È possibile migrare l'ambiente VMware vRealize ™ Automation 6.2.x a una nuova installazione di vRealize Automation 7.2.

Prerequisiti

Procedura

  1. Ottenere la chiave di crittografia dalla distribuzione di vRealize Automation 6.2.x di origine.
    1. Per ottenere una chiave di crittografia, avviare un prompt di comando come amministratore della macchina virtuale che ospita il servizio di gestione attivo ed eseguire il comando seguente.

      "C:\Program Files (x86)\VMware\vCAC\Server\ConfigTool\EncryptionKeyTool\DynamicOps.Tools.EncryptionKeyTool.exe" key-read -c "C:\Program Files (x86)\VMware\vCAC\Server\ManagerService.exe.config" -v

      Se la directory di installazione non si trova nella posizione predefinita, C:\Program Files (x86)\VMware\vCAC, modificare il percorso con la directory di installazione effettiva.

    2. Salvare la chiave visualizzata dopo l'esecuzione del comando.

      La chiave rappresenta una lunga stringa di caratteri simile a NRH+f/BlnCB6yvasLS3sxespgdkcFWAEuyV0g4lfryg=.

  2. Nell'ambiente vRealize Automation 7.2 di destinazione, avviare un browser e andare alla console di gestione all'indirizzo https://va-hostname.domain.name:5480 dell'appliance virtuale.

    va-hostname.domain.name rappresenta il nome di dominio completo dell'appliance virtuale.

  3. Accedere utilizzando il nome utente root e la password specificati al momento della distribuzione dell'appliance.
  4. Selezionare Impostazioni vRA > Migrazione.
  5. Immettere le informazioni per l'appliance vRealize Automation di origine.

    Opzione

    Descrizione

    Nome host

    Il nome host dell'appliance vRealize Automation 6.2.x di origine.

    Nome utente radice

    root

    Password root

    La password root immessa durante la distribuzione dell'appliance vRealize Automation 6.2.

  6. Immettere le informazioni per l'appliance vRealize Automation di destinazione.

    Opzione

    Descrizione

    Nome utente radice

    root

    Password root

    La password root immessa durante la distribuzione dell'appliance vRealize Automation 7.2.

    Tenant predefinito

    Il tenant predefinito creato durante la configurazione del Single Sign-On nell'installazione guidata, in genere vsphere.local.

    Nome utente amministratore

    Il nome utente dell'amministratore tenant inserito quando è stata distribuita l'appliance vRealize Automation 7.2. Modificare il valore esistente, se necessario.

    Password amministratore

    La password inserita per l'amministratore tenant predefinito quando è stata distribuita l'appliance vRealize Automation 7.2.

  7. Immettere le informazioni per il server di database IaaS di destinazione.

    Opzione

    Descrizione

    Server di database

    L'ubicazione dell'istanza Microsoft SQL Server in cui risiede il database Microsoft SQL IaaS vRealize Automation 6.2.x ripristinato. Se si utilizza l'istanza denominata e la porta non predefinita, specificarle nel formato SERVER,PORT\INSTANCE-NAME.

    Nome database clonato

    Il nome del database Microsoft SQL IaaS vRealize Automation 6.2.x che è stato ripristinato sul server Microsoft SQL di destinazione.

    Modalità di autenticazione

    • Windows

      Se si utilizza la modalità di autenticazione di Windows, l'utente del servizio IaaS richiede diritti di proprietario sul database o diritti di amministratore di sistema su SQL Server. Le stesse autorizzazioni si applicano quando si utilizza la modalità di autenticazione di SQL Server.

    • SQL Server

    SQL Server apre le caselle di testo Nome account di accesso e Password.

    Nome login

    Il nome dell'account di accesso di Microsoft SQL per collegarsi al database clonato.

    Password

    La password di Microsoft SQL per collegarsi al database clonato.

    Chiave di crittografia originale

    Chiave di crittografia ricavata dalla distribuzione dell'ambiente IaaS vRealize Automation 6.2.x di origine.

    Nuova passphrase

    Una nuova passphrase per crittografare di nuovo il contenuto sensibile archiviato nel database Microsoft SQL migrato. Una passphrase è una serie di parole utilizzate per generare una chiave di crittografia per proteggere i dati mentre a riposo nel database, come credenziali endpoint. Utilizzare questa passphrase ogni volta che si installa un nuovo componente IaaS.

  8. Fare clic su Convalida.

    Nella pagina è visualizzato l'avanzamento della convalida.

    • Se tutti gli elementi vengono convalidati, andare al passaggio 9.

    • Se un elemento non viene convalidato, esaminare il messaggio di errore e il file di registro della convalida sul nodo IaaS Model Manager Data nel percorso C:\\Programmi(x86)\VMware\VCAC\Server\InstallLogs_latest_timestamp\validate.log. Fare clic su Modifica impostazioni e modificare l'elemento che crea il problema. Andare al passaggio 8.

  9. Fare clic su Migra.

    Nella pagina è visualizzato l'avanzamento della migrazione.

Operazioni successive

Attività successive alla migrazione per vRealize Automation