L'API REST di vRealize Automation per l'installazione offre la capacità di creare installazioni puramente controllate dal software per vRealize Automation.

L'API di installazione richiede una versione in formato JSON delle stesse voci che l'installazione basata su CLI riceve dal file di risposta ha.properties. Le seguenti linee guida aiutano ad acquisire familiarità con il funzionamento dell'API. Da qui l'utente dovrebbe essere in grado di progettare chiamate programmatiche all'API per installare vRealize Automation.

  • Per accedere alla documentazione dell'API, aprire la seguente pagina dell'vRealize Automation appliance con un browser Web.

    https://vrealize-automation-appliance-FQDN:5480/config

  • Per sperimentare con l'installazione basata su API, individuare ed espandere il seguente comando PUT.

    PUT /vra-install

  • Copiare il JSON non compilato dalla casella install_json a un editor di testo. Inserire i valori delle risposte come si farebbe per ha.properties. Quando le risposte in formato JSON sono pronte, copiare il codice in install_json e sovrascrivere il JSON non compilato.

    In alternativa, è possibile modificare il seguente modello JSON e copiare i risultati in install_json.

    /usr/lib/vcac/tools/install/installationProperties.json

    È anche possibile convertire un file ha.properties compilato in formato JSON o viceversa.

  • Nella casella delle azione, selezionare validate (convalida) fare clic su Try It Out (Prova).

    L'azione di convalida esegue il programma di controllo e correzione dei prerequisiti di vRealize Automation.

  • La risposta convalidata include un ID di comando alfanumerico che è possibile inserire nel seguente comando GET.

    GET /commands/command-id/aggregated-status

    La risposta al GET include lo stato di avanzamento dell'operazione di convalida.

  • Quando la convalida riesce, è possibile eseguire l'installazione effettiva ripetendo il processo. Nella casella delle azioni selezionare install (installa) invece di validate (convalida).

    L'installazione può impiegare molto tempo a seconda delle dimensioni di distribuzione. Anche in questo caso, individuare l'ID comando e utilizzare il comando di stato aggregato GET per conoscere lo stato di avanzamento dell'installazione. La risposta di GET potrebbe essere simile al seguente esempio.

    "progress": "78%", "counts": {"failed": 0, "completed": 14, "total": 18, "queued": 3, "processing": 1}, "failed-commands": 0

  • Se qualcosa non funziona nell'installazione, è possibile attivare la raccolta dei registri di tutti i nodi con il seguente comando.

    PUT /commands/log-bundle

    Analogamente all'installazione, l'ID di comando alfanumerico consente di monitorare lo stato di raccolta dei registri.