Se si utilizzano istanze esterne in cluster di vRealize Orchestrator con vRealize Automation, è necessario aggiornare singolarmente ogni nodo di vRealize Orchestrator quando si aggiorna vRealize Automation.

Informazioni su questa attività

Non è necessario ricreare il cluster esistente. I nodi di vRealize Orchestrator restano parte del cluster dopo l'aggiornamento.

Prerequisiti

Procedura

  1. Arrestare ciascun nodo di vRealize Orchestrator.
  2. Selezionare uno dei nodi di vRealize Orchestrator nel cluster in modo da renderlo il nodo principale di vRealize Orchestrator.

    Registrare le informazioni di identificazione di tale nodo per utilizzarle successivamente.tale

  3. Creare uno snapshot di ciascun nodo di vRealize Orchestrator e del database di vRealize Orchestrator.
  4. Nel nodo di vRealize Orchestrator selezionato per il nodo principale, aumentare la RAM a 6 GB.
  5. Aggiornare il nodo principale di vRealize Orchestrator.
    1. Accendere il nodo selezionato in modo da renderlo il nodo principale di vRealize Orchestrator.
    2. Accedere come root alla console di gestione di vRealize Orchestrator Appliance all’indirizzo https://server_orchestrator:5480.
    3. Selezionare Aggiorna > Impostazioni.
    4. Selezionare il metodo di download e fare clic su Salva impostazioni.
    5. Fare clic su Stato.
    6. Fare clic su Controlla aggiornamenti.
    7. Fare clic su Installa aggiornamenti.
    8. Accettare l'accordo di licenza con l'utente finale di VMware.
    9. Al termine dell’aggiornamento, riavviare l’appliance di vRealize Orchestrator.
  6. Se l'istanza di vRealize Orchestrator in cluster è stata precedentemente configurata con il tipo di autenticazione di vRealize Automation, annullare la registrazione del nodo e registrarlo di nuovo.
    1. Nel nodo principale, accedere come root a vRealize Orchestrator Control Center all’indirizzo https://your_orchestrator_server_IP_or_DNS_name:8283/vco-controlcenter/.
    2. Fare clic sull’icona di configurazione del provider di autenticazione.
    3. Fare clic su Annulla registrazione.
    4. Fare clic su Connetti.
    5. Immettere le proprie credenziali di nome utente e password.
    6. Selezionare la casella di controllo di configurazione delle licenze, quindi il gruppo di amministratori vco.
    7. Fare clic sul pulsante per salvare le modifiche.
    8. Passare a Orchestrator Cluster Management all’indirizzo https://vco-controlcenter:8283/vcocontrolcenter/#/control-app/ha e accodare ?remove-nodes all’URL, ad esempio https://vco-controlcenter:8283/vcocontrolcenter/#/control-app/ha?remove-nodes.
    9. Per ciascun nodo di vRealize Orchestrator nel cluster precedente, selezionare la casella di controllo Rimuovi nella tabella e fare clic su Rimuovi e Aggiorna.
    10. Riavviare il servizio server principale di vRealize Orchestrator e attendere la completa inizializzazione del servizio.
  7. Verificare che il servizio vco venga visualizzato come registrato nella console di gestione di vRealize Orchestrator Appliance.
  8. In vRealize Orchestrator Control Center, fare clic sull’icona di convalida della configurazione e verificare che la configurazione sia valida.
  9. In vRealize Orchestrator Control Center, aggiornare i plug-in predefiniti di vRealize Automation, comprensivi del plug-in NSX.
  10. Accedere come root a vRealize Orchestrator Control Center nel nodo principale di vRealize Orchestrator all’indirizzo https://your_orchestrator_server_IP_or_DNS_name:8283/vcocontrolcenter.
  11. Fare clic sull’icona di gestione dei plug-in.
  12. Selezionare Sfoglia > nome plug-in > Installa.
  13. Distribuire una nuova appliance di vRealize Orchestrator per un nuovo nodo secondario di vRealize Orchestrator in questo cluster.
  14. Impostare la configurazione di rete del nuovo nodo secondario di vRealize Orchestrator in modo da farlo corrispondere al nodo secondario di vRealize Orchestrator nel cluster precedente.
  15. Unire il nuovo nodo secondario di vRealize Orchestrator al nodo principale di vRealize Orchestrator.
    1. Aprire una connessione shell protetta e accedere al nodo principale di vRealize Orchestrator, quindi modificare le directory in /etc/vco/app-server/plugins.
    2. Copiare tutti i file .xml che non sono preceduti da un carattere di sottolineatura (_) nella stessa posizione sul nuovo nodo secondario di vRealize Orchestrator.

      Verificare che in tutti i file copiati coincidano proprietà, vco e autorizzazioni.

    3. Accedere come root a vRealize Orchestrator Control Center nel nodo secondario di vRealize Orchestrator all’indirizzo https://your_orchestrator_server_IP_or_DNS_name:8283/vcocontrolcenter.
    4. Fare clic sull’icona Orchestrator Cluster Management.
    5. Fare clic sull'opzione per unire il nodo a un cluster e inserire i dettagli del nodo principale di vRealize Orchestrator.
    6. Fare clic su Unisci e attendere il completamento dell’operazione di unione al cluster del nodo secondario di vRealize Orchestrator.
    7. Verificare che l’impronta digitale della configurazione in sospeso del nuovo nodo secondario di vRealize Orchestrator corrisponda a quella del nodo principale di vRealize Orchestrator.
    8. Riavviare il nuovo servizio server secondario di vRealize Orchestrator dalle opzioni di avvio in Control Center.
    9. Verificare che l’impronta digitale della configurazione applicata del nuovo nodo secondario di vRealize Orchestrator corrisponda a quella del nodo principale di vRealize Orchestrator.
  16. Ripetere i passaggi 13-15 per ciascun nodo secondario di vRealize Orchestrator nel cluster precedente.