Se si utilizza VirtIO per le interfacce di rete o di storage, è necessario assicurarsi che nell'immagine WinPE e nell'immagine WIM siano inclusi i driver necessari. VirtIO generalmente offre prestazioni migliori nel provisioning con KVM (RHEV).

I driver Windows per VirtIO sono inclusi come parte di Red Hat Enterprise Virtualization, collocati nella directory /usr/share/virtio-win all'interno del file system del Red Hat Enterprise Virtualization Manager. I driver sono inclusi anche nei Red Hat Enterprise Virtualization Guest Tools che si trovano in /usr/share/rhev-guest-tools-iso/rhev-tools-setup.iso.

Di seguito è illustrato il processo di alto livello per abilitare il provisioning basato su WIM con driver VirtIO:

  1. Creare un'immagine WIM da una macchina di riferimento Windows con i driver VirtIO installati o inserire i driver in un'immagine WIM esistente.

  2. Copiare i file dei driver VirtIO e inserire i driver in un'immagine WinPE.

  3. Caricare l'ISO dell'immagine WinPE nei domini di storage ISO di Red Hat Enterprise Virtualization utilizzando il comando rhevm-iso-uploader. Per ulteriori informazioni sulla gestione delle immagini ISO in RHEV, fare riferimento alla documentazione di Red Hat.

  4. Creare un blueprint KVM (RHEV) per il provisioning WIM e selezionare l'opzione ISO WinPE. La proprietà personalizzata VirtualMachine.Admin.DiskInterfaceType deve essere inclusa con il valore VirtIO. Un amministratore di struttura può inserire queste informazioni in un gruppo di proprietà per includerle nei blueprint.

Le proprietà personalizzate Image.ISO.Location e Image.ISO.Name non sono utilizzate per i blueprint KVM (RHEV).