Dopo aver esportato la configurazione di un server Orchestrator esterno e averla importata in vRealize Automation 7.3, è necessario configurare il server Orchestrator integrato in vRealize Automation.

Prerequisiti

Migrazione della configurazione dal server vRealize Orchestrator esterno a quello interno.

Procedura

  1. Accedere all'Appliance vRealize Automation su SSH come root.
  2. Avviare il servizio Control Center e il servizio del server Orchestrator del server vRealize Orchestrator integrato.
    service vco-configurator start && service vco-server start
  3. Accedere al servizio Control Center del server Orchestrator integrato come amministratore.
  4. Verificare che Orchestrator sia configurato correttamente nella pagina Convalida configurazione in Control Center.
  5. Nella scheda Certificato di firma pacchetto nella pagina Certificati, generare un nuovo certificato di firma del pacchetto.
  6. Modificare i valori per Tenant predefinito e Gruppo Amministratori nella pagina Configura provider di autenticazione.
  7. Verificare che il servizio vco-server sia contrassegnato come REGISTRATO nella scheda Servizi nella console di gestione dell'appliance Appliance vRealize Automation.
  8. Selezionare i servizi vco del server Orchestrator esterno e fare clic su Annulla registrazione.

Operazioni successive

  • Importare i certificati considerati attendibili dal server Orchestrator esterno nell'archivio Attendibilità del server Orchestrator integrato. Per ulteriori informazioni, vedere Gestione dei certificati di Orchestrator.

  • Unire i nodi di replica di vRealize Automation al cluster di vRealize Automation per sincronizzare la configurazione del server Orchestrator.

    Per ulteriori informazioni, vedere la sezione relativa alla riconfigurazione del server vRealize Orchestrator integrato di destinazione per il supporto dell'alta disponibilità in Installazione o aggiornamento di vRealize Automation.

    Nota:

    Le istanze di vRealize Orchestrator vengono incluse automaticamente nel cluster e sono disponibili per l'utilizzo.

  • Riavviare il servizio vco-configurator in tutti i nodi del cluster.

  • Aggiornare l'endpoint di vRealize Orchestrator in modo che punti al server Orchestrator integrato di cui è stata eseguita la migrazione.

  • Aggiungere l'host vRealize Automation e l'host IaaS all'inventario del plug-in vRealize Automation, eseguendo i workflow per l'aggiunta di un host vRA e l'aggiunta dell'host IaaS di un host vRA.