Quando si gestisce un ambiente o una rete, può essere necessario assegnare un indirizzo IP diverso a un server Windows IaaS di vRealize Automation esistente.

Prerequisiti

  • Se è necessario modificare l'indirizzo IP dell'appliance vRealize Automation, eseguire innanzitutto questa operazione. Vedere Modifica dell'indirizzo IP dell'appliance vRealize Automation.

  • Come precauzione, creare snapshot delle appliance vRealize Automation e dei server IaaS.

  • Da una sessione della console come root nell'appliance vRealize Automation, ispezionare le voci del file /etc/hosts.

    Cercare le assegnazioni di indirizzi che potrebbero essere in conflitto con il piano del nuovo indirizzo IP e apportare le eventuali modifiche necessarie.

    In tutti i server IaaS, ripetere il processo per il file Windows\system32\drivers\etc\hosts.

  • Arrestare l'appliance vRealize Automation.

  • Arrestare tutti i servizi vRealize Automation nei server IaaS.

Procedura

  1. Accedere al server IaaS utilizzando un account che disponga di privilegi di amministratore.
  2. In Windows, modificare l'indirizzo IP.

    Cercare l'indirizzo IP nelle impostazioni della scheda di rete di Windows nelle proprietà Protocollo Internet.

  3. Aggiornare il DNS locale con le modifiche.

    L'aggiornamento del DNS consente il rilevamento reciproco dei server Windows IaaS e la riconnessione a un server Windows se si è disconnessi.

  4. Nell'host del servizio di gestione, ispezionare il file seguente in un editor di testo.

    install-folder\vCAC\Server\ManagerService.exe.config

    La cartella di installazione predefinita è C:\Program Files (x86)\VMware.

    Verificare gli indirizzi IP o i nomi di dominio completi delle appliance vRealize Automation e dei server Windows IaaS.

  5. In tutti i server Windows IaaS, ispezionare il file seguente in un editor di testo.

    install-folder\vCAC\Management Agent\VMware.IaaS.Management.Agent.exe.Config

    Verificare l'indirizzo IP o il nome di dominio completo dell'appliance vRealize Automation.

  6. Accedere all'host SQL Server.
  7. Verificare che l'indirizzo del repository sia stato configurato correttamente per l'utilizzo del nome di dominio completo nella colonna ConnectionString.

    Ad esempio, aprire SQL Management Studio ed eseguire la query seguente.

    "SELECT Name, ConnectionString FROM [database-name].[DynamicOps.RepositoryModel].[Models]"

  8. Avviare l'appliance vRealize Automation.
  9. Avviare i servizi vRealize Automation nei server IaaS.
  10. Ispezionare i file di registro per verificare che Agent, DEM Worker, il servizio di gestione e i servizi host Web siano stati avviati correttamente.
  11. Accedere a vRealize Automation come utente con ruolo di amministratore dell'infrastruttura.
  12. Passare a Infrastruttura > Monitoraggio > Stato di Distributed Execution e verificare che tutti i servizi siano in esecuzione.
  13. Verificare il funzionamento corretto controllando i servizi dell'appliance, eseguendo il test del provisioning o utilizzando lo strumento vRealize Production Test.