella di controllo Binding.
    5. Selezionare production.ready nel menu a discesa.
    6. Fare clic su OK.
    7. Fare clic su OK.

    La proprietà personalizzata del data center è configurata e pronta all'uso.

Operazioni successive