È possibile utilizzare i profili di rete per assegnare gli indirizzi IP statici di un intervallo predefinito a macchine virtuali fornite in provisioning tramite clonazione, tramite Linux Kickstart o autoYaST, oppure a macchine cloud che sono state fornite in provisioning in OpenStack tramite Kickstart.

Per impostazione predefinita, vRealize Automation utilizza il protocollo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) per assegnare indirizzi IP alle macchine di cui è stato eseguito il provisioning.

È possibile creare profili di rete per definire un intervallo di indirizzi IP statici che possono essere assegnati alle macchine. È possibile assegnare profili di rete a percorsi di rete specifici su una prenotazione. Per le macchine il cui provisioning avviene mediante clonazione, Kickstart o autoYaST e che sono allegate a un percorso di rete con un profilo di rete associato, il provisioning viene effettuato con un indirizzo IP statico assegnato. Per il provisioning con un'assegnazione di indirizzo IP statico, è necessario utilizzare una specifica di personalizzazione.

È possibile assegnare un profilo di rete a un componente macchina di vSphere in un blueprint aggiungendo un componente di rete esistente NAT su richiesta o di rete instradata su richiesta alla tela di progettazione, nonché selezionando un profilo di rete a cui collegare il componente macchina di vSphere. È possibile assegnare anche profili di rete ai blueprint utilizzando la proprietà personalizzata VirtualMachine.NetworkN.ProfileName, dove N è l'identificatore di rete.

Facoltativamente, è possibile utilizzare l'IPAM vRealize Automation fornito o un endpoint di provider di servizi IPAM di terze parti registrato e configurato nel profilo di rete per ottenere e configurare gli indirizzi IP. Per informazioni sui requisiti per IPAM esterni, vedere Elenco di controllo per la preparazione del supporto del provider IPAM di terze parti.

Quando si seleziona un endpoint di provider di servizi IPAM di terze parti in un profilo di rete, vRealize Automation recupera gli intervalli IP dall'endpoint del provider IPAM esterno registrato, ad esempio Infoblox. Alloca quindi i valori IP a partire da tale endpoint. La subnet mask dell'intervallo specificato viene utilizzata per allocare subnet dal blocco IP.

Se viene specificato un profilo di rete in una prenotazione e un blueprint, il valore del blueprint ha la precedenza. Ad esempio, se viene specificato un profilo di rete nel blueprint mediante la proprietà personalizzata VirtualMachine.NetworkN.ProfileName e in una prenotazione utilizzata dal blueprint, il profilo di rete specificato nel blueprint ha la precedenza. Se, tuttavia, la proprietà personalizzata non viene utilizzata nel blueprint e si seleziona un profilo di rete per una NIC della macchina, vRealize Automation utilizza il percorso di rete della prenotazione per la NIC della macchina per la quale è stato specificato il profilo di rete.