L'installazione guidata di vRealize Automation offre all'utente pagine intuitive dove è possibile verificare i prerequisiti, immettere impostazioni, convalidare impostazioni e installare componenti di vRealize Automation.

Informazioni su questa attività

Nota:

La procedura guidata include dei passaggi in cui si accede ad altri sistemi, ad esempio il bilanciamento del carico e i server Windows IaaS.

Prerequisiti

  • In vSphere, distribuire il file OVA o OVF di appliance vRealize Automation per creare una o più appliance.

    Le distribuzioni minime utilizzano un solo appliance vRealize Automation. Le distribuzioni enterprise possono avere più appliance dietro un bilanciamento del carico.

  • Tenere a disposizione uno o più sistemi Windows su cui ospitare i componenti IaaS.

  • Avviare la procedura guidata puntando un browser Web all'URL di appliance vRealize Automation.

    https://vrealize-automation-appliance-FQDN:5480

Procedura

  1. Nella schermata Tipo di distribuzione, l'opzione minima prevede la distribuzione a una sola appliance vRealize Automation e un solo server Windows che ospiterà i componenti IaaS per Web e servizio di gestione. Le distribuzioni enterprise supportano più appliance separate e host Windows, con bilanciamento del carico.
  2. In Prerequisiti di installazione, mettere in pausa la procedura e accedere ai server Windows IaaS per installare l'agente di gestione. L'agente di gestione consente alla procedura guidata di individuare i server IaaS e di connettersi agli stessi.

    L'installazione dell'agente di gestione richiede la comunicazione con una appliance vRealize Automation in esecuzione.

    Nella pagina dei prerequisiti, selezionare inoltre se sincronizzare l'orario utilizzando l'host di distribuzione o un server NTP (Network Time Protocol) esterno.

  3. (Solo distribuzioni enterprise) Per le appliance vRealize, immettere FQDN e credenziali di accesso per ogni appliance vRealize Automation nella distribuzione enterprise.
  4. (Solo distribuzioni enterprise) Per i ruoli del server, selezionare le macchine Windows che verranno utilizzate come server Web IaaS principali e aggiuntivi, host del servizio di gestione, host DEM e host dell'agente.
  5. In Controllo prerequisiti, si consente alla procedura guidata di controllare e correggere le configurazioni dei server Windows per supportare l'installazione di IaaS.

    La procedura guidata non è in grado di correggere i problemi di memoria insufficiente o CPU. È necessario correggere questi problemi in vSphere o nell'hardware, se si verificano.

  6. Per l'host vRealize Automation, immettere il nome di dominio completo di appliance vRealize Automation. Se si distribuisce una configurazione enterprise che include più appliance vRealize Automation, immettere il nome di dominio completo del bilanciamento del carico.
  7. Per il Single Sign-On, immettere la password che gli utenti di vRealize Automation utilizzeranno per accedere al tenant predefinito.
  8. Per l'host IaaS, immettere il nome di dominio completo del server Windows della macchina che ospiterà il componente Web IaaS, immettere le credenziali dell'account di dominio con privilegi di amministratore per tutti i server IaaS e immettere una passphrase da utilizzare per accedere al database IaaS.
  9. Per Microsoft SQL Server, immettere il nome di dominio completo del server Windows del server di database SQL su cui verrà ospitato il database IaaS.

    Oltre ai privilegi di amministratore su tutti i server IaaS, l'account di dominio utilizzato nel passaggio precedente deve avere il ruolo di amministratore di sistema in SQL.

  10. (Solo distribuzioni enterprise) Per il ruolo Web, immettere il nome di un sito Web di Internet Information Services (IIS) e la porta per il sito Web IaaS, quindi immettere le credenziali di accesso per le macchine Windows che saranno i server Web IaaS. Utilizzare le credenziali dell'account di dominio con privilegi di amministratore su tutti i server IaaS.
  11. (Solo distribuzioni enterprise) Per il ruolo del servizio di gestione, selezionare la macchina Windows che fungerà da host del servizio di gestione IaaS attivo e immettere le credenziali di accesso. Utilizzare le credenziali dell'account di dominio con privilegi di amministratore su tutti i server IaaS.

    Anche se sono disponibili più macchine per il servizio di gestione, non eseguire mai il servizio simultaneamente su più di una macchina.

  12. Per i Distributed Execution Manager, immettere i nomi di dominio completi, un nome di istanza univoco e le credenziali per ogni server Windows IaaS che eseguirà un Distributed Execution Manager. Utilizzare le credenziali dell'account di dominio con privilegi di amministratore su tutti i server IaaS.
  13. Per gli agenti, immettere i nomi di dominio completi, i nomi degli agenti, i tipi di endpoint e le credenziali di accesso per ogni tipo di risorsa di virtualizzazione a cui verrà distribuito vRealize Automation. vSphere normalmente è uno dei tipi di agente.

    In alternativa, è possibile aggiungere gli agenti dopo l'installazione.

  14. Per il certificato di vRealize Appliance, immettere un nome di organizzazione, un'unità organizzativa e un codice paese, quindi salvare il certificato generato.

    In alternativa, è possibile importare un certificato.

  15. Per il certificato Web, immettere un nome di organizzazione, un'unità organizzativa e un codice paese, quindi salvare il certificato generato.

    In alternativa, è possibile importare un certificato o incollare l'identificazione personale di un certificato già installato sul server Web.

  16. (Solo distribuzioni enterprise) Per il certificato del servizio di gestione, immettere un nome di organizzazione, un'unità organizzativa e un codice paese, quindi salvare il certificato generato.

    In alternativa, è possibile importare un certificato o incollare l'identificazione personale di un certificato già installato sull'host del servizio di gestione.

  17. (Solo distribuzioni enterprise) In Bilanciamento del carico, mettere in pausa la procedura per accedere al bilanciamento del carico e configurare il pool di membri basato sui nodi visualizzati nella pagina della procedura guidata.
  18. Per determinare se i componenti IaaS possono essere installati dalla procedura guidata, fare clic su Convalida.
  19. In vSphere, creare uno snapshot di ogni appliance vRealize Automation e server Windows IaaS. Selezionare l'opzione che consente di creare uno snapshot della memoria della macchina virtuale.
  20. Fare clic su Installa. Se è necessario tentare di nuovo l'installazione, per prima cosa tornare agli snapshot creati nel passaggio precedente.

    In base al modo in cui l'installazione non è riuscita, potrebbe essere necessario esaminare gli errori, applicare azioni correttive e creare di nuovo snapshot prima di riprovare.

  21. In Gestione licenze, immettere una chiave di vRealize Automation, vRealize Suite, vRealize Business o vRealize Code Stream.
  22. Per la telemetria, decidere se partecipare o meno al programma CEIP (Customer Experience Improvement Program) di VMware inviando statistiche sull'utilizzo di vRealize Automation a VMware.
  23. In Opzioni post installazione, è possibile scegliere di iniziare a creare elementi del catalogo vRealize Automation nel tenant predefinito. A questo scopo, è necessario avere installato almeno un agente nella pagina della procedura guidata Agenti. In alternativa è possibile migrare i dati da una distribuzione precedente.

Operazioni successive

(Facoltativo) L'ultima pagina della procedura guidata visualizza il percorso e il nome di un file di proprietà. È possibile modificare il file e utilizzarlo per eseguire un'installazione di vRealize Automation invisibile all'utente con impostazioni identiche o simili a quelle utilizzate nella sessione di installazione guidata.