Amazon Virtual Private Cloud consente di eseguire il provisioning di istanze di macchine Amazon in una sezione privata del cloud di Amazon Web Services.

Gli utenti di Amazon Web Services possono utilizzare Amazon VPC per progettare una topologia di rete virtuale in base alle specifiche richieste. È possibile assegnare un Amazon VPC in vRealize Automation. Tuttavia vRealize Automation non tiene traccia del costo d'uso di Amazon VPC.

Quando si esegue il provisioning utilizzando Amazon VPC, vRealize Automation presume la presenza di una subnet di VPC da cui Amazon ottiene un indirizzo IP primario. Questo indirizzo è statico finché l'istanza non viene terminata. È possibile anche utilizzare il pool di indirizzi IP flessibili per associare un indirizzo IP flessibile a un'istanza in vRealize Automation. Ciò consentirebbe all'utente di conservare lo stesso IP se esegue continuamente provisioning e disinstallazione di un'istanza in Amazon Web Services.

Utilizzare la AWS Management Console per creare i seguenti elementi:

  • Un Amazon VPC, che includa gateway Internet, tabella di routing, gruppi di sicurezza e subnet e indirizzi IP disponibili.

  • Una Amazon Virtual Private Network se gli utenti devono accedere alle istanze delle macchine Amazon al di fuori della AWS Management Console.

Operando con una Amazon VPC, gli utenti di vRealize Automation possono eseguire le seguenti attività:

  • Un amministratore di struttura può assegnare un Amazon VPC a una prenotazione cloud. Vedere Creazione di una prenotazione Amazon EC2.

  • Il proprietario di una macchina può assegnare l'istanza di una macchina Amazon a un Amazon VPC.

Per ulteriori informazioni sulla creazione di un Amazon VPC, vedere la documentazione di Amazon Web Services.