Il catalogo fornisce un portale self-service per la richiesta di servizi e consente inoltre agli utenti aziendali di gestire le risorse di cui effettuano il provisioning.

L'esempio seguente è un tipico ciclo di vita.

Connie, consumatrice di servizi IT, accede alla console vRealize Automation. Nella scheda Catalogo, sfoglia le offerte dei servizi che le servono per il suo lavoro. Gli elementi che sono disponibili nel catalogo sono raggruppati in categorie di servizi, e ciò è utile per aiutarla a trovare quello che sta cercando. Dopo aver selezionato un elemento del catalogo, Connie può visualizzare i relativi dettagli per confermare che è ciò che vuole, prima di inviare una richiesta.

Quando Connie richiede un elemento del catalogo, viene visualizzato un modulo dove può fornire informazioni quali il motivo della richiesta e i relativi parametri. Ad esempio, se sta richiedendo una macchina virtuale, potrebbe specificare il numero di CPU o le dimensioni dello spazio di storage della macchina. Se Connie non è pronta per l'invio della richiesta, può salvarla e tornarvi in un secondo momento.

Dopo che Connie ha inviato la richiesta, questa potrebbe essere soggetta ad approvazione. Connie può consultare la scheda Richieste per tenere traccia dell'avanzamento della sua richiesta e verificare se l'approvazione è in sospeso, in corso o se è stata completata.

Se la richiesta risulta essere un elemento da sottoporre a provisioning, viene aggiunta all'elenco degli elementi di Connie nella scheda Elementi. Qui potrà visualizzare i dati dell'elemento oppure effettuare azioni aggiuntive sui suoi elementi. Nell'esempio della macchina virtuale, Connie potrebbe accendere o spegnere la macchina, connetterla tramite desktop remoto, riconfigurarla per aggiungere altre risorse o eliminarla quando non ne ha più bisogno. Le azioni che può effettuare sono basate su permessi e possono essere soggette ad approvazione in base a criteri di approvazione flessibili.