Quando si dispone di più vRealize Automation appliance, le appliance devono essere in grado identificarsi a vicenda mediante il nome host breve. Altrimenti non è possibile effettuare l'accesso.

Si configura vRealize Automation per l'alta disponibilità installando un'ulteriore vRealize Automation appliance. Quando si tenta di accedere a vRealize Automation, viene visualizzato un messaggio sulla licenza non valida. Tuttavia il messaggio non è corretto perché si è determinato che la licenza è valida.

I nodi di vRealize Automation appliance non formano correttamente un cluster ad alta disponibilità finché non risolvono i nomi host brevi dei nodi nel cluster.

Informazioni su questa attività

Per consentire a un cluster ad alta disponibilità delle vRealize Automation appliance di risolvere nomi host brevi, seguire uno di questi approcci. È necessario modificare tutte le appliance del cluster.

Procedura

  • Modificare o creare una riga di ricerca in /etc/resolv.conf. La riga deve contenere domini che includono vRealize Automation appliance. Separare più domini con gli spazi. Ad esempio:

    search sales.mycompany.com support.mycompany.com

  • Modificare o creare le righe di dominio in /etc/resolv.conf. Ogni riga deve contiene un dominio che contiene vRealize Automation appliance. Ad esempio:

    domain support.mycompany.com

  • Aggiungere le righe al file /etc/hosts affinché ogni nome breve di vRealize Automation appliance sia mappato al suo nome di dominio completamente qualificato. Ad esempio:
    node1    node1.support.mycompany.com
    node2    node2.support.mycompany.com