Prima di iniziare l'aggiornamento, arrestare ed eseguire uno snapshot del server Windows IaaS vRealize Automation, tutte le macchine di Model Manager e le macchine appliance virtuale Identity. Se l'aggiornamento non riesce, è possibile utilizzare lo snapshot per tornare all'ultima configurazione corretta nota e tentare un altro aggiornamento.

Prerequisiti

  • Verificare che il database PostgreSQL incorporato sia nella modalità ad alta disponibilità. In questo caso, individuare il nodo master corrente. Vedere l'articolo della knowledge base http://kb.vmware.com/kb/2105809.

  • Se il database Microsoft SQL vRealize Automation non è in hosting sul server IaaS, creare un file di backup del database.

  • Verificare che i prerequisiti del backup siano stati completati. Vedere Backup e salvataggio dell’ambiente esistente.

  • Verificare di aver creato uno snapshot del sistema mentre è spento. Vedere la documentazione di vSphere 6.0.

    Se non è possibile arrestare il sistema, è possibile creare uno snapshot in memoria per tutti i nodi.

  • Verificare che sia disponibile un backup per l'intero sistema.

Procedura

  1. Accedere a vCenter Server.
  2. Individuare le macchine IaaS Windows Server, tutte le macchine Manager e le macchine appliance virtuale Identity di vRealize Automation 6.2.x.
  3. Selezionare una macchina e fare clic su Arresta guest nell'ordine indicato di seguito.
    1. Macchine virtuali dell'agente proxy IaaS

    2. Macchine virtuali di DEM Worker

    3. Macchina virtuale di DEM Orchestrator

    4. Macchina virtuale Manager Service

    5. Macchine virtuali WEB Service

    6. Appliance virtuali vRealize Automation secondarie

    7. Appliance virtuali vRealize Automation primarie

    8. Macchine Manager (se presenti)

    9. Identity Appliance

  4. Creare uno snapshot di tutte le macchine vRealize Automation 6.2.x.
  5. Clonare i nodi dell'appliance vRealize Automation ed eseguire l'aggiornamento sulle macchine clonate. Conservare l'originale, nel caso in cui in seguito sia necessario ripristinare il sistema.

Operazioni successive

Incrementare le risorse hardware di vCenter Server per l'aggiornamento