È possibile utilizzare l'attività InvokeVcoWorkflow o InvokeVcoWorkflowAsync per chiamare un workflow di vRealize Orchestrator da un workflow IaaS.

Informazioni su questa attività

Alcuni workflow di vRealize Orchestrator richiedono l'interazione con l'utente durante l'esecuzione. Per questi workflow, la richiesta dell'utente viene visualizzata nel client vRealize Orchestrator anziché nella console di vRealize Automation, pertanto all'utente finale in vRealize Automation non risulta evidente che è presente un workflow in attesa di input.

Per evitare il blocco dei workflow da parte dll'input dell'utente, evitare di chiamare workflow di vRealize Orchestrator che richiedono l'interazione dell'utente dai workflow IaaS.

Procedura

  1. Aprire un workflow in vRealize Automation Designer e passare al contesto in cui si desidera chiamare un workflow di vRealize Orchestrator.
  2. Trascinare l'attività InvokeVcoWorkflow o InvokeVcoWorkflowAsync nel riquadro Designer.
  3. Selezionare il workflow di vCenter Orchestrator da eseguire.
    1. In Generale fare clic sull'ellisse accanto a Workflow.
    2. Nella finestra di dialogo Sfoglia il workflow vCO selezionare un workflow.
    3. Fare clic su OK.

    Le sezioni Input e Output mostrano i parametri di input e output del workflow selezionato.

  4. Nel riquadro Proprietà specificare uno dei seguenti parametri target.
    • VirtualMachineId è il nome della variabile che rappresenta l'ID della macchina virtuale. Viene selezionata una macchina virtuale con questo ID, mentre il valore recuperato dalla proprietà personalizzata VMware.VCenterOrchestrator.EndpointName di una macchina virtuale viene utilizzato come nome dell'endpoint vRealize Orchestrator.

    • VcoEndpointName è il nome dell'endpoint utilizzato per eseguire il workflow. Se specificato, questo valore sovrascrive il valore VirtualMachineId quando si seleziona l'endpoint vRealize Orchestrator.

    • WorkflowTimeout è un valore di timeout in secondi. Se il workflow di vRealize Orchestrator non termina nel tempo specificato, viene generata un'eccezione anziché bloccare il workflow, finché non viene restituita una risposta. Se non viene definito alcun valore o se viene fornito un valore pari a zero, il timeout non viene attivato. Lo stato del workflow viene verificato ogni 10 secondi durante questo periodo, a meno che non venga modificato il tempo di polling per l'endpoint specificando un valore nella proprietà personalizzata VMware.VCenterOrchestrator.PollingInterval.

  5. Specificare i parametri per il workflow di vRealize Orchestrator.
    • Immettere i valori nell'attività nel riquadro Designer.

    • Nel riquadro Proprietà fare clic sui puntini di sospensione accanto a InputParameters o OutputParameters per aprire la finestra di dialogo Parametri. Questa finestra di dialogo mostra il tipo di IaaS di ciascun parametro. Se il tipo di parametro viene visualizzato in grassetto, significa che il parametro è necessario.

    Puntare sulla casella di testo di un parametro qualsiasi per visualizzare un suggerimento che indica il tipo di vRealize Orchestrator.

    Se si sta utilizzando l'attività InvokeVcoWorkflowAsync, vengono visualizzati i parametri di output del workflow di vRealize Orchestrator con i tipi corrispondenti per scopi informativi, ma in questa attività non è possibile specificare un'espressione per il parametro.

Operazioni successive

Per recuperare i risultati di un workflow eseguito in modo asincrono, utilizzare l'attività WaitForVcoWorkflowCompletion.