È possibile creare endpoint per consentire a vRealize Automation di comunicare con l'ambiente master di Hyper-V, XenServer o pool Xen, nonché trovare risorse di elaborazione, raccogliere dati ed eseguire il provisioning delle macchine.

Prerequisiti

Procedura

  1. Selezionare Infrastruttura > Endpoint > Agenti.
  2. Nella casella di testo Risorsa di elaborazione specificare il nome DNS completo del server Hyper-V, di XenServer o del master del pool Xen.
    Nota:

    Per un endpoint del pool Xen, è necessario immettere il nome del master del pool.

    Per evitare voci duplicate nella tabella delle risorse di elaborazione di vRealize Automation, specificare un indirizzo che corrisponda a quello del master del pool Xen configurato. Ad esempio, se l'indirizzo del master del pool Xen utilizza il nome dell'host, immettere quest'ultimo e non il nome di dominio completo (FQDN). Se l'indirizzo del master del pool Xen utilizza FQDN, immettere lo stesso nome completo.

  3. Selezionare l'agente proxy che l'amministratore di sistema ha installato per questo endpoint dal menu a discesa Nome agente proxy.
  4. (Facoltativo) Immettere una descrizione nella casella di testo Descrizione.
  5. Fare clic su OK.

Risultati

vRealize Automation raccoglie i dati dall’endpoint e rileva le risorse di elaborazione utilizzate.

Operazioni successive

Aggiungere le risorse di elaborazione dall'endpoint a un gruppo di strutture. Vedere Creazione di un gruppo di strutture.