vRealize Automation supporta più controller NIC (Network Interface Controller). Prima di eseguire il programma di installazione, è possibile aggiungere controller NIC all'appliance vRealize Automation o al server Windows IaaS.

Informazioni su questa attività

Se è necessario disporre di più NIC prima di eseguire l'installazione guidata di vRealize Automation, aggiungerli dopo la distribuzione in vCenter, ma prima di avviare la procedura guidata. Alcuni dei motivi per cui è opportuno avere NIC aggiuntivi in anticipo sono i seguenti:

  • Si desidera che la rete degli utenti e la rete dell'infrastruttura siano separate.

  • È necessario un ulteriore NIC in modo che i server IaaS possano essere aggiunti a un dominio di Active Directory.

Per ulteriori informazioni sugli scenari che prevedono la presenza di più NIC, vedere il post del blog VMware Cloud Management.

Per tre o più NIC, tenere presenti le seguenti limitazioni.

  • VIDM richiede l'accesso al database Postgres e ad Active Directory.

  • In un cluster HA, VIDM deve poter accedere all'URL del servizio di bilanciamento del carico.

  • Le connessioni VIDM precedenti devono passare attraverso i primi due NIC.

  • I NIC che seguono il secondo NIC non devono essere utilizzati o riconosciuti da VIDM.

  • I NIC che seguono il secondo NIC non devono essere utilizzati per la connessione ad Active Directory.

    Quando si configura una directory in vRealize Automation, utilizzare il primo o il secondo NIC.

Prerequisiti

Distribuire le macchine virtuali OVF e Windows dell'appliance vRealize Automation ma non eseguire il login né avviare l'installazione guidata.

Procedura

  1. In vCenter, aggiungere NIC a ogni appliance vRealize Automation.
    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'appliance appena distribuita e selezionare Modifica impostazioni.
    2. Aggiungere NIC VMXNETn.
    3. Se è accesa, riavviare l'appliance.
  2. Accedere come root alla riga di comando dell'appliance vRealize Automation.
  3. Configurare i NIC eseguendo il comando seguente per ogni NIC.

    Assicurarsi di includere l'indirizzo del gateway predefinito. Dopo aver completato questa procedura, è possibile configurare route statiche.

    /opt/vmware/share/vami/vami_set_network network-interface (STATICV4|STATICV4+DHCPV6|STATICV4+AUTOV6) IPv4-address netmask gateway-v4-address

    Ad esempio:

    /opt/vmware/share/vami/vami_set_network eth1 STATICV4 192.168.100.20 255.255.255.0 192.168.100.1

  4. Verificare che tutti i nodi di vRealize Automation possano risolversi a vicenda in base al nome DNS.
  5. Verificare che tutti i nodi di vRealize Automation possano accedere a qualsiasi nome di dominio completo con carico bilanciato per i componenti di vRealize Automation.
  6. Se si utilizza Split-Brain DNS, verificare che tutti i nodi e i VIP di vRealize Automation abbiano lo stesso nome di dominio completo in DNS per ogni IP e VIP dei nodi.
  7. In vCenter, aggiungere i NIC ai server Windows IaaS.
    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul server IaaS e selezionare Modifica impostazioni.
    2. Aggiungere i NIC alla macchina virtuale del server IaaS.
  8. In Windows, configurare i NIC del server IaaS aggiunti e i relativi indirizzi IP. Se necessario, consultare la documentazione Microsoft.

Operazioni successive

  • (Facoltativo) Se sono necessarie route statiche, seguire le linee guida in Configurazione di route statiche prima di continuare con l'installazione.

  • Accedere all'interfaccia di amministrazione basata sul browser per eseguire l'installazione guidata consolidata o per configurare manualmente l'appliance.

    https://vrealize-automation-appliance-FQDN:5480

  • In alternativa, è possibile ignorare la registrazione in modo da sfruttare l'installazione di vRealize Automation invisibile all'utente o basata su API.